Valorizzazione e gestione dei Centri Storici

Orvieto, da maggio 2009

Università degli Studi di Roma "La Sapienza"
Facoltà di Architettura  "Ludovico Quaroni"
Fondazione per il Centro Studi "Città di Orvieto" 

 

Proroga dei termini per la presentazione delle Domande di ammissione

Si comunica che i termini per la presentazione delle domande di ammissione al Master sono stati prorogati a MARTEDI' 31 MARZO 2009. 

 

Il Master segue un percorso centrato sul concetto di valorizzazione, che include problematiche complesse di natura interdisciplinare. Si fa riferimento alla programmazione integrata delle risorse, allo sviluppo locale, alla elaborazione di programmi fattibili e sostenibili attraverso par¬tnership pubblico/private, alla ri-costruzione delle identità locali. L'acronimo ACT (AmbienteCulturaTerritorio) registra l'estensione dei contenuti del Master alla contestualizzazione territoriale e ambientale dei centri storici e ai processi di valorizzazione culturale e paesaggistica. Il rapporto privilegiato con l'amministrazione di Orvieto, che sostiene il Master, costituisce un riferimento fondamentale rispetto a una realtà concreta sulla quale poter sperimentare modalità innovative e fattibili d'intervento.


Com'è organizzato il Master? (frequenza, didattica, tesi)
Il Master è aperto a tutte le lauree di secondo livello. Il corso è articolato in 11 settimane residenziali (una settimana al mese a Orvieto, da maggio 2009 ad aprile 2010, escluso agosto). Questa formula consente di disporre di tempo sufficiente da dedicare alla didattica e alle attività di laboratorio, senza dover abbandonare la propria vita lavorativa e personale. E' comunque possibile iscriversi a singoli moduli con il rilascio di un attestato pari a 21 crediti formativi. Nella prima parte del corso, da gennaio a giugno, vengono presentati gli argomenti da parte di docenti universitari, professionisti, aziende e amministrazioni. Insieme alle lezioni frontali, si procede con le attività di laboratorio. L'obiettivo è di produrre, alla fine del corso, una tesi riguardante un programma di valorizzazione per l'area orvietana, il cui ambito di applicazione può variare dalla scala comunale a quella di area vasta. In tale contesto, è possibile utilizzare le conoscenze e i materiali specifici messi a disposizione dal Master, dialogare con le amministrazioni e con gli operatori economici dell'area, effettuare sopralluoghi guidati al fine di costruire un quadro strategico all'interno del quale contestualizzare i singoli programmi. Per rendere più realistico il percorso di elaborazione della tesi viene organizzato un "gioco di ruolo" in cui i corsisti sono chiamati a rivestire i panni di professionisti incaricati dalle amministrazioni, o dai soggetti economici, di predisporre, organizzati in gruppi di lavoro, il programma stesso. La seconda parte del corso, a partire dal mese di luglio, è organizzata attraverso lezioni frontali ed esercitazioni finalizzate ad approfondire i temi affrontati dai corsisti nei loro programmi e a supportarne la definizione. Il Master si chiude ad aprile con l'elaborazione della tesi che, come sopra esplicitato, viene preparata nel laboratorio durante l'anno.

 

Chi sono i docenti del Master?
Il Master è attento a rilevare innovazioni ed esperienze, nonché a coinvolgere nella didattica figure appartenenti al mondo accademico e soprattutto professionale. Su questo argomento può essere utile la consultazione del sito, nel quale sono riportati i calendari delle attività dei cicli precedenti ed i relativi docenti. Questa articolazione delle figure docenti è finalizzata a proporre un mix formativo che consenta di entrare dentro le esperienze, individuarne fattori di successo e rischi.

 

Si tratta di un master professionalizzante?
Il ricorso alla programmazione integrata, inserita in un contesto di pianificazione strategica,  nonché l'attenzione alla fattibilità/sostenibilità degli interventi consentono di acquisire metodi e  pratiche che riguardano anche contesti territoriali di applicazione diversi dai centri storici. Questa circostanza, insieme all'interdisciplinarietà e al lavoro di gruppo, costituisce un fattore  di successo rispetto alla formazione di figure competenti richieste da parte delle  amministrazioni pubbliche, del mondo professionale, delle società di consulenza. Questa pratica viene sperimentata, oltre che nel laboratorio, anche nelle esperienze di stage, che  vengono opportunamente scelte rispetto alle esigenze del corsista, al collegamento con il mercato del lavoro, alla validità dell'inserimento nella specifica attività dell'en-te ospitante lo  stagista. Tale attenzione rivolta alla ricerca di valide soluzioni di stage è stata "premiata" dal  proseguimento - oltre il periodo del Master - di numerosi rapporti tra stagisti ed enti, sotto  forma di contratto. Inoltre, il Master e la sua struttura continuano a costituire punto di  riferimento per i corsisti anche a ciclo concluso, per informazioni su iniziative e attività culturali, partecipazione a convegni, borse di studio all'estero, partecipazione a ricerche e  organizzazione di eventi.

 

Perché a Orvieto?
L'organizzazione per settimane residenziali consente una presenza continuativa, la  possibilità di instaurare rapporti di amicizia tra corsisti (che provengono da tutte le regioni  italiane) e di frequentare, senza problemi di orari assillanti, i docenti e quanti intervengono  al Master. Va evidenziata, inoltre, l'ottima accessibilità di Orvieto (linea ferroviaria Roma-Firenze e A1). Tutto questo nella stupenda cornice della città, con la sede del Master a fianco del Duomo!

 

Di quali altre attività il master si fa promotore?
Il Master si apre all'esterno in diversi modi. In primo luogo le tesi di diploma vengono  presentate in una manifestazione cittadina. Questo consente al Master di interloquire in maniera attiva con la comunità orvietana. Ogni anno viene organizzato un convegno nazionale, a Orvieto, sulla valorizzazione dei centri storici minori per confrontare esperienze e programmi, divenuto punto di riferimento a livello nazionale su questi temi. Inoltre il  Master "esce" sul territorio a portare le sue esperienze e il suo know how.

 

Quali i costi da sostenere?
Il costo del Master è di 4.000 euro. E' prevista l'assegnazione di alcune borse di studio a copertura parziale del costo di iscrizione. Inoltre, la permanenza a Orvieto è facilitata dall'attivazione di convenzioni con alcune strutture ricettive locali.

 

Il Direttore, Proff.ssa Manuela Ricci: masteract@uniroma1.it

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE
La domanda di ammissione al Master dovrà pervenire entro e non oltre il 31 marzo 2009.

 

Per Ulteriori Informazioni e Iscrizioni:
Prof.ssa Manuela Ricci 335/8015744;
Arch. Roberta Lazzarotti 328/4311477; 
Arch. Ferruccio Della Fina 347/5775373
Sito web:
http://w3.uniroma1.it/arcorvieto

 

SCARICA IL BANDO


data pubblicazione: martedì 9 dicembre 2008
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Formazione Valorizzazione e gestione dei Centri Storici