Roma memorie suburbane

foto di Alberto Guerri

inaugurazione: venerdì 11 febbraio 2011 alle ore 18:00
Casa dell'Architettura, piazza Manfredo Fanti, 47 Roma

La mostra rimarrà esposta fino all'11 marzo 2011 [proroga]


INVITO

L'11 febbraio alle 18,00, presso la Casa dell'Architettura, verrà inaugurata la mostra fotografica "Roma memorie suburbane".

In occasione dell'inaugurazione della mostra Roma memorie suburbane l'azienda Cantine Fontezoppa offrirà ai partecipanti una degustazione di vini sarà presente l'enologo Giovanni Basso.

 

Cinquanta immagini scattate da Alberto Guerri per indagare uno degli aspetti che caratterizzano con più forza i luoghi della capitale: il rapporto con il passato. E il passato di Roma non ha lasciato tracce solo nel centro storico ma anche fuori della cerchia delle mura aureliane. Un passato che riaffiora ovunque e ha creato spazi affascinati, a volte dolorosamente affascinanti, luoghi che comunque vale la pena di raccontare. Il viaggio parte dall'Esquilino, quasi un omaggio alla Casa dell'architettura: questo rione denso, centrale e al tempo stesso marginale, dominato dalla mole delle stazione Termini, da tempo un territorio in bilico fra riqualificazione e degrado. Passeggiare per le sue strade è un po' come osservare gli strati geologici della nostra storia, improvvisamente messi a nudo da un sisma violento: Roma antica, barocco, periodo umbertino e poi il '900, dal Fascismo all'oggi.

Il viaggio prosegue con un percorso centrifugo, alla scoperta o riscoperta di detriti sparsi un po' ovunque, muti testimoni che provano a mantenere una parvenza di dignità di fronte alla quotidiana violenza dell'inquinamento, del traffico, del parcheggio selvaggio. Un passato dai mille volti, dunque: l'antichità classica ma non solo. Ci sono i resti di ambienti rurali che la crescita della città ha imprigionato all'interno del tessuto urbano: la Caffarella o la valle dei Casali, ad esempio. C'è l'archeologia industriale, come quella che, al quartiere Ostiense, si specchia nel Tevere.

 

«...la storia di Roma non si è fatta solo nel centro storico ma, specie a partire dalla seconda guerra mondiale, soprattutto in periferia: la Resistenza, i bombardamenti, le migrazioni, i movimenti, la nuova immigrazione… Centocelle, ad esempio, non è solo una periferia, ma è anche un luogo intensamente vissuto e carico di investimenti anche emotivi; un luogo che dà un'identità. Perciò un elemento che sembra attraversare queste foto è l'ambivalenza fra nostalgia e progresso, la semplicità e l'aria pulita perdute, e un grado di prosperità, magari consumistica, conseguito...Pare di stare contemporaneamente dentro una metropoli e dentro un paese. La mente si affolla d'immagini...» dalla prefazione di Doriano Fasoli al catalogo della mostra

 

 

sponsor


«Cantine Fontezoppa partecipa a quest'evento attraverso l'enologo Giovanni Basso ed ai vini la cui degustazione accompagnerà la serata, perché crede che un lato fondamentale del nostro vivere sia quello emotivo, che viene stimolato positivamente da opere semplici e belle come questa mostra fotografica, che speriamo sia adeguatamente incorniciata dalle sensazioni che i visitatori porteranno via anche grazie ai nostri vini» www.cantinefontezoppa.com


data pubblicazione: mercoledì 2 febbraio 2011
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Incontri di Architettura Roma memorie suburbane