Opportunità in Egitto

A seguito di un'iniziativa lanciata da BIIS (Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo) appartenente al gruppo bancario Intesa San Paolo, nel corso del 2010 sono state verificate le opportunità di investimento in Egitto nel campo delle infrastrutture. Il gruppo Intesa San Paolo detiene l'80% di Bank of Alexandria, la terza maggiore banca egiziana che annovera tra i suoi clienti alcune tra le maggiori imprese di costruzione egiziane.

In una prima missione di BIIS in Egitto, svoltasi agli inizi del 2010, la delegazione italiana ha incontrato i massimi esponenti dei Ministeri egiziani incaricati di attuare un rinnovamento delle infrastrutture presenti nel Paese, a cui ha richiesto una lista di progetti finanziabili facenti parte del programma di rinnovamento dei prossimi anni.

BIIS ha invitato l'ANCE a coinvolgere le imprese italiane, l'Ordine degli Architetti PPC di Roma e l'OICE al fine di costituire una filiera italiana completa con cui strutturare le partecipazioni ai tenders previsti dal Governo egiziano o con cui auspicamene andare a trattativa privata (in Egitto non esiste ancora l'obbligo di appalto tramite gare pubbliche). 

Il Governo egiziano ha stabilito somme consistenti da investire nelle opere infrastrutturali finanziando anche gli studi di fattibilità necessari. I dati presentati dal Ministero delle Finanze egiziano dimostrano che l'investimento per 17 progetti da realizzare in PPP per il periodo 2009-2013 ammonta a 15 miliardi $ US di cui il 10-15% proveniente dalla partecipazione del settore privato. Anche il Ministero degli Esteri italiano dispone per l'Egitto di numerosi strumenti per il settore Cooperazione e Sviluppo mentre la Banca Mondiale sta strutturando per il 2011 un fondo dedicato esclusivamente all'Egitto di circa 250 MLN Euro.

I Ministeri interpellati hanno consegnato a BIIS una lista di operazioni in Public Private Partnership (PPP), alcune delle quali già in atto a livello progettuale. Trattasi di progetti per ferrovie, autostrade, impianti di trattamento rifiuti/acque, porti, ospedali, aeroporti, scuole e centri commerciali. 

Nel maggio 2010 BIIS ha organizzato a Roma un round-table italo-egiziano, a cui hanno partecipato l'amministratore delegato di BIIS, il Presidente di Bank of Alexandria, alti funzionari dei Ministeri egiziani, il vice Presidente e Presidente del Comitato Estero di ANCE, il Presidente dell'Ordine degli Architetti PPC di Roma e Provincia ed il vice Presidente dell'OICE.  Durante l'incontro la delegazione egiziana ha illustrato la nuova legge nazionale che regola lo strumento del PPP ed una lista aggiornata di progetti previsti per i prossimi anni. 

A seguito di questo round-table BIIS ed ANCE hanno concordato di organizzare una missione in Egitto per i giorni 18-20 Ottobre 2010 coinvolgendo in questo stadio solo le istituzioni italiane e qualche selezionata impresa. Tale missione avrà lo scopo di approfondire i progetti di interesse con i Ministeri preposti, acquisendo i contatti fondamentali ad avviare una procedura in joint-venture con partners locali. L'OAR e l'OICE potranno contemporaneamente contattare le organizzazioni loro omologhe per sancire alleanze e strategie comuni.


data pubblicazione: giovedì 16 settembre 2010
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Professione Progetto Internazionalizzazione Opportunità in Egitto