Arte programmata e cinetica

Dietro le quinte: pensare, organizzare e allestire una mostra

La Galleria nazionale d'Arte moderna e contemporanea, in viale delle Belle Arti 131 a Roma, chiama docenti e studenti dell'Istituto Quasar a tenere una conferenza sull'esperienza che li ha coinvolti nella progettazione della comunicazione e nell'allestimento della mostra "Arte Programmata e Cinetica", inaugurata in Galleria lo scorso 22 marzo e che si concluderà il 27 maggio.

Martedì 15 maggio alle ore 16:00, gli architetti Luca Leonori e Isabella Rességuier de Miremont, coordinatori del progetto, illustreranno la metodologia didattica utilizzata per trasmettere i contenuti della mostra e i metodi di progettazione agli studenti, che a loro volta avranno modo di condividere con il pubblico la loro esperienza presentando le varie soluzioni che hanno condotto a quella definitiva visibile in mostra.

La collaborazione tra Galleria nazionale e Istituto Quasar ha prodotto una sperimentazione di grande rilievo coinvolgendo nella realizzazione dell'evento quanti lavorano per sperimentare metodologie "sul campo", fornendo così l'opportunità di dimostrare, in pratica, la validità di quanto è stato elaborato, teoricamente, nelle aule dell'Istituto Quasar.

Questo evento rientra nel programma di protocolli d'intesa che, da oltre venticinque anni, l'Istituto Quasar stringe con le più importanti realtà istituzionali italiane.
Gli studenti coinvolti hanno partecipato all'intero ciclo di progettazione, dall'iniziale sopralluogo all'area di intervento fino al cantiere. Esperienza preziosa, fulcro della Scuola-Laboratorio e del metodo didattico dell'Istituto Quasar, per conoscere le problematiche reali del mondo del lavoro e crescere come professionisti colti.

Info: 06 855 70 78 - www.istitutoquasar.com
stampa@istitutoquasar.com


data pubblicazione: martedì 15 maggio 2012
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Incontri di Architettura Arte programmata e cinetica