Chi sono i giovani architetti?

presSTfactory events

giovedì 8, venerdì 9 e martedì 13 aprile 2010
alla Casa dell'Architettura


Mentre è abbastanza semplice tracciare un quadro dell'architettura italiana tra i quaranta e i cinquanta, è difficile avere notizie degli under 40 e difficilissimo degli under 35.

La ricerca, nonostante la rispettabile opinione di alcuni che credono fuorviante l'agire per classi di età, non è oziosa. Se, infatti, non si forniscono occasioni, si corre il rischio di sperperare quelle energie più fresche e di bruciare quelle idee più innovative che possono avere i giovani.

Come farlo? Abbiamo cercato di individuare due strade: con concorsi riservati e con manifestazioni mirate.

Uno di questi concorsi è stato il concorso-workshop di Selinunte, appena conclusosi con lavori di grande valore. I risultati li presenteremo alla casa dell'architettura il giorno 8 aprile alle ore 16 - lo stesso giorno in cui alle 18 parleremo, nello stesso luogo, de La Maddalena con Stefano Boeri, in modo tale da offrire un pomeriggio di sicuro interesse -.

Il giorno 13 Aprile, sempre alla Casa dell'architettura di Roma, a partire dalle ore 16 presenteremo una selezione di circa 20 studi di giovani architetti che operano a livello nazionale. L'obiettivo, aiutandoci anche con una selezione di parole chiave scelte dagli studi stessi, è capire il loro punto di vista, la loro poetica, la direzione della loro ricerca.

Nello spazio Monitor saranno allestite due mostre di architettura: una su Orazio La Monaca (il giorno 8 aprile) e l'altra su Alvaro Ciaramaglia (dal 13 al 17 aprile); nonché una di scultura di Alberto Timossi (il 9, 10 e 11 aprile). Vi sono, infine, i concorsi Young Architects e Giovani Critici, sui quali potete trovare info sul sito www.presstletter.com.


Mi sembra un buon inizio per la nostra neonata Associazione Italiana di Architettura e Critica_presS/Tfactory. (LPP)

 


8 aprile: Selinunte Workshop + Maddalena Effects


INVITO SELINUNTE
INVITO LA MONACA

 

Spazio conferenze: ore 16,00 - INCONTRO/DIBATTITO

CONCORSO-WORKSHOP "SELINUNTE": I PROGETTI FINALISTI

Un concorso di architettura a Selinunte articolato in due fasi intervallate da un workshop che ha coinvolto architetti ed artisti associati in gruppo.

Ne parlano gli studi finalisti: Iotti & Pavarani con Laura Fiaschi e Gabriele Pardi, Andrea Stipa e Antonella Mari con Alfredo Pirri, Mario Cottone e Alfredo Indelicato con Croce Taravella, m&a e Id-Lab con Rirkrit Tiravanija, UFO con Loris Cecchini.

Modera Luigi Prestinenza Puglisi. Interverranno: Orazio La Monaca e Gianni Pompeo sindaco di Selinunte/Castelvetrano

 

Spazio Monitor: ore 18,00 INAUGURAZIONE MOSTRA

"Orazio La Monaca: opere e progetti"

"…due sono i principi che caratterizzano l'opera di questo architetto: la manipolazione della luce della costa siciliana e il rigore logico, ereditato dalla cultura greca…"

 

Spazio Mediarch: interviste e commenti

Che tipo di concorso vorresti? Qual è stata la tua esperienza?

 

Spazio conferenze: ore 18,30 PRESENTAZIONE LIBRO

"EFFETTO MADDALENA EFFECT: una vicenda d'architettura"

Ne discutono Stefano Boeri e Luigi Prestinenza Puglisi, modera Paolo Conti (Corriere della Sera)

 

Spazio Mediarch: interviste e commenti

Architetture per i grandi eventi

 


9 aprile: This is not a pipe + ProgettoSoggetto

Spazio Monitor: ore 18,00 INAUGURAZIONE MOSTRA
Alberto Timossi: This is not a pipe
a cura di Giorgia Calò

Sculture di Alberto Timossi per raccontare il tema della metropoli nascosta, vista attraverso aspetti e prospettive non convenzionali come cavità, tubi, impianti:"Ciò che la città nasconde ma di cui ha forte bisogno".

 

Spazio Mediarch: interviste e commenti

Concorso "Progetto/Soggetto": anteprime

"Progetto/Soggetto" è il concorso per cortometraggi dedicati all'Architettura organizzato da MediArch. Le opere proposte dovranno fornire una lettura di un contesto ambientale, di un'architettura o gruppo di architetture, di uno o più oggetti di design, di nuovi orientamenti della ricerca, attività creative e quant'altro possa essere legato al mondo dell'architettura.

 


13  aprile:   Architetture_passato presente e futuro

INVITO  Ciaramaglia

 

Spazio conferenze: ore 16,00  TAVOLA ROTONDA

"BRAIN STORMING - PAROLE E PROGETTI D'ARCHITETTURA UNDER 40" prima edizione

Venti studi giovani si raccontano attraverso l’utilizzo di 3 parole per loro significative che sintetizzano la poetica progettuale e concettuale del loro lavoro.

Partecipano: 2A+P/A, B4architects, C+C04, Demo architects, Iodicearchitetti, Giovanni Laganà, Marazzi Architetti, Marc, Microscape, Monovolume, Nabito, nEmoGruppo, OSA, Progettospore, RoccaAtelier, rrs-studio, -scape, Tasca studio, Tommaso Vecci, Zero architetti. Modera: Luigi Prestinenza Puglisi.

Ogni studio potrà scegliere i 3 termini tra i 15 proposti o sceglierne 2 e aggiungerne 1 non presente nella lista. Ogni gruppo mostrerà i lavori dello studio con una presentazione in PowerPoint o in pdf o in video della durata di 10 minuti che sarà proiettata come sfondo durante l’intervento.

Le 15 parole tra cui scegliere sono: Semplicità - Politica - Sostenibilità - Materiali - Tecnologia (low, soft, high) - Parametrico - Complessità - Minimalismo - Inclusivismo - Stile - Flessibilità - Digitale - Landscape - Contesto - Integrazione.


Spazio Monitor:  ore 19.00 MOSTRA

"Alvaro Ciaramaglia: un architetto da scoprire"
inaugurazione e presentazione delle opere a cura di Paola Rossi

Normalmente si celebrano l’abilità e l’arte di chi è già noto e riconosciuto, mentre in questo caso, come Prestinenza Puglisi garbatamente sottolinea, l’architetto è stato ingiustamente ignorato, forse proprio perché architetto e costruttore insieme. Via Falconieri, Via Cipro, Via Poma, Via Brofferio, Piazza Cola di Rienzo e via Crescenzio, Viale Parioli ... chiunque, abitante di Roma, non può non aver incontrato più volte, con stupore, gli edifici di Alvaro Ciaramaglia. (P.R.)

...Dovete immaginarvi la sorpresa quando ho consultato le schede preparate da Paola Rossi sulle architetture di Alvaro Ciaramaglia e mi sono accorto che tutti i sei edifici erano opera della stessa persona. Per curiosità, ho cercato altre notizie. Ne ho trovato poche. Nulla su Google e quasi nulla sui testi che trattano l’architettura romana del dopoguerra. Un po’, mi è stato poi spiegato da Paola Rossi, per la ritrosia di Ciaramaglia nel farsi pubblicità. Molto, aggiungerei io, per un vizio della critica architettonica nei confronti dei professionisti più bravi. ... Per avere controprova, ho telefonato a due dei più noti esperti di architetture romane, chiedendo: “Sa dirmi, professore, qualcosa di Alvaro Ciaramaglia?”. A ciascuno, dopo la risposta negativa, ho descritto le opere. Entrambi mi hanno risposto che le avevano notate e anche apprezzate, ma che prima di allora non sapevano di chi fossero e soprattutto non le avevano collegate allo stesso autore. (LPp)


Spazio Mediarch: interviste e commenti

riprese della tavola rotonda degli under 40 e interviste

Light Dinner


data pubblicazione: mercoledì 31 marzo 2010
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Incontri di Architettura Chi sono i giovani architetti?