Gli Spazi della Memoria

Architettura dei Cimiteri Monumentali europei

Assessorato alle Politiche Culturali
Sovraintendenza ai Beni Culturali

presentazione volume
 
Gli Spazi della Memoria
Architettura dei Cimiteri Monumentali europei

 
A CURA DI MAURO FELICORI, LUCA SOSSELLA  EDITORE

DATA: 20 SETTEMBRE 2006 ORE 16,30

SALA PIETRO DA CORTONA, PINACOTECA CAPITOLINA, PALAZZO DEI CONSERVATORI, PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO

 

RELATORI: MAURO FELICORI, NICOLETTA CARDANO, MARIO SANFILIPPO, ENRICO VALERIANI
INTERVENGONO: L’ASSESSORE ALLE POLITICHE CULTURALI GIANNI BORGNA, IL SOVRAINTENDENTE EUGENIO LA ROCCA, IL DIRETTORE MONUMENTI MEDIOEVALI E MODERNI LUISA CARDILLI, IL DIRETTORE DI AMA SERVIZI FUNEBRI E CIMITERIALI VITTORIO BENEDETTO BORGHINI, IL SOPRINTENDENTE PER I BENI ARCHITETTONICI E PESAGGISTICI DI ROMA MAURIZIO GALLETTI

Alla memoria e al futuro dell’architettura dei cimiteri monumentali europei è dedicato l’incontro promosso dall’ Assessorato alle Politiche Culturali - Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma, in occasione della presentazione del volume
“Gli Spazi della memoria. Architettura dei cimiteri  monumentali  europei”,
a cura di Mauro Felicori - Luca Sossella editore

La pubblicazione sarà presentata mercoledì 20 settembre alle ore 16,30 nella Sala Pietro da Cortona della Pinacoteca Capitolina in Campidoglio da Nicoletta Cardano della Sovraintendenza Comunale,  da Mario Sanfilippo e da Enrico Valeriani.
L’architettura cimiteriale è un capitolo di eccezionale interesse della storia dell’architettura moderna. Il cimitero infatti come città “altra” contrapposta a quella dei vivi, si configura sin dagli inizi dell’Ottocento come un complesso architettonico di nuova creazione, uno spazio funzionale per la sepoltura e al tempo stesso luogo simbolico, di rappresentazione dei complessi temi legati alla morte
Il volume, oltre ad offrire una rassegna dei maggiori episodi architettonici cimiteriali del XIX e XX secolo (dal Cimitero delle 366 fosse di Napoli, a quelli di Staglieno a Genova, alla Certosa di Bologna, al Verano di Roma e, tra gli esempi europei del Novecento, il Cimitero del Bosco di Stoccolma e quello di Žale a Lubiana) documenta le nuove architetture della memoria, come i progetti di Arnaldo Pomodoro per Urbino, di César Portela per Finisterre in Galizia, di Antonio Monestiroli per Voghera e di altri architetti contemporanei quali Jordi Badia, David Chipperfield e Axel Schultes.
L’obiettivo è di accrescere la consapevolezza del valore del patrimonio storico e di favorire la sensibilizzazione sul tema delle nuove progettazioni, intese sia come realizzazione di nuovi complessi, sia come interventi di ampliamento e nuova funzionalità nell’ambito della conservazione dei cimiteri storici.
La pubblicazione riunisce gli atti del seminario “Memoria e futuro nell’Architettura dei cimiteri europei”, organizzato nel 2004 dall’ASCE (Association of Significant Cemeteries in Europe, volta ad accrescere la consapevolezza dell’importanza dei cimiteri europei promuovendone la salvaguardia e il restauro, presieduta  da Mauro Felicori) e dal comune di Genova.


La presentazione del volume è stata realizzata in collaborazione con AMA.


data pubblicazione: mercoledì 20 settembre 2006
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Incontri di Architettura Gli Spazi della Memoria