Analisi e gestione del patrimonio paesaggistico

Master universitario

Milano
Novembre 2007 - ottobre 2008

 

Il Master si colloca all’interno dei programmi di aggiornamento professionale e di formazione specialistica sui temi dell’architettura del paesaggio che si è diffuso negli ultimi anni in Europa e che comprende sia la progettazione di nuove parti
di territorio, sia la riqualificazione di quelle degradate.
Il corso è promosso da un gruppo di ricerca del Politecnico di Milano che da tempo svolge attività di studio nei settori della pianificazione e della progettazione orientata al settore paesistico. L’attività didattica già svolta presso il Politecnico di Milano ha permesso di affrontare il tema del paesaggio in alcuni dei corsi presso la Facoltà di Ingegneria Edile-Architettura e nelle due edizioni di Master FSE in “Analisi e Gestione del Patrimonio Paesistico” anni 2003 e 2004 presso il Polo Regionale di Lecco, effettuando numerosi studi sperimentali sul territorio lombardo.

 

Progetto formativo
Introducendo un innovativo e specifico approccio progettuale nell’ambito della pianificazione territoriale, basato sulla conoscenza dei soggetti insediati e della storia dei luoghi, il gruppo di lavoro si propone di promuovere l’attuazione dei contenuti introdotti dalla Convenzione Europea sul Paesaggio e di contribuire alla formazione della figura professionale di esperti e operatori nei settori della pianificazione, amministrazione, gestione parchi, turismo, sviluppo di aree deboli per un buon governo del territorio.
La Convenzione Europea del Paesaggio (Firenze 20/10/2000) e i documenti dell’EFLA (Europen Foundation for Landscape Architecture), in particolare, l’Education Policy Document, Doc. G, 1998 sottolineano come tali attività siano basate sulla conoscenza delle dinamiche naturalistiche e dei valori culturali che contribuiscono al continuo processo di formazione e trasformazione dei paesaggi.

 

Anche la Regione Lombardia, approvando definitivamente il Piano Paesistico Regionale nel 2001 e la Legge 12/2005 per il Governo del Territorio, ha dato l’avvio ad una serie
di attribuzioni di contenuto paesaggistico ad ogni livello della pianificazione (compreso quello comunale, così come si configura nel PGT, Piano di Governo del Territorio) e ha
introdotto il criterio che ogni progetto debba essere valutato in termini paesistici.

 

In tal senso sono state avviate le procedure di attuazione e verifica della normativa vigente da parte degli Enti Locali , in particolare Province e Comuni, chiamati ad aggiornare i propri strumenti di pianificazione ai disposti paesaggistici così introdotti e recentemente confermati a livello nazionale dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, nonché a istituire e disciplinare al proprio interno le Commissioni per il Paesaggio che esprimono parere obbligatorio in merito alle autorizzazioni
paesaggistiche.
Il Master, pertanto, in ottemperanza agli indirizzi formativi della Regione Lombardia, si propone la formazione della figura di “Esperto in materia di tutela paesistico-ambientale”, così come istituita dalla L.R. n°18 del 9 giugno 1997 (art. 5) e prevista all’interno delle suddette Commissioni.
Tale compito si è rivelato sempre più delicato e fondamentale tanto più le norme hanno dato avvio al processo di sussidiarietà che vede gli Enti Locali caricati della delicata responsabilità di garantire la coerenza dei processi di trasformazione del territorio con gli indirizzi di tutela e sviluppo dettati dai suddetti documenti europei e nazionali. Ne consegue la necessità di preparare figure professionali in possesso di competenze pluridisciplinari, in grado di operare nelle diverse fasi di elaborazione e gestione degli
strumenti di governo, quali i Piani di Governo del Territorio comunali e i Piani Territoriali di Coordinamento Provinciali, coerenti con il Piano Territoriale Regionale, i Piani di Parco, i Programmi Integrati di Intervento e i relativi processi di Valutazione Ambientale Strategica cui ciascuno di essi è soggetto.

 

Sbocchi professionali
Il Master si rivolge ai tecnici, liberi professionisti e funzionari di Enti Pubblici, che operano all’interno dei processi di governo del territorio, sia in ambito progettuale che gestionale, chiamati, alla luce della nuova Legge 12/2005 per il Governo del Territorio e
successive modificazioni e integrazioni, a predisporre, valutare e gestire i criteri di tutela e trasformazione del paesaggio ai diversi livelli territoriali; ciò in special modo in vista della redazione del “Quadro conoscitivo del territorio comunale” da redigersi a
supporto dei PGT, così come disposto dall’art. 8 della citata l.r. 12/2005.

 

Organizzazione della didattica
Sono previsti corsi allo scopo di dare i fondamenti conoscitivi necessari, integrati, eventualmente, da esercitazioni. Fanno parte dell’attività didattica sopralluoghi e visite di studio. Per alcune tematiche saranno organizzati specifici workshop intensivi e
seminari didattici.
L’attività sarà impostata inoltre su esperienze di Laboratorio cui partecipino, come integrazione operativa, diverse discipline.
Il lavoro di Laboratorio sarà costituito da attività sul campo e sarà effettuato in stretta relazione con i tirocini previsti in partecipazione con Enti Pubblici operanti sui temi paesaggistici.
Sarà data attenzione all’uso di strumenti tecnologici e informatici innovativi per la lettura e il monitoraggio dei caratteri e delle trasformazioni del territorio ai fini di una gestione informata del paesaggio (postazioni web-cam, strumenti GIS e per la realizzazione di DTM, SIT, cartografia numerica, ecc.).
Campi disciplinari e insegnamenti
L’attività didattica organizzata in lezioni frontali e seminari sarà suddivisa in cinque moduli didattici con i seguenti insegnamenti:

 

Modulo 1:
Storia del territorio e del paesaggio
Geografia umana
Teoria e fonti della ricerca storica paesaggistica
Storia e teoria della tutela del patrimonio storico
Storia dei giardini e delle architetture vegetali
Elementi di Storia dell’architettura, della città e del paesaggio
Analisi dei sistemi insediativi

 

Modulo 2:
Conservazione; valorizzazione del paesaggio e prefigurazione di nuovi paesaggi
Tecniche di progettazione delle aree verdi
Fondamenti e applicazioni di Ingegneria naturalistica
Tutela, progettazione e gestione del paesaggio
Architettura dei parchi urbani
Sistemi verdi attrezzati
Ecomusei e musei diffusi sul territorio

 

Modulo 3:
Strumenti per il governo del paesaggio

Estimo ambientale
Strumenti e metodi di programmazione e gestione del territorio e del paesaggio
Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)
Elementi di normativa per il paesaggio
Tutela del paesaggio
Processi decisionali e modalità partecipative

 

Modulo 4:
Elementi di disegno e rappresentazione per il paesaggio

Strumenti informatici per la rappresentazione del paesaggio
Sistemi Informativi Territoriali
Disegno del paesaggio
Tecniche di comunicazione del paesaggio
Topografia, fotointerpretazione e telerilevamento

 

Modulo 5:
Fondamenti di ecologia e struttura naturalistica ambientale

Ecologia
Botanica sistematica
Arboricoltura
Analisi dei suoli

 

Laboratorio di sintesi finale
Sono previsti approfondimenti e simulazioni di analisi e progettazione da effettuare in un Laboratorio in cui gli allievi possano fare concrete esperienze su realtà territoriali che
presentano caratteri paesistici particolarmente sensibili. Le attività si svolgeranno con il contributo dei diversi campi disciplinari in parallelo alla didattica e con lavoro svolto sia in aula che sul campo.

 

Tirocinio
Al termine delle fasi di attività didattica è previsto un periodo di tirocinio durante il quale sarà possibile per gli allievi sperimentare diverse possibili applicazioni delle tecniche
acquisite presso Enti che operano nei processi di analisi e gestione del paesaggio.

 

Svolgimento e durata
Le attività del Master si svilupperanno complessivamente nell’arco di 12 mesi a partire dal 20 novembre 2007 con termine il 31 ottobre 2008.
Il monte ore previsto per un totale di 1.500 è così ripartito:
Ore formazione in aula: 295
Ore laboratorio: 232
Ore stage: 273
Ore di studio individuale: 700
Le lezioni si svolgeranno il venerdì dal 23-11-2007 al 27-06-2008 su 8 ore giornaliere.
Le attività di laboratorio si svolgeranno il sabato dal 24-11-2007
al 28-06-2008.
Ulteriori attività, quali workshop, seminari didattici, incontri con i docenti per la revisione degli elaborati personali e colloqui frontali, saranno attivate con comunicazione opportuna agli allievi. Tali iniziative potranno essere programmate il giovedì
pomeriggio.
La partecipazione al Corso corrisponde a 60 Crediti Formativi.
Il conseguimento del titolo di Master è subordinato alla frequenza minima pari al 75% del totale delle ore.

 

Requisiti richiesti
Il Master è riservato a candidati in possesso di Diploma universitario o Laurea V.O. o Laurea o Laurea Specialistica/Magistrale N.O. in Architettura, Pianificazione territoriale,
Ingegneria Civile, Ingegneria Edile, Ingegneria Edile-Architettura; Ingegneria Ambientale, Ingegneria Forestale, Scienze Agrarie, Scienze Forestali, Scienze Naturali, altri laureati provenienti da percorsi universitari nei quali sia preminente la
problematica della tutela del paesaggio, purché compatibili con il percorso didattico e/o dotati di curriculum vitae coerente.
Per i candidati stranieri verranno considerati i titoli di studio equivalenti nei rispettivi ordinamenti degli studi.

 

Modalità di partecipazione
La domanda di ammissione, in carta semplice corredata da curriculum e titoli maturati, unitamente a copia del certificato di laurea e di un documento d’identità, deve
essere inviata entro il 31 ottobre 2007
al:
Dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano, c.a. dott.ssa Marina Bonaventura.
oggetto: “Master in Analisi e Gestione del Patrimonio Paesistico”

per posta:
Via Bonardi, 3 - 20133 Milano
per e-mail: marina.bonaventura@polimi.it
per fax: 02.2399.5435

Quota di iscrizione al Politecnico di Milano e partecipazione al corso Master € 2.500,00
(I rata 16/11/2007 €1.500,00)
(II rata 31/01/2008 €1.000,00)

 

Per Ulteriori Informazioni:
Politecnico di Milano
DiAP – Dipartimento di Architettura e Pianificazione
dott.ssa Marina Bonaventura
Via Bonardi, 3
20133 Milano
Tel. 02.23995165
Fax 02.23995435
E-mail:
marina.bonaventura@polimi.it
Sito web:
www.paesaggio.info

 

DOMANDA DI AMMISSIONE


data pubblicazione: venerdì 12 ottobre 2007
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Formazione Analisi e gestione del patrimonio paesaggistico