Semplificazione & complicazioni

di Enrico Milone - Taglia/Salva leggi

PROFESSIONI E TAGLIA-LEGGI. LE COMPLICAZIONI DEL MINISTERO DELLA SEMPLIFICAZIONE.

Il Ministero della Semplificazione sta facendo un'opera meritoria: disboscare la foresta di leggi dal 1860 al 1970, proseguendo e portando a compimento il lavoro che gli uffici ministeriali avevano iniziato con il governo precedente. Gli architetti e gli ingegneri sono tra i più interessati: con leggi chiare si lavora bene, con la confusione normativa aumenta il rischio di disavventure giudiziarie per progettista, direttore dei lavori e coordinatore per la sicurezza.

Tuttavia l'operazione semplificazione si sta svolgendo con errori ed intoppi che complicano la vita degli Ordini e dei professionisti.

Un anno fa fu emanato il decreto-legge “taglialeggi” 22.12.2008 n.200 che eliminava 3 leggi vecchie, ma ancora essenziali per la professione di architetto, la 897/1938 obbligo di iscrizione all'Ordine, la 1815/1939 esercizio associato, la 382/1944 ricostituzione degli Ordini dopo la guerra. Letta la GU, comunicai la cosa all'Ordine di Roma, che il 9.1.2009 avvertì il CNAPPC. Il 14.1 2009 denunciai il fatto sul sito dell'Ordine. Verso il 18 gennaio cominciarono ad apparire articoli di stampa (Il Sole 24 Ore) con intervento del Collegio dei periti industriali. Nulla sul sito del CNAPPC, né nella Newsletter del 21 gennaio 2009.

Nel frattempo decorrevano i 60 giorni per la conversione in legge del decreto. Fortunatamente, compreso l'errore, durante l'iter parlamentare le tre norme furono stralciate dall'elenco del decreto, quindi “salvate” ed attualmente in vigore.

Oggi la storia si ripete. Il decreto legislativo 1.12.2009 n.179 (GU 14.12.2009) predisposto dal Ministero della Semplificazione contiene nell'Allegato 1 le norme anteriori al 1970 “delle quali e' indispensabile la permanenza in vigore.”

La dicitura tra virgolette è oscura, in quanto al cittadino che lavora non interessa sapere se la legge è indispensabile o meno, ma se la legge è in vigore o è stata abrogata. In nessun punto del decreto è scritto se la norme non comprese nell'elenco delle “indispensabili” sono state abrogate. 

Leggendo il decreto legislativo mi sono accorto che tra le norme non è stato inserito il RD 2537/1925 Regolamento della professione di ingegnere e di architetto. A mio avviso il mancato inserimento potrebbe non comportare l'abrogazione, perché il RD non è compreso tra le norme che sono state abrogate dai decreti taglia-leggi 2008 e 2009.

Tuttavia ho segnalato il fatto all'Ordine Architetti di Roma che, con lettera del 18.1.2010 al Ministero della Giustizia e al CNAPPC, ha chiesto se il RD 2537/1925 sia pienamente in vigore e quali siano i motivi per i quali non è stato incluso nell'elenco.

Sulla stampa specializzata il fatto viene segnalato il 22 gennaio. Nello stesso giorno il Presidente CNAPPC comunica la cosa alla Conferenza degli Ordini a Roma. 

Il problema verrebbe risolto in ogni caso se verrà approvato un emendamento del sen.Lo Presti al decreto-legge milleproroghe che inserisce nel DLgs 179/2009 il RD 2537/1925 tra le leggi salvate.

Ma i due errori fatti a distanza di un anno minano la fiducia nella affidabilità degli uffici ministeriali che hanno compilato gli elenchi. Possibile che non sia stato richiesto il parere del Ministero della giustizia, ufficio libere professioni?

 

di Enrico Milone, architetto
del 28.01.10

 

invia la tua opinione!

 




 

Commenti

05/02/2010 18:28: titolo
riconfermo tutta la mia stima al grande architetto
rossana bernardini ordine architetti pisa

vedi anche:

Ingegneri e architetti nell'oblio (?)

Taglia/Salva leggi - agg. rassegna stampa

Dlgs Salva-leggi - Lettera al Ministero

Dlgs 179/09 e RD 2537/25

E' Legge il Taglia-Leggi

Conversione DL 200/08 - agg. rassegna stampa

Un emendamento «ripesca» 559 disposizioni

Dl Taglia-Leggi & Albi - agg. rassegna stampa

Semplificazioni pericolose: rinvio di 6 mesi

Dl Taglia-Leggi & Albi - agg. rassegna stampa

Colpo di forbice a 29mila leggi

Decreto Taglia-leggi - rassegna stampa

Decreto Taglia-leggi - Lettera al CNAPPC

Abrogazione leggi ordinamento professione architetto

Un buco normativo per la professione (?)

di Enrico Milone - Decreto TAGLIA-LEGGI


data pubblicazione: giovedì 28 gennaio 2010
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Architettura sul web Semplificazione & complicazioni