Condotte costruirà la Nuvola di Fuksas

Centro congressi - breve agg. rassegna stampa

Centro congressi dell’Eur, finalmente si parte

Nove anni dopo il bando per la progettazione preliminare, emanato dall’Ente Eur proprietario del terreno e dal Comune di Roma, il nuovo Centro congressi di Roma sta per diventare realtà. Sarà, infatti, la società Condotte a realizzare l’avveniristica struttura firmata dall’architetto Massimiliano Fuksas.

Il centro sarà inaugurato nel 2010 e avrà un costo di 227 milioni di euro: una «nuvola» in gore-tex galleggerà in una teca di acciaio e vetro alta 32 metri, larga 75 e lunga 198. Sarà una struttura flessibile di circa 320 mila metri cubi in grado di ospitare eventi per una capienza di 9200 posti, tra un auditorium, due grandi sale, il foyer e sale meeting minori. Il nuovo polo avrà, inoltre, spazi commerciali per la ristorazione e comprenderà una struttura ricettiva dotata di 440 stanze, oltre ai 600 parcheggi interni e 1600 esterni.

La gara per l’aggiudicazione dei lavori, a cui hanno partecipato quattordici raggruppamenti di imprese, tutte leader nel settore delle costruzioni di infrastrutture complesse, era stata aperta nel marzo scorso, contestualmente all’apertura di una «Data Room» per la consultazione delle migliaia di tavole e documenti di cui era composto il progetto.

Più che soddisfatto l’architetto Fuksas. «Sono molto contento - assicura l’architetto romano -. E pensare che quel concorso io non volevo neppure farlo, il cielo sopra la Grecia: l’idea della nuvola mi è venuta lì. Ho cercato di far convivere Borromini, Michelangelo e il pensiero razionale».

Oltre all’appalto aggiudicato a Condotte a tutt’oggi sono in corso anche altre gare, una per la gestione dell’hotel che sarà costruito accanto alla Nuvola e una per la vendita di quest’ultimo. Sono state attualmente ricevute le offerte delle banche, vincolanti per quanto riguarda la parte del finanziamento, e quelle dei gestori, mentre è ancora in corso quella inerente la vendita dell'albergo. Ora la prossima data significativa in programma è quella del prossimo 31 ottobre, quando si riunirà il consiglio d’amministrazione sull’appalto del Centro congressuale.

 

di Roberto Filibeck
da Il Giornale del 28.10.07


Condotte costruirà la Nuvola di Fuksas

Condotte ha vinto la gara per realizzare il nuovo Centro congressi di Roma con la «Nuvola» di Massimiliano Fuksas, importo base 230 milioni circa.

Secondo quanto appreso da Radiocor, la Società Italiana per Condotte d'Acqua, in gara da sola, ha superato di misura il consorzio Paneuropa (Impregilo-Lamaro Appalti). Il 31 ottobre il consiglio d'amministrazione di Eur spa, presieduto da Paolo Cuccia e con Mauro Miccio come amministratore delegato, procederà all'aggiudicazione definitiva.

 

pag. 31
da Il Sole 24ore del 26.10.07


Condotte costruirà il PalaFuksas. La società di costruzioni ha vinto la gara per il palazzo dei congressi di Roma bandita da Eur spa. Entro l'anno i cantieri per la Nuvola che sarà pronta nel 2010.

I lavori per la costruzione del nuovo Palacongressi di Roma, la cosiddetta Nuvola progettata da Massimiliano Fuksas per l'Eur spa, società immobiliare presieduta da Paolo Cuccia che sta riqualificando l'area Eur di Roma, potrebbero partire anche entro l'anno, se non ci saranno intoppi. Ieri la Società italiana condotte d'acqua ha vinto la gara bandita da Eur spa per la costruzione del PalaFuksas da 9 mila posti complessivi, poco meno della metà di quanti potrebbe ospitarne il nuovo palacongressi di Milano, in fase di proposta progettuale lanciata da Fiera Milano spa che ha fatto sapere al comune di Milano la sua disponibilità a finanziarlo completamente e a realizzarlo nell'area del Portello. Mentre Milano studia l'ipotesi, Roma avvia i lavori dell'edificio che Massimiliano Fuksas ha ideato come un parallelepipedo trasparente che contiene al suo interno una sorta di nuvola, con un auditorium sospeso da terra. A completare il complesso una torre affiancata all'edificio.

Un progetto complesso da realizzare, una sfida che per la complessità costruttiva ha scremato la prima lista di partecipanti alla gara, rimasti in cinque, dagli iniziali 15, a concorrere al bando da 277 milioni, al lordo degli oneri di sicurezza. I lavori dureranno tre anni. Il gruppo Condotte si è aggiudicato la gara con un ribasso del 20,50% (216 milioni) e ottenendo il miglior punteggio relativo all'offerta economicamente più vantaggiosa presentata prima dell'estate. Complessivamente, Condotte ha vinto con 88,31 punti complessivi mettendo a segno oltre che il punteggio più alto rispetto all'offerta economica anche quello più elevato rispetto alla parte tecnica: 38,70 punti su 49 come punteggio massimo.

Condotte, concorrente solitario, ha sbaragliato le altre quattro cordate rimaste nella fase finale della gara: Consorzio Paleuropa (Impregilo e Lamaro), sconto del 18,20% e un punteggio di 69,63; Consorzio Nuvola (Salini-Actor, greci, e Mazzitelli) sconto del 16,32% con un punteggio 65,22; l'ati Astaldi, Cimolai, Italiana costruzioni e Sac con uno sconto dell'8,16% e punteggio complessivo di 50,51; l'ati composta da Ccc, Permasteelisa, Cordioli, Castelli, Siemens, Salini Locatelli con uno sconto del 6,895% e un punteggio di 50,14%.

 

di Simonetta Scarane
da Italia Oggi del 26.10.07


LA GARA D'APPALTO - Eur, Condotte vince la "Nuvola" con un ribasso di 55 milioni.

Sarà Condotte a costruire il nuovo centro congressi dell'Eur, importo base 277 milioni. A quanto si apprende, la Società italiana per Condotte d'acqua, in gara da sola, ha superato di misura il consorzio Paneuropa (Impregilo-Lamaro) grazie a un ribasso del 21%, pari a 55 milioni. Il 31 ottobre il cda di Eur spa procederà all'aggiudicazione definitiva del maxi-appalto.

 

di gio.vi.
da La Repubblica del 26.10.07


Il Nuovo Centro Congressi - Eur spa, il gruppo Condotte si aggiudica la gara per la Nuvola di Fuksas

Condotte vince la gara per realizzare il nuovo centro congressi di roma con la «nuvola» di Massimiliano Fuksas, importo base 277 milioni. La Società italiana per Condotte d'acqua, in gara da sola, ha superato di misura il Consorzio Paneuropa (Impregilo-Lamaro appalti).

Il 31 ottobre il cda di Eur spa, presieduto da Paolo Cuccia, con l'amministratore delegato Mauro Miccio, procederà all'aggiudicazione definitiva. Per la «nuvola» sono scesi in campo tutti i leader nel settore delle costruzioni di infrastrutture complesse: 14 nella fase di invito alla gara, a maggio, cinque nella selezione finale. Il nuovo centro congressi, che si prevede operativo alla fine del 2010, sarà un'opera di grande valore artistico e architettonico con soluzioni logistiche innovative.


da Il Tempo del 26.10.07


Centro Congressi, gara a cinque. Per la "Nuvola" di Fuksas all'Eur le battute finali del bando: si aspetta l'apertura delle buste. Entro venerdì il nome del vincitore dell'appalto da 277 milioni.

Verranno aperte domani sera, al più tardi venerdì mattina, le buste contenenti le offerte di partecipazione alla gara d'appalto per la costruzione della Nuvola progettata da Massimiliano Fuksas all'Eur. In cinque, tanti quanti sono i gruppi finalisti, si contendono l'esecuzione del grande centro congressi che a base d'asta vale 277 milioni: Astaldi (con Cimolai e altri), Paleuropa (Impregilo insieme alla Lamaro Appalti dei fratelli Toti), Nuvola (Salini Costruttori e G-Aktor), Condotte e Consorzio Coop Costruzioni (con Permasteelisa e altri).

Un paio di giorni ancora e sapremo chi ha vinto uno dei più grossi bandi pubblici degli ultimi anni. Solo in via provvisoria, però: per legge spetta alla stazione appaltante, ossia all'Eur spa, valutare nel merito l'aggiudicazione. Un passaggio obbligato che sarà liquidato in fretta. La ratifica è fissata per il 31 ottobre, data in cui si riunirà il cda della società partecipata al 90% dal ministero dell'Economia e al 10% dal Comune di Roma.

Dal primo novembre in poi si potrà quindi procedere alla contrattualizzazione del vincitore. E siccome i lavori preparatori nell'area del cantiere sono ormai conclusi, la Nuvola sarà avviata tra la fine di quest'anno e inizio 2008. Salvo ricorsi, ovviamente: qualcuno dei gruppi tagliati fuori potrebbe infatti decidere di appellarsi all'autorità giudiziaria per far valere le sue ragioni. Così com'è già successo in passato.

Un'eventualità che fa tremare i polsi: per il centro congressi, già penalizzato dai forti ritardi provocati dall'annullamento del precedente project financing affidato al costruttore barese Carmine De Gennaro, sarebbe devastante. Significherebbe subire un nuovo stop e un ulteriore aggravio di spesa: il primo progetto Fuksas, datato 2000, costava 240 miliardi di lire; oggi è raddoppiato a quota 277 milioni di euro. Imprevisti a parte, il cronoprogramma è già scritto: durata dei lavori, 36 mesi; consegna e inaugurazione della Nuvola, primavera 2010.

 

di Giovanna Vitale
da La Repubblica del 24.10.07


Cuccia: Roma volerà sulla Nuvola. In corsa cinque banche e sei costruttori per realizzare il Nuovo Centro CongressiIl presidente di Eur spa punta sulla finanza di progetto. Intesa, Ubi, Banca di Roma, Bnl e Mps pronte a finanziare 375 milioni.

Tre gare in corso: una per il finanziamento del Nuovo Centro Congressi, le altre due per la costruzione e la vendita dell'hotel da 439 camere che nascerà al fianco della struttura progettata dall'architetto Fuksas.

Eur spa, la società che gestisce gli immobili nel quartiere a Sud della Capitale (90% ministero dell'Economia, 10% Comune di Roma), accelera nella realizzazione della cosiddetta Nuvola, il nuovo polo congressuale che dovrebbe essere ultimato nell'estate del 2010. Gli advisor finanziari, Rothschild e Risorse per Roma, stanno selezionando le offerte vincolanti pervenute da cinque banche intenzionate a sostenere il progetto. Si tratta di Banca Opi (Intesa Sanpaolo), Ubi (Unicredit), Banca di Roma, Bnl e Monte dei Paschi di Siena. Al vaglio anche le offerte dei costruttori: Impregilo-Toti, Condotte, Astaldi, Ccc e Salini.

«L'importo complessivo delle opere in gara è di 277 milioni di euro al netto dell'Iva - precisa il presidente di Eur spa, Paolo Cuccia - Complessivamente si arriva a un importo finanziabile di 375 milioni. Il nuovo centro congressi rappresenta un modello di sviluppo per Roma e per l'Italia. Un progetto che paga se stesso».

  • In che senso? «È la finanza di progetto, in cui pubblico e privato intervengono nella realizzazione di un'opera».
  • Come funziona questo meccanismo per il Centro congressi? «Eur spa farà fronte alle esigenze finanziarie con un mix di debito e autofinanziamento, quest'ultimo deriverà dalla vendita dell'albergo, dai flussi di cassa generati dalla gestione e dai parcheggi esterni. La quota residua, 120 milioni, sarà coperta dai finanziamenti per "Roma Capitale". Questi fondi pubblici generano un indotto considerevole per gli operatori economici e la città».
  • Di che cifre si parla? «L'attività del Nuovo Centro Congressi avrà un impatto rilevante sull'economia locale, con un giro d'affari complessivo stimato intorno ai 190 milioni di euro all'anno, di cui 55 milioni sono i ricavi diretti del Centro congressi e 135 milioni è l'indotto. Insomma i benefici dell'opera riguardano tutta la collettività e l'interazione tra fase progettuale-esecutiva e programmazione economico finanziaria fanno di questa iniziativa un unicum nel panorama italiano».
  • Una grande opportunità per la Capitale, ma non le sembra di esagerare un po' con i numeri? «Le stime sono di società di consulenza specializzate. Roma sta imponendo il suo modello. Per guardare al futuro occorre investire nel turismo di qualità e oggi la Capitale punta con decisione al business congressuale che rappresenta il segmento più appetibile di tutto il settore. Lo fa con l'apertura della Nuova Fiera di Roma, con il Nuovo Centro Congressi e con lo sviluppo del distretto congressuale, il cui cuore e il polo congressuale dell'Eur»
  • Che tempi prevede per la realizzazione delle opere? «La gara d'appalto dovrebbe concludersi entro fine mese, in base al ribasso d'asta e al prezzo al quale sarà venduto l'albergo sapremo quale sarà la cifra erogata dalle banche. I lavori partiranno il prossimo anno e l'albergo sarà consegnato nella seconda parte del 2009, mentre il centro congressi nell'estate del 2010».
  • Non teme di trovare ostacoli? Qualcuno si è già lamentato per l'impatto urbanistico e ambientale. «Io sono molto sensibile alle problematiche ambientali, tan'è che con Abn Amro siamo sponsor della Fondazione Clinton. Ma quando si tratta di sviluppo sostenibile bisogna trovare la sintesi dei vari interessi. È profondamente antidemocratico che piccoli gruppi d'interesse blocchino opere che hanno avuto il via libera dalla maggioranza della popolazione»
  • All'Eur è in corso anche la riqualificazione del Velodromo Olimpico. Nel quartiere si torna a costruire dopo molti anni. State già pensando ad altre iniziative? «Il nuovo statuto di Eur spa ci consente di uscire fuori dai confini del quartiere. Abbiamo già avviato colloqui per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Ostia. Una cosa è certa: non abbandoneremo il modello della finanza di progetto, l'unico capace di creare sviluppo senza disperdere risorse pubbliche».

 

di Giovanni Lombardo
da Il Tempo del 13.10.07

 

invia la tua opinione!

 



 

Commenti

27/11/2007 18:09: gli enti pubblici ed i bisogni dei cittadini
Apprendiamo con piacere che l'ente Eur Spa, il Comune di Roma ed il Ministero dell'Economia appaltano un'opera INUTILE, deturpano Viale Europa e l'intero quartiere EUR, tolgono definitivamente il verde, il tutto con i soldi dei contribuenti! Sono indignato, vergogna!
Ing. Francesco P. Macchia

vedi anche:

Protocollo sugli appalti a Roma

Comune, sindacati ed imprenditori - rass. stampa

Via alla rivoluzione dell'Eur

Massimiliano Fuksas e Renzo Piano

Fuksas e il giallo del progetto sparito

Roma - sede dell'Agenzia Spaziale Italiana

La Nuvola di Fuksas riprende quota

Posata la prima pietra

La Nuvola di Fuksas: via libera alle gare

Eur - nuovo centro congressi

Il sì del consiglio alla «nuvola» di Fuksas

Eur - Centro Congressi Italia


data pubblicazione: lunedì 29 ottobre 2007
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Architettura sul web Condotte costruirà la Nuvola di Fuksas