Piano casa Umbria

Legge regionale 26.06.09 n.13 - rass.stampa

UMBRIA

  • Piani di riqualificazione. Interventi su edifici non residenziali (con bonus del 20%) possibili solo nell'ambito di piani di riqualidificazione.
  • Ampliamenti. Lavori limitati agli edifici residenziali fino a 350 metri quadrati. Bonus del 20% della superficie legato all'uso delle tecniche di efficienza energetica che saranno definite dalla giunta. Autorizzazione con permesso di costruire abbreviato.
  • Demolizioni e ricostruzioni. Possibili lavori su immobili residenziali con aumento del 20% della superficie (35% se viene approvato un piano attuativo complessivo) raggiungendo la certificazione ambientale classe B.
  • Limiti. Esclusa la possibilità di operare nei centri storici.

 

pag. 13 - Dossier del Lunedì
da Il Sole 24ore del 29.06.09


Piano casa. Arriva la seconda legge regionale. In Umbria bonus per il capannone.

L'Umbria centra l'obiettivo del piano casa. Ad una settimana dalla scadenza del 30 giugno fissata nell'intesa con il Governo per approvare le leggi regionali, l'Umbria ha infatti varato la normativa che dà il via agli ampliamenti delle villette e alla demolizione e ricostruzione con premi di cubatura. È la seconda in Italia, dopo la Toscana (esclusa la delibera, operativa, della provincia autonoma di Bolzano).

Ieri il Consiglio regionale ha dato l'ultimo via libera al testo che, oltre, al piano casa comprende anche un'incisiva riforma urbanistica. L'Umbria si è mantenuta fedele all'intesa firmata con il Governo. E quindi consentirà ampliamenti su edifici residenziali uni o bifamiliari, o comunque anche condomini non oltre i 350 metri quadrati fino a un massimo del 20% di superficie utile coperta, e comunque non oltre i 70 metri quadrati. Restano fuori i centri storici, così come sono possibili ulteriori esclusioni: i Comuni hanno 60 giorni per decidere se esonerare in tutto o in parte il proprio territorio dalla legge. Sono poi ammessi due tipi di sostituzione edilizia attraverso la demolizione e ricostruzione: il primo con un bonus massimo del 25% per edifici con almeno otto alloggi e il secondo con un premio del 35%, possibile solo con tre edifici da abbattere e un piano attuativo. Del tutto innovativo poi, rispetto alle altre Regioni, è il cosiddetto «bonus capannoni», un premio del 20% di ampliamento per edifici industriali, artigianali o di terziario con cui l'Umbria punta a riqualificare aree di almeno 20mila metri quadrati. «Abbiamo speso 110 milioni per accorpare le aree industriali - spiega il Governatore, Maria Rita Lorenzetti - e ora è il momento di riqualificarle. Se poi le condizioni saranno troppo vincolanti, le cambieremo». Per il relatore di maggioranza, Giancarlo Cintoli (Pd) con questa legge «l'Umbria diventa un laboratorio di sostenibilità». La parte relativa alla riforma urbanistica mette a sistema le esperienze degli ultimi anni e lascia alla Regione il compito di fare solo la programmazione e a Province e Comuni quello di pianificare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

di Valeria Uva
da Il Sole 24ore del 24.06.09


UMBRIA

  • Il 23 giugno all'esame del Consiglio per il via libera definitivo
  • Prevista la possibilità di riconvertire anche aree industriali e artigianali non inferiori a 20mila mq con piani urbanistici attuativi

 

pag. 5
da Il Sole 24ore del 21.06.09


AMPLIAMENTI RESIDENZIALI

  • Incrementi e tipologia. +20% superficie su edifici residenziali mono e bifamiliari o comunque fino a 350 mq.
  • Criteri ambientali o energetici. Tecniche elevata efficienza energetica definite dalla Giunta Regionale.
  • Agevolazioni sui contributi costruzione. Nessuna.
  • Titolo abilitativo. Permesso di costruire abbreviato.
     

DEMOLIZIONI E RICOSTRUZIONI RESIDENZIALI

  • Incrementi. +25% superficie (+ 35% se piano attuativo).
  • Criteri ambientali o energetici. Certificazione di sostenibilità ambientale classe B (L.r. 17/2008.)
  • Agevolazioni sui contributi costruzione. Nessuna.
  • Titolo abilitativo. Permesso di costruire abbreviato.
  • Interventi su immobili non residenziali. +20% superficie ma solo in caso di grandi piani riqualificazione.
  • Interventi nei centri storici. No.

 

pag. 4
da Il Sole 24ore del 05.06.09

 

invia la tua opinione!

 


 

 

 


 


 

vedi anche:

Piano casa Puglia

Legge regionale 24.07.09 - rass.stampa

Piano casa Valle d'Aosta

Legge regionale 29.07.09 - rass.stampa

Sul piano casa la parola alle Regioni

Piani casa regionali - agg. rassegna stampa

Piano casa Lazio

Ddl in discussione - rass.stampa

Piano casa Piemonte

Legge regionale 14.07.09 n.20 - rass.stampa

Piano casa Lombardia

Legge regionale 16.07.09 n.13 - rass.stampa

Piano casa Veneto

Legge regionale 08.07.09 n.14 - rass.stampa

Piano casa Emilia-Romagna

Legge regionale 06.07.09 n.6 - rass.stampa

Piano casa Toscana

Legge regionale 08.05.09 n.24 - rass.stampa

Piano casa Bolzano

Deliberazione 15.06.09 n.1609 - rass.stampa


data pubblicazione: martedì 28 luglio 2009
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Architettura sul web Piano casa Umbria