Il MAXXI va in Europa

CIVA, Centre International pour la Ville, l’Architecture et le Paysage 
55, Rue de l’Ermitage, 1050 Bruxelles

inaugurazione: giovedì 29 Novembre 2007, ore 18
apertura al pubblico: 30 Novembre 2007 – 9 Marzo 2008

(dal martedì alla domenica, ore 10.30-18)

Il prestigioso CIVA (Centro Internazionale per la Città, l’Architettura e il Paesaggio) di Bruxelles ospiterà una grande esposizione dedicata al MAXXI, il primo museo nazionale italiano per la creatività contemporanea, i cui lavori sono in dirittura d’arrivo (l'apertura al pubblico è prevista per il 2009).

La mostra, intitolata MAXXI musée Rome: Zaha Hadid Architects, racconterà attraverso immagini, fotografie, video, progetti e maquettes l’intera, complessa storia del Museo, dalla sua ideazione all’ormai imminente apertura: dal concorso bandito nel 1998 ai progetti finalisti, a quello vincitore di Zaha Hadid; dal cantiere ipertecnologico, alle attività già in corso, agli scenari futuri.

MAXXI

L’iniziativa è promossa anche dalla DARC (Direzione Generale per l'Architettura e l'Arte Contemporanee), con il sostegno della Regione Lazio e la collaborazione dell’Istituto italiano di cultura a Bruxelles.
Saranno presenti all’inaugurazione: Fadila Laanan, Ministro della Cultura e dell’Audiovisivo della Comunità Francese in Belgio; Françoise Dupuis, Ministro della Commissione Comunitaria Francese incaricato della Cultura, Segretario di Stato della Regione Bruxelles Capitale; Marie Vanhamme e Christophe Pourtois, rispettivamente Presidente e Direttore del Civa; l’Ambasciatore d’Italia Sandro Maria Siggia; il Presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo; il Direttore generale della DARC, Pio Baldi.

“A poco più di un anno dall’apertura del primo polo museale nazionale dedicato al contemporaneo (12mila mq di spazi espostivi tra MAXXI architettura e MAXXI arte, Auditorium, sale per esposizioni temporanee, bookshop, ecc.) – ha detto Pio Baldi, Direttore generale della DARC - la mostra risponde all’esigenza di fare il punto in modo approfondito sul complesso iter della sua realizzazione, analizzando le varie fasi, dall’ideazione alla costruzione fisica, alle collezioni fino al programma culturale. E non è un caso che si sia scelto un contesto internazionale per farlo. Il MAXXI, infatti, sin d’ora vuole sottolineare la sua vocazione di polo culturale europeo e internazionale, aperto a scambi, confronti, collaborazioni”.

La mostra  è articolata in diverse sezioni:
- il concorso, bandito nel 1998, con 15 finalisti su  273 candidature, tra cui Rem Koolhaas, Steven Holl, Toyo Ito, Jan Nouvel, le cui tavole e maquettes saranno esposte; - il progetto vincitore di Zaha Hadid, dalle forme sinuose e complesse;
- il cantiere ad alto contenuto tecnico e sperimentale, raccontato nelle diverse fasi da una mostra fotografica in divenire intitolata Cantiere d’autore, destinata alle collezioni del MAXXI Architettura;
- il futuro museo: programma e collezioni, che racconta le collezioni già acquisite dal MAXXI arte e dal MAXXI architettura, e il complesso programma culturale per la promozione e la valorizzazione della cultura contemporanea, nella sua molteplicità di forme e di espressioni.

invito inaugurazione


Per informazioni:

tel. +32 2 642 24 50 – fax +32 2 642 24 55 – e-mail info@civa.be
www.civa.be - www.darc.beniculturali.it


data pubblicazione: giovedì 22 novembre 2007
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Incontri di Architettura Il MAXXI va in Europa