Agenda 21

 La conferenza di Rio organizzata dall’ONU nell’ormai lontano 1992 ha redatto uno dei documenti fondamentali degli ultimi 30 anni, l’Agenda 21. Si tratta delle linee guida per lo sviluppo sostenibile nel XXI secolo.

 

Tra gli elementi innumerevoli punti trattati dall’ONU, in quella sede, da sottolineare che prevede che ogni comunità, ogni Amministrazione pubblica a tutti i livelli debba, mediante degli appositi forum e sessioni tematiche, elaborare la propria Agenda 21 Locale. Un procedimento “dal basso” secondo il quale i cittadini e le cittadine diventano i protagonisti.

 

Le Agende 21 Locali comunali, municipali, provinciali e regionali, rappresentano quel luogo idoneo per gli Architetti, per testimoniare attivamente ed in modo propositivo la loro responsabilità sociale, in quanto conoscitori del territorio e delle sue problematiche, e capaci di  coniugare sviluppo economico e sostenibilità.

 

Le Agende 21 Locali rappresentano, quindi, una prospettiva di corretta definizione delle linee guida di sviluppo sostenibile di un territorio, ed una notevole opportunità occupazionale, in particolare per i/le giovani professioniste iscritte all’Ordine degli Architetti, che possono diventare protagonisti/e di questi processi, rivolgendosi alle Amministrazioni locali, per sollecitare l’attivazione delle azioni e parteciparne da protagonisti ai processi.

 
Principali riferimenti di Agenda 21:
http://www.un.org/esa/sustdev/documents/agenda21/english/agenda21toc.htm
 
La Carta di Aalborg
http://www.aalborgplus10.dk/
 
Agenda 21 - Table of Contents
http://www.un.org/esa/sustdev/documents/agenda21/english/agenda21toc.htm
 
Agenda 21 locale della Provincia di Roma
http://www.provincia.rm.it/siti_esterni/Agenda21/home1.html