Nessun rinvio a paesaggio ed energia

di Enrico Milone - DL Milleproroghe 2010

MILLEPROROGHE 2010: rinvii per studi di settore e per arbitrati. Nessun rinvio per paesaggio e consumi energetici

È in vigore il milleproroghe 2010, decreto-legge 194 del 30.12.2009 (GU 30.12.2009 n.302) che dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni.

Segnalo alcune disposizioni che possono interessare gli architetti. Come è avvenuto negli anni scorsi, anche questo anno può verificarsi che il decreto-legge venga modificato ed ampliato in maniera pesante nel corso dell'iter parlamentare di conversione in legge.

Pertanto per una valutazione definitiva occorre attendere la conversione in legge alla fine del prossimo mese di febbraio.

  • Studi di settore. L'art.1 comma 4 rinvia al 31.3.2010 e al 31.3.2011 i termini per la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale degli studi di settore per le libere professioni, da utilizzare per i redditi degli anni 2009 e 2010. Motivazione della proroga: per tenere conto degli effetti della crisi economica e dei mercati.
  • Arbitrati. L'art. 5 comma 4 rinvia al 30 giugno 2010 l’entrata in vigore della direttiva 2007/66/CE che vieta l'utilizzo degli arbitrati per dirimere le controversie negli appalti pubblici.
  • Piani di bacino. L'art. 8 comma 1 proroga al 28.2.2010 l'adozione dei piani di bacino da parte delle Autorità di bacino nazionali.

 

Il Milleproroghe, invece, non ha disposto un nuovo rinvio per il nulla osta paesaggistico e per il risparmio energetico.

  • Nulla-osta paesaggistico. Il Codice del paesaggio stabilisce l'obbligo del nulla-osta preventivo della  Soprintendenza regionale per gli interventi edilizi. In mancanza di proroga, dal 1.1.2010 tale norma si applica. Giunge notizia tuttavia che il Governo stia per emanare un provvedimento che restituisce ai comuni il potere di decisione, almeno “per i lavori meno importanti”. Si parla di oltre 40 tipi di lavori tra i quali sembra ci sia, impropriamente, anche la demolizione e ricostruzione con mantenimento della sagoma, che invece costituisce un intervento di grande peso.
  • Risparmio energetico e permesso di costruire. Scaduta la proroga al 31.12.2009, dal 1° gennaio 2010 è entrata in vigore anche l'art. 4 comma 1-bis del Testo Unico dell'Edilizia. Pertanto, ai fini del rilascio del permesso di costruire, è obbligatoria, per gli edifici di nuova costruzione, l'installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, tali da garantire una produzione energetica non inferiore a 1 kW per ciascuna unità abitativa. Per i fabbricati industriali di superficie non inferiore a 100 metri quadrati, la produzione energetica minima è di 5 kW. Resta l'attesa per il decreto che deve fissare la competenza nel campo della certificazione energetica di architetti, ingegneri, periti industriali ecc.

 

No ad agevolazioni per i liberi professionisti. Infine è da notare che né nella legge Finanziaria, né nel decreto milleproroghe sono state introdotte le agevolazione per i liberi professionisti richieste dal Cup e dal Consiglio nazionale architetti PPC. Le richieste riguardavano i crediti d'imposta, l'aggiornamento professionale e gli studi di giovani architetti. Anzi, non essendo prevista una proroga, non è più consentita la deduzione fiscale per lo studio professionale acquistato dopo il 1° gennaio 2010.

 

di Enrico Milone, architetto
del 18.01.10

 

invia la tua opinione!

 




 

vedi anche:

Costruzioni con il sì del soprintendente

N.O. paesaggistico - agg. rassegna stampa

Paesaggio, autorizzazioni veloci

Dpr Codice Beni Culturali e Paesaggio - rass.stampa

In GU il DPR sulla progettazione energetica

Certificazioni & requisiti professionali - di E.Milone

Legge Milleproroghe 2009

di Enrico Milone

Ulteriori rinvii per sicurezza e paesaggio

di Enrico Milone - DL Milleproroghe 2009

Paesaggio: la tutela esclusiva spetta allo Stato

Codice Beni culturali e Paesaggio - agg. rass-stampa

Un nuovo codice in difesa del paesaggio

In Gazzetta i due Dlgs di riforma - agg.rass.stampa

Mai più ecomostri, il paesaggio ritorna allo Stato

Codice Beni Culturali e Paesaggio - agg.rass.stampa


data pubblicazione: martedì 19 gennaio 2010
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Architettura sul web Nessun rinvio a paesaggio ed energia