I geometri non possono progettare in c.a.

di Enrico Milone - Sentenza Cassazione 6402/2011

CASSAZIONE: I GEOMETRI NON POSSONO PROGETTARE EDIFICI IN CEMENTO ARMATO

I geometri non possono progettare "modeste costruzioni civili" con struttura portante in cemento armato e in ferro, anche se il dimensionamento delle strutture venga affidato ad un architetto o ad un ingegnere civile-ambientale.

Tanto è stato ribadito dalla recente sentenza della Cassazione, II sez.civile, n. 6402 del 19.1.2011, che ha confermato la sentenza del 2009 n.19292, mantenendo la linea interpretativa già assunta nelle precedenti sentenze della Corte di Cassazione 8545/2005, 6649/2005, 3021/2005, 19821/2004, 5961/2004, 15327/2000, 5873/2000, 2861/1997, 239/1997, 9044/1992, 1182/1986, 4562/1979, 3622/1979, 1570/1972, 2698/1969. Unica eccezione parziale, a me nota, è la sentenza 159/1993 della VI sez. penale.

Infatti l'ordinamento professionale, RD 274/1929 art.16, consente ai geometri di progettare "modeste costruzioni civili", ma prevede l'uso del cemento armato solo nel caso di piccole costruzioni agricole accessorie che non richiedano particolari operazioni di calcolo e che per la loro destinazione non possano comunque implicare pericolo per l'incolumità delle persone. Sulla base della costante giurisprudenza della Cassazione, la incompatibilità riguarda sia la progettazione architettonica che quella statica, pertanto si verifica anche se il progetto della parte strutturale viene redatto da un architetto o da un ingegnere.

Il Consiglio Nazionale Architetti PPC, si è limitato a prendere atto della sentenza e a diffondere il comunicato del 22.3.2011 con il quale dichiara di essere soddisfatto. Ignorando che il compito istituzionale del sistema Consiglio Nazionale-Ordini provinciali  è di regolare lo svolgimento dell'attività professionale, nell'interesse degli utenti e della collettività. Interesse generale che è molto concreto in questo caso in cui si tratta della sicurezza statica degli edifici e quindi dell'incolumità dei cittadini. Il CNAPPC, piuttosto che  esprimere il gradimento in merito alla sentenza, avrebbe dovuto dare indicazioni agli Ordini provinciali per coordinare unitariamente il comportamento da assumere nella loro funzione di vigilanza sull'esercizio della professione. In particolare:

  • informare tutti gli enti locali della loro provincia della sentenza diffidandoli dall'approvare o accettare progetti edilizi per i quali i geometri non hanno competenza;
  • dare mandato ai rappresentanti dell'Ordine nelle commissioni edilizie comunali di non approvare i progetti presentati da professionisti non competenti e di segnalare il fatto all'Ordine;
  • presentare denuncia all'autorità giudiziaria nei casi di esercizio abusivo della professione di architetto.

Infatti il Regolamento sulla professione di architetto attribuisce all'Ordine il compito istituzionale di "reprimere l'esercizio abusivo della professione" di architetto (art.37 RD 2537/1925) presentando, ove occorra, denuncia all'autorità giudiziaria.

 

di Enrico Milone, architetto
del 06.04.11

 

invia la tua opinione!

 



 



 

Commenti

08/04/2011 13:00: titolo
bella consolazione ... E' come riparare il recinto dopo che le pecore sono scappate.. oramai, in Italia progettano, in ambito pubblico, solo gli amici degli amici ed il privato certo non brilla più di quella iniziativa degli anni passati... saluti
pigi

27/04/2011 17:50: ... e roma?
Visto e considerato che il consiglio nazionale è completamente inerte credo che gli adempimenti citati dal collega Milone possa svolgerli autonomamente l'ordine di roma nell'ambito della propria competenza territoriale.
mario porreca

21/09/2011 18:42: COMPETENZE
Secondo la Sentenza Cassazione 6402/2011 i geometri non possono progettare "modeste costruzioni civili" con struttura portante in cemento armato e in ferro. Per quale motivo IL DIPARTIMENTO X DI ROMA (PERMESSI DI COSTRUIRE) RILASCIA PERMESSI DI COSTRUIRE TIMBRATI DA PROGETTISTI CHE NON SONO ARCHITETTI MA SONO GEOMETRI ? ESSENDO QUESTE OPERE IN CEMENTO ARMATO ? L'ordinamento professionale, RD 274/1929 art.16, consente ai geometri di progettare "modeste costruzioni civili...CHE COSA VUOL DIRE MODESTE COSTRUZIONI CIVILI ? QUANTI MC ? PERCHE ACCATASTANO LE LORO "VILLETTE" COME VILLINI (A7) ? NON MI SEMBRA CHE SIANO MODESTE COSTRUZIONI CIVILI ?
Arch. Cristiano Paneni

vedi anche:

Geometri senza cemento armato

Sentenza 6402/2011 - rassegna stampa

Una proposta per rilanciare l'Architettura

Progettazione & Codice Appalti - EeT Progetti e Concorsi

Il geometra laureato

di Enrico Milone

Il geometra solo per progetti leggeri

Tar Campania - sentenza 9772/2010 - rass.stampa

Ennesimo tentativo di sparigliare il gioco(!)

Nuovo Ddl geometri - di Aldo Olivo

Progettazione e competenze professionali

Precisazione Federazione Ordini Architetti PPC Lazio

Competenze: sì al confronto, no ai blitz

DDL geometri - Lettera Ordine Architetti Roma

Nuovo anno, vecchi problemi

Sentenza Cassazione 19292/2009 - di A. Olivo

Architetti contro l'esercizio abusivo

Sentenza Cassazione 19292/2009 - di E. Milone

Il laureato non è un ausiliario del tecnico

Competenze professionali - breve rassegna stampa


data pubblicazione: mercoledì 6 aprile 2011
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Architettura sul web I geometri non possono progettare in c.a.