Roma favorevole al Ddl Mastella

Riforma professioni - breve agg.rassegna stampa

Casse nella riforma - L'autonomia nel ddl sulle professioni

La previdenza entra in gioco nella riforma delle professioni. Con la definizione dei principi chiave, quale quello dell'autonomia delle casse, all'interno della legge quadro, che verrà messa a punto nelle prossime settimane. [...]

[...] Intanto ieri gli architetti dell'ordine di Roma, hanno chiesto al ministro della giustizia, Clemente Mastella, di proseguire sulla strada intrapresa dal testo governativo. ´Un punto di partenza importante'.

 

di Gabriele Ventura
da Italia Oggi del 21.06.07


Architetti. Roma favorevole al Ddl Mastella. Il presidente dell'Ordine: «Il sistema è inutile»

MILANO - «Il sistema degli Ordini è anacronistico e inutile e ormai la legge che li riforma deve essere approvata, altrimenti meglio abolirli». Non aderirà alla raccolta di firme per la proposta di iniziativa popolare, voluta dal Cup, (in aperta polemica con il presidente del suo Consiglio nazionale, Raffaele Sirica) il presidente degli architetti di Roma, Amedeo Schiattarella. Che proprio al tema del "dis-ordine" professionale dedica questa sera alle 18,30 a Roma, alla Casa dell'Architettura di piazza Fanti, una tavola rotonda cui sono invitati parlamentari, professionisti e il Guardasigilli, Clemente Mastella.

«Non vedo perchè dobbiamo arroccarci - ha spiegato Schiattarella - in una difesa corporativa nei confronti di un testo, quello Mastella, che è migliorabile, ma rappresenta una piattaforma di opportunità per un effettivo ammodernamento». Per il presidente di Roma - che ribadisce come la "base" non solo dell'architettura sia in fermento - i Consigli nazionali parlano solo di difendere il numero esistente di Ordini, le tariffe o di lasciare intatta la rappresentanza. Invece, ha detto Schiattarella, «manca completamente, da parte dei vertici dell'architettura, ad esempio, un "disegno" per sostenere la progettualità, che è il vero patrimonio comune delle professioni tecniche». Per questo, ha concluso, dialoghiamo con le istituzioni in maniera parallela rispetto al Consiglio nazionale.

Ad esempio, ha aggiunto Francesco Orofino (sindacato Inarch), rispetto al Cna e al Cup «siamo favorevoli agli accorpamenti tra professioni analoghe e alla ridefinizione delle attività che esprimono interessi pubblici meritevoli di tutela».

Alla base, ha sottolineato anche Alberto Scarzella (Codiarch), c'è il deficit di rappresentanza espresso dagli Albi: «L'Ordine, a iscrizione obbligatoria, tutela l'interesse comune e non può rappresentare i suoi iscritti. Anche perchè l'architettura è composta, per la maggior parte, da professionisti dipendenti, ma anche da docenti universitari. E gli autonomi si dividono tra chi ha ancora piccoli studi e chi possiede società di progettazione che operano come imprese e che non sono affatto contrarie all'apporto di capitale, anche di maggioranza».

 

di Laura Cavestri
da Il Sole 24ore del 20.06.07

 

invia la tua opinione!

 


 

 

 


 

Commenti

27/06/2007 23:16: sono per Sirica
Il testo Mastella non mi piace, forse ma occorre verificare, si può salvare solo la parte di accorpamento degli ordini, ma il resto è da buttare. Ma non è possibile prendere esempio dalla francia o dalla spagna? Le loro normative sono certamente più funzionali di quelle proposte dal governo
eduardo li gotti

vedi anche:

Senza riforma tecnici bloccati

Riforma professioni - breve agg.rassegna stampa

Ordini professionali: o si cambiano o si aboliscono

nota introduttiva al convegno del 20 giugno

A fine giugno il testo unificato

Riforma delle professioni - agg. rassegna stampa

«Una legge per la progettazione»

Codice appalti - breve agg. rassegna stampa

Di Pietro e l'Architettura

In GU la modifica del Codice degli Appalti

L'Ordine di Roma non sta a guardare...

Riforma delle professioni

Codice appalti, otto proposte di modifica

Intervento del presidente Amedeo Schiattarella

Via libera alla riforma delle professioni intellettuali

estratto comunicato stampa Consiglio dei Ministri


data pubblicazione: domenica 24 giugno 2007
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Architettura sul web Roma favorevole al Ddl Mastella