L’innovazione nel mercato europeo delle costruzioni

Horizon 2020 e la ricerca nel settore edilizio in Italia una opportunità da non perdere

La probabile ripresa del Settore delle Costruzioni per il 2015 coincide con l'avvio del Programma di Ricerca Comunitario 2014-2020 intitolato Horizon 2020. Molteplici elementi fanno ritenere che le politiche governative vedano nella Riqualificazione Energetica e nel Miglioramento Sismico del patrimonio immobiliare pubblico e privato, il fuoco della iniziative legislative e amministrative da adottare, così come accade in molti Paesi Europei, specie in materia di Carbon Factor.

Gli istituti organizzatori dell'evento ritengono, però, che il fenomeno in atto non possa essere semplicemente osservato con soddisfazione, ma che sia necessario contribuire a orientare virtuosamente il processo di riconfigurazione del Comparto che altrove è stato interpretato come la transizione dall'Industria delle Costruzioni all'Industria dell'Ambiente Costruito, esteso alla scala urbana e infrastrutturale.

Le politiche governative potrebbero, del resto, essere preordinate a un esito di medio e di lungo termine, qualora utilizzassero i risultati di breve periodo per originare un sistema informativo sullo stato di funzionalità e di disponibilità degli immobili pubblici strumentali finalizzato al Ciclo di Vita.

Tutto ciò richiede una regia e un coordinamento di carattere sistemico che veda convergere le direttive sulla formazione professionale continua dei Consigli Nazionali, i contenuti formativi delle Parti Sociali a proposito delle Scuole Edili, i programmi educativi di Atenei o di Istituti Tecnici Superiori. L'obiettivo di una Strategia Industriale per le Costruzioni a medio periodo, da declinare entro l'Economia Digitale, non può, infatti, essere che quella incentrata sulla generazione di Catene di Fornitura, capace di favorire processi aggregativi in termini dimensionali ed economici e in termini conoscitivi, basati sulle logiche finanziarie e contrattuali del Performance-Based Contracting e della Public Private Partnership e sul fatto che, in definitiva, la Digitalizzazione del Settore delle Costruzioni sarà imperniata sull’accesso visuale (tridimensionale) ai dati computabili e alle informazioni.

A questo fine, i contenuti dei documenti orientativi di Horizon 2020 per l'Efficienza Energetica degli Edifici costituiscono un prezioso punto di indirizzo per la comprensione dell'evoluzione del Mercato delle Costruzioni e del Prodotto Immobiliare nell'ambito della centralità dell'utenza e della dimensione distrettuale urbana e la partecipazione alle Call Comunitarie permetterebbe di avviare un processo di internazionalizzazione delle piccole e delle medie realtà professionali e imprenditoriali che, in una prospettiva di integrazione, possano dar vita a un brand RehabItaly in grado di operare in sinergia con il Settore del Design nell'ottica del Life Style Italiano sui mercati europei e internazionali.

La Ricerca e l'Innovazione di Processo, di Prodotto e di Progetto ritornano, infatti, dopo molto tempo, a essere fattori competitivi.

L'iniziativa vorrebbe preludere alla diffusione dello scenario di opportunità che offre Horizon 2020 per l’innovazione nel settore delle costruzioni, e inoltre l’avvio di una fase costitutiva per un Hub che offra analisi di mercato, supporto alla partecipazione alle Call di Ricerca, disseminazione dei risultati conseguiti.

Home Eventi L’innovazione nel mercato europeo delle costruzioni
torna alla home page
www.architettiroma.it