Costruire nel costruito / recuperare l'esistente 2011

Assegnato il Premio Nazionale di BioArchitettura

Venerdì 28 settembre 2012, alle ore 9.30, presso la Sala del Parlamentino del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in Piazzale Porta Pia 1 a Roma, si terrà il convegno con la celebrazione dei vincitori del Premio Nazionale di Bioarchitettura 2012.

 
Interverranno tra gli altri:
  • Paolo Buzzetti, presidente Ance, Roma,
  • Mark Breitmann, arch. Parigi,
  • Massimo Pica Ciamarra, arch. Napoli e Vicepresidente Fondazione italiana Bioarchitettura,
  • Wittfrida Mitterer, Direttore Master Bioarchitettura LUMSA Roma,
  • Giuseppe Vallifuoco, Inarch,
  • i vincitori del Premio, a cui in alternanza tra di loro i membri della giuria, faranno un breve commento.
 
Ingresso libero

Il Premio, organizzato da Bioarchitettura® e dall'Istituto Nazionale di Architettura IN/ARCH, è promosso da LegnoFinestraItalia e dall'Associazione Nazionale Costruttori Edili ANCE, con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, del Ministero per l'Ambiente, dei Consigli Nazionali degli Architetti e degli Ingegneri e del Fondo Ambiente Italiano.
 

Alla luce degli sforzi mirati alla ripresa economica il mercato edilizio è fortemente coinvolto. Nel focus quindi l'obiettivo del Premio Nazionale di Bioarchitettura, teso al recupero del patrimonio edilizio esistente con particolare riguardo all'involucro, alle facciate e ai tetti, al dettaglio costruttivo.
 
L' evento vede riuniti esperti di notorietà internazionale su temi pressanti, diffusi, a cui si intende fornire indicazioni concrete, semplici ed effettivamente attuabili, superando quella cultura bioclimatica che, debitrice delle ricerche e delle applicazioni realizzate in ambito nordico, pone ancora l'accento sui problemi dell'isolamento termico e del recupero del calore. I temi sono incentrati sulla bioarchitettura, intesa non come modello formale o semplice sommatoria di "tecnologie verdi"; ma come visione d'insieme dell'architettura che obbliga a confrontarsi con la specifica realtà, a scoprire con rinnovata sensibilità la continuità con la storia, le tradizioni, il paesaggio, da affrontare attraverso le nuove consapevolezze dell'eco-sostenibilità e della bio-compatibilità.
 
Target privilegiato sono gli operatori che quotidianamente agiscono sul territorio come progettisti, tecnici, politici, funzionari pubblici, componenti di commissioni. L'iniziativa costituisce tuttavia anche importante occasione di diffusione culturale ed aggiornamento professionale e tecnologico per gli universitari, operatori del prossimo futuro all'interno della green economy
 
Alla fine dell'iniziativa vi sarà la premiazione dei vincitori del Premio Nazionale di Bioarchitettura 2012:
1° Premio: arch. Filippo Taidelli, ZENALE BUILDING RENOVATION
2° Premio: arch. Massimo Gin, FABBRICA NUOVA
3° Premio: arch. Sonia Calzoni, BORGO AGRICOLO VAL TIDONE



data pubblicazione: lunedì 10 settembre 2012
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Incontri di Architettura Costruire nel costruito / recuperare l'esistente 2011