Anche Siena avrà la sua Casa dell'Architettura

Venerdì 21 dicembre 2007
firma del protocollo d’intesa tra la Sovrintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggio di Siena e Grosseto e la Casa dell’Architettura di Roma.

La nuova istituzione avrà il compito di diffondere la conoscenza dell'architettura in tutte le sue forme.

« Sarà uno spazio multi disciplinare aperto anche alle altre arti, un luogo in cui sviluppare la ricerca e l’analisi delle tematiche architettoniche contemporanee" – afferma il sovrintendente Giovanni Bulian«un centro per promuovere iniziative culturali di vario genere che alimentino il dibattito sulle più interessanti esperienze progettuali, artistiche e intellettuali. Lavoreremo a stretto contatto con le istituzioni locali, con la Casa dell’Architettura di Roma e con le altre Case dell’Architettura da lei costituite – conclude Bulian – ma puntiamo a creare relazioni con istituti di ricerca e cultura architettonica, in Europa e nel mondo. »

Il programma di massima della Casa dell'Architettura senese prevede la realizzazione di conferenze, simposi, mostre e workshop nazionali ed internazionali; incontri con professionisti emergenti del panorama architettonico italiano ed estero e incontri con giovani architetti. Molta attenzione verrà dedicata alla studio delle questioni architettoniche più importanti e attuali come: eco- sostenibilità ed energia, archeologia industriale e territorio, cooperazione nei paesi in via di sviluppo, arte urbana e architettura sperimentale, argomenti che verranno trattati avvalendosi di collaborazioni con personalità e centri culturali d’eccellenza. Una struttura operativa apposita avrà il compito di coordinare un programma articolato e complesso di iniziative, per favorire sviluppo della cultura dell’ambiente costruito e la tutela del paesaggio, attraverso la qualità dell’architettura contemporanea.

A commento dell’intesa raggiunta con la Casa dell’Architettura di Roma, da lui presieduta, Amedeo Schiattarella ha dichiarato: «Alla base di questa sinergia ci sono la convergenza di programmi, obiettivi e strategie e la condivisione dei medesimi valori da parte tutti coloro che danno vita ad entrambe le istituzioni.»

«Il protocollo che oggi firmiamo – prosegue Schiattarella – è finalizzato alla più ampia collaborazione, intesa come scambio e condivisione di conoscenze e capacità, ma tende soprattutto alla creazione di una vera e propria rete di ricerca-innovazione che produca e diffonda cultura».

«L’importanza e la forza di questo accordo – ha concluso il presidente della Casa dell’Architettura romana – sta nella qualità e quantità delle risorse professionali e delle competenze specifiche che condensa, un bagaglio culturale e umano che ha le potenzialità per sviluppare strategie che, andando oltre il singolo evento, posso indirizzare il cambiamento»

 

protocollo d'intesa in allegato pdf


data pubblicazione: venerdì 11 gennaio 2008
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Incontri di Architettura Anche Siena avrà la sua Casa dell'Architettura