Documenti

Linee Guida per la valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale - Allegati

 
Il presente documento trae origine da un’intesa istituzionale tra il Dipartimento della Protezione Civile e il Dipartimento per i Beni Culturali e Paesaggistici (Direzione Generale per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali), in attuazione del Decreto Interministeriale 23 maggio 2005, finalizzato all’elaborazione delle Linee Guida per l’applicazione al patrimonio culturale della normativa tecnica di cui all’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri 20 marzo 2003, n. 3274. Il documento, elaborato dal Gruppo di Lavoro istituito con il Decreto Interministeriale, è stato trasmesso per un parere al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che ha formato una Commissione Istruttoria, la quale lo ha esaminato ed ha apportato alcune significative modifiche. Questo documento costituisce il testo emendato, allegato al parere n. 66 dell’Assemblea Generale del Consiglio Superiore dei LL.PP., reso nella seduta del 21 luglio 2006. Esso viene reso pubblico per favorire la diffusione delle conoscenze in materia di rischio sismico dei beni culturali, in attesa di una formale adozione. continua
 
 

Raccomandazioni per l'analisi, conservazione e restauro strutturale dei beni architettonici

 
Spesso i codici moderni e le normative sulle costruzioni attualisono tali da non essere applicabili al patrimonio architettonico esistente il quale, per la sua natura e per la sua storia, risulta essere più complesso e ricco di implicazioni di cui non si può non tenere conto.
Raccomandazioni specifiche, dunque, non solo sono auspicabili, ma si rendono necessarie per stabilire i procedimenti secondo cui condurre le analisi, prendere le decisioni ed effettuare le scelte in un quadro di coerenza scientifica e culturale; esse si propongono di rappresentare una guida utile per chiunque si occupi dei problemi della conservazione e del restauro, ma è evidente come esse non possano sostituire la conoscenza acquisibile da testi storici, scientifici e tecnici.
Le Raccomandazioni presentate in questo documento sono suddivise in due parti: i Principi, ove vengono presentati i concetti base della conservazione e del restauro e le Linee guida, ove vengono esposte le procedure e le metodologie da seguire negli studi preliminari e nella progettazione.