Il nuovo Chopin Muzeum a Varsavia

giovedì 22 luglio 2010 alle ore 18.00
Casa dell'Architettura piazza Manfredo Fanti 47, Roma


L'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia è lieto di presentare:

Il nuovo Chopin Muzeum a Varsavia
Costruire l'esperienza e progettare la memoria


INVITO


Conferenza dei progettisti:


Intervengono

  • Amedeo Schiatteralla Presidente Ordine degli Architetti di Roma
  • Livio Sacchi Consigliere Ordine degli Architetti di Roma
  • Lucio Altarelli Professore Ordinario Sapienza Università di Roma
  • Pier Paolo Maggiora Architetto


Chopin Muzeum

Frutto di un concorso internazionale vinto nel 2008, dallo studio Migliore + Servetto A.A. il Museo raccoglie la più grande collezione relativa alla vita e al lavoro di Fryderyk Chopin, di cui una larga parte sotto tutela dell'Unesco. In dialogo con la struttura architettonica del palazzo che lo ospita, il progetto di allestimento è concepito come un insieme fisico e sonoro di nuovi paesaggi artificiali, capace di dialogare con pubblici diversi (il Museo parla 8 lingue con 5 livelli di approfondimento) fornendo una personale e coinvolgente chiave di lettura dei contenuti.

 

Ico Migliore e Mara Servetto

soci fondatori dello studio Migliore+Servetto Architetti Associati, insieme ad un team internazionale di architetti e designer, realizzano progetti di architettura, urban design e comunicazione, lavorando per musei e istituzioni, oltre che con i più importanti marchi internazionali dell'industria e dell'editoria e della moda.

Entrambi insegnano Allestimento presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. Ico Migliore è visiting professor alla Tokyo Zokei University e alla Kuwazawa Design School di Tokyo. Mara Servetto è visiting professor alla Joshibi University di Tokyo.

Nel 2008 hanno vinto il Concorso Internazionale per il nuovo CHOPIN MUZEUM a Varsavia, che raccoglie la più grande collezione su Frederick Chopin, di cui hanno curato l'allestimento permanente da poco inaugurato (1 Marzo 2010).

Nello stesso anno hanno vinto il "XXI COMPASSO D'ORO ADI" con il progetto "Look of the City" per le Olimpiadi Invernali - Torino 2006, ideato insieme a Italo Lupi. Nel 2006 è stato inoltre pubblicato, insieme a Italo Lupi, il libro "Look of the City. Torino Olimpiadi Invernali 2006", Edizioni Corraini.

A partire dal 2007 hanno elaborato il concetto di Space Morphing: l'architettura dell'esporre è intesa come possibilità di trasformazione di spazi definiti 'dormienti', indifferenziati (quali strutture predisposte, edificivuoti, piuttosto che spazi urbani) in nuovi luoghi attivi di comunicazione, di approvvigionamento culturale ed emozionale.

www.spacemorphing.com

 


data pubblicazione: martedì 13 luglio 2010
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Incontri di Architettura Il nuovo Chopin Muzeum a Varsavia