Salvate le tre leggi della professione di architetto

di Enrico Milone - Taglia-leggi

Taglia-leggi in vigore. Salvate le tre leggi della professione di architetto

Sul supplemento della GU del 20 febbraio è stata pubblicata la legge 18.2.2009 n.9, che ha convertito in legge il DL 22.12.2008 n.200 cosiddetto “taglialeggi”.
Sono state abrogate circa 29.000 leggi emanate dal 1861 al 1947. La abrogazione decorrerà dal 16.12.2009. Fino a tale data il Governo potrà salvare, tra le leggi abrogate, quelle delle quali risulterà utile la sopravvivenza.

Le leggi abrogate con questo “taglia-leggi” si sommano a quelle, circa tremila, abrogate con la manovra estiva, legge 133 del 6.8.2008. Naturalmente, le conseguenze di questo terremoto normativo saranno valutabili solo dopo attento esame che richiederà alcuni mesi. Tra l'altro ben pochi hanno esaminato tutte le oltre trentamila norme abrogate o abrogande. Anche perchè una certa confusione si è ingenerata tra elenco di agosto 2008, elenco del DL 200 di dicembre 2008 ed elenco finale della legge di conversione 9/2009.

Nell'articolo del 14 gennaio, pubblicato su questo sito, avevo segnalato con preoccupazione l'abrogazione di tre leggi vecchie, ma ancora utilizzate per l'esercizio della professione di architetto. Si tratta del Decreto luogotenenziale 23.11.1944 n.382 che ha ricostituito gli Ordini dopo la caduta del fascismo, della legge 25.4.1938 n.897, che stabilisce l'obbligo di iscrizione all'Albo per esercitare la professione e della legge  23.11.1939 n.1815 sulla professione associata.

Sul problema è intervenuto immediatamente l'Ordine architetti PPC di Roma con lettera al CNAPPC pubblicata su questo sito il 14.1.2009. L'intervento dell'Ordine è stato seguito da segnalazioni al Governo e al Parlamento provenienti oltre che dagli architetti, anche da altre professioni come avvocati, ingegneri ecc. L'azione ha avuto un esito positivo, visto che nell'elenco delle leggi abrogate, pubblicato sulla GU, non risultano più presenti, tra le circa 32.000 leggi abrogate, le dette 3 norme relative alla professione di architetto.

Nonostante la soddisfazione per il “salvataggio”, sono convinto che le tre leggi sono comunque inadeguate e dovranno essere abrogate quanto prima, ma ciò potrà essere fatto solo dopo che sarà stata varata la ormai chimerica riforma dell'ordinamento professionale degli architetti.

 

di Enrico Milone, architetto
del 28.02.09

 

invia la tua opinione!

 


 

 



 

Commenti

08/03/2009 10.31: finalmente...una buona notizia!
Credo di poter dire che, una volta tanto, siamo di fronte ad una bella notizia. Mi auguro solo che questa corposa "potatura legislativa" possa contribuire a rafforzare la certezza del diritto nel nostro Paese.
Stefano D'Amico

08/07/2009 23.10: titolo
Come al solito, presi dalla smania di fare cose di cui si aspetta da troppo tempo, all'ultimo momento si scelgono le vie brevi, brutalmente brevi, tali da non far capire più perchè allora si è atteso da tanto tempo! Credo non sia questo il modo di recuperare tempo. Altrettanto se ne perderà per rimediare alla brutalità del taglio che inevitabilmente taglierà nella fretta anche leggi utili.
Luca Scarpolini

vedi anche:

E' Legge il Taglia-Leggi

Conversione DL 200/08 - agg. rassegna stampa

Un emendamento «ripesca» 559 disposizioni

Dl Taglia-Leggi & Albi - agg. rassegna stampa

Semplificazioni pericolose: rinvio di 6 mesi

Dl Taglia-Leggi & Albi - agg. rassegna stampa

Colpo di forbice a 29mila leggi

Decreto Taglia-leggi - rassegna stampa

Decreto Taglia-leggi - Lettera al CNAPPC

Abrogazione leggi ordinamento professione architetto

Un buco normativo per la professione (?)

di Enrico Milone - Decreto TAGLIA-LEGGI

Manovra estiva e architetti

di Enrico Milone


data pubblicazione: domenica 1 marzo 2009
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Architettura sul web Salvate le tre leggi della professione di architetto