Convertito in legge il milleproroghe

di Enrico Milone

Con legge 28.2.2008 n. 31 (Gazzetta Ufficiale del 29.2.2008 n.51, S.O. n.47), il Parlamento ha convertito in legge il decreto-legge milleproroghe del 31.12.2007 n.248. La legge di conversione ha introdotto molte modifiche al decreto-legge.

Nel passaggio alla Camera, il provvedimento ha subito l'inserimento di alcune norme inopportune perché sganciate da una visione generale e improntate a interesse di categoria o localistico. Uno di questi è l'emendamento all'art.12 che proroga una norma sui concorsi universitari che produce il cosiddetto sistema del doppio idoneo, che «rischia di ritardare la necessaria riforma del reclutamento» dei docenti, come ha affermato all'unanimità la commissione Istruzione del Senato. Il Senato tuttavia non ha potuto bocciare l'emendamento, visto che i tempi del decreto-legge non consentivano il rinvio alla Camera. Pertanto è stato approvato un ordine del giorno che invita il Governo a non pregiudicare le azioni di innovazione del sistema universitario.

Diamo di seguito una breve illustrazione delle disposizioni che maggiormente possono interessare gli architetti.

Strutture ricettive turistico-alberghiere. Facendo seguito a quanto previsto nella precedente legge milleproroghe n.17 del 26.2.2007, viene prorogato al 30 giugno 2008 il termine entro il quale deve essere completato l'adeguamento, ai fini della prevenzione incendi, delle strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto. La proroga si applica a quelle strutture per le quali era stato presentato al Comando dei vigili del fuoco, entro il 30 giugno 2005, il progetto di adeguamento per l'acquisizione del parere di conformità previsto dall'articolo 2 del Dpr 37/1998. (articolo 3). Nella conversione in legge è stato aggiunto che “Per le strutture che in occasione di rinnovo del certificato di prevenzione incendi abbiano avuto ulteriori prescrizioni che comportano per la loro realizzazione una spesa superiore a 100.000 euro, il termine per effettuare l'adeguamento è fissato al 30 giugno 2009”.

Eliminazione delle barriere architettoniche nei locali aperti al pubblico. Prorogato di un anno, al 31 dicembre 2008, il termine che era stato fissato dalla legge finanziaria 2007 per l’ottenimento dei contributi per le spese sostenute dai gestori di attività commerciali per lavori di eliminazione delle barriere architettoniche (articolo 4).

Arbitrati. Per consentire la devoluzione delle competenze alle sezioni specializzate in materia di proprietà industriale e intellettuale (DLgs 168/2003 art.1), i vincoli in materia di arbitrati previsti dalla Finanziaria 2008 si applicano dal 1° luglio 2008 (articolo 15).  Inoltre il termine del 30.9.2007 previsto dal citato comma 21, primo periodo, è differito al 30.6.2008. Al comma 21, secondo periodo, dell'articolo 3 della citata legge n.244/2007, le parole: «al 30 settembre e fino alla data di entrata in vigore della presente legge» sono soppresse.

Contratti pubblici. Le  disposizioni  di cui all'articolo 256, comma 4, del Codice degli appalti, DLgs 163/2006, riferite agli articoli da 351 a 355 dell'allegato F alla legge 2248/1865, si applicano a decorrere dalla scadenza del termine di cui all'articolo 25, comma 3, della legge 62/2005 (articolo 19).

Regime transitorio per le Norme tecniche per le costruzioni. Articolo 20.
Le nuove "Norme tecniche per le costruzioni" (DM 14.1.2008) prevedono un periodo transitorio, fino al 30 giugno 2009, nel quale sarà consentita la possibilità di applicazione, in alternativa, della normativa precedentemente in vigore. In sostanza, fino al 30 giugno 2009, sarà possibile scegliere se applicare le nuove Norme approvate con il DM 14 gennaio 2008, ovvero le norme precedenti di cui al DM 14 settembre 2005. Ma sono applicabili anche le norme precedenti approvate con i decreti ministeriali 20 novembre 1987, 3 dicembre 1987, 11 marzo 1988, 4 maggio 1990, 9 gennaio 1996 e 16 gennaio 1996.

E’ invece immediatamente obbligatoria l'applicazione delle nuove Norme per gli edifici di interesse strategico e le opere infrastrutturali la cui funzionalità, durante gli eventi sismici, assume rilievo fondamentale per le finalita' di protezione civile, nonchè per gli  edifici e le opere infrastrutturali che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un loro eventuale collasso (articolo 20).

Il ministero delle Infrastrutture istituirà un commissione costituita da rappresentanti di Regioni, enti locali, imprese e ordini professionali, con il compito di monitorare le nuove Norme tecniche e proporre eventuali adeguamenti. Scadenza dei lavori della commissione: 30.6.2009.

Impianti all'interno degli edifici. Nella conversione in legge è stato aggiunto il comma 29-bis per prorogare al 31.3.2008  il termine del 31.12.2007, ormai scaduto,  in materia di installazione degli impianti all'interno degli edifici. Il termine scaduto era stato fissato dal precedente decreto milleproroghe, approvato con legge 26.2.2007 n.17. (vedi, su questo sito, articolo del 28.2.2008).

 

di Enrico Milone, architetto
del 03.03.08

 

invia la tua opinione!

 


  • LEGGE 28 Febbraio 2008, n. 31 
    Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria. (GU n. 51 del 29-2-2008  - Suppl. Ordinario n.47)
    [fonte:gazzettaufficiale.it]

 

  • TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 31 Dicembre 2007, n. 248 
    Testo del decreto-legge 31 dicembre 2007, n. 248 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 302 del 31 dicembre 2007), coordinato con la legge di conversione 28 febbraio 2008, n. 31 (in questo stesso S.O., alla pag. 5) recante: «Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria». (GU n. 51 del 29-2-2008  - Suppl. Ordinario n.47) 
    [fonte:gazzettaufficiale.it]


 

vedi anche:

Atenei, la trappola del doppio idoneo

Università - breve rassegna stampa

Doppio binario per le regole sulle costruzioni

Dl Milleproroghe - agg. rassegna stampa

Arriva il decreto ma il caos resta

Norme tecniche sulle costruzioni - breve rass.stampa


data pubblicazione: martedì 4 marzo 2008
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Architettura sul web Convertito in legge il milleproroghe