Newsletter Bulgaria Settembre 2014

GLI ARCHITETTI: I LAVORI DI RINNOVAMENTO DELLE ABITAZIONI POTREBBE RISULTARE LA VIA D'USCITA DALLA CRISI ECONOMICA

La Camera degli Architetti in Bulgaria ha dichiarato che gli interventi volti al miglioramento dei palazzi in Bulgaria potrebbe rivelarsi il segreto per l'uscita dalla crisi e soluzione delle problematiche sociali ed ecologiche stimolando l'economia del Paese

I lavori sulla ristrutturazione del patrimonio abitativo con provvedimenti volti all'aumento dell'efficienza energetica creera' nuovi posti di lavoro supportando le piccole imprese.  Cosi' la competitivita' dei produttori bulgari aumentera' e calera' invece la dipendenza del Paese dall'importazione di prodotti petroliferi, afferma la dichiarazione della Camera.

Secondo gli architteti bulgari l'efficienza energetica deve diventare una priorita' strategica  ed essere argomento con il rango della sicurezza nazionale.


BULGARIA: GIGANTE MONDIALE NELLA PRODUZIONE DI OLIO DI LAVANDA

La Bulgaria si aggiudica il prima posto per l'estrazione di lavanda e la produzione di olio di lavanda, sorpassando, negli ultimi tre anni, il leader storico, la Francia. Dal 2011 ad oggi la produzione e' raddoppiata, passando da 60 a 120 tonnellate
La coltivazione e lavorazione della lavanda è un settore in forte espansione e presenta interessanti prospettive di ulteriore sviluppo.

 

 

OUTSOURCING: PRIMO POSTO PER LA BULGARIA TRA I PAESI UE

 Nella classifica delle dieci destinazioni più attraenti per l'outsourcing
c'è un solo Paese europeo ed è la Bulgaria. Secondo la classifica della A.T Kearney, tra i 51
paesi in classifica la Bulgaria occupa il nono posto. Tale posizione è
migliorata di otto posizioni rispetto alla classifica precedente. Nel 2013 il
giro d'affari nel settore ha superato il mezzo miliardo di euro, con 20 000
persone occupate. Tale numero potrebbe quadruplicare nei prossimi anni, secondo
il presidente dell'Associazione bulgara di outsourcing.
Il Paese è tradizionalmente forte nell'outsourcing dei processi business,
IT, back office.

 

Investimenti diretti esteri in Bulgaria per il primo semestre del 2014

La Banca centrale bulgara (BNB) ha comunicato i dati (provvisori) sugli investimenti diretti esteri (IDE) in Bulgaria relativi al primo semestre del 2014. I flussi di investimento nel Paese in provenienza dall'estero sono stati di 490,7 milioni di euro, pari allo 1,2% del PIL, contro i 636,4 milioni (1,6% del PIL) dello stesso periodo del 2013, ovvero -22,9%. Per il solo mese di giugno gli IDE sono pari a 91,3 milione di euro a fronte dei 179,5 milioni del 2013.

L'Equity capital, comprendente le partecipazioni societarie e le transazioni nel settore immobiliare, ammonta a 33,9 milioni di euro, registrando un calo di 506,5 milioni rispetto ai primi sei mesi del 2013. In crescita, invece, gli utili reinvestiti: 102,2 milioni di euro rispetto a 68,7 milioni nello stesso periodo del 2013

IDE: provenienze e settori Gli investimenti diretti esteri (IDE) maggiori in Bulgaria provengono e dai Paesi Bassi (207,4 milioni), mentre i maggiori disinvestimenti sono stati quelli della Germania (-67,8 milioni di euro).
Quanto ai settori, gli IDE verso la Bulgaria hanno riguardato principalmente le voci Industria manifatturiera (203,3 milioni di euro), Immobiliare, affitti e servizi business (198,1 milioni di euro).
Edilizia (44,3 milioni di euro); fanalino di coda per Commercio (-41,3 milioni di euro), Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas, ecc (-10,1 milioni di euro) e Industria estrattiva (-6,2 milioni di euro).


Investimenti diretti bulgari all'estero Gli investimenti della Bulgaria all'estero risultano in aumento rispetto allo stesso periodo 2013 (79,9 milioni di euro contro i 62 milioni), mentre calano su base mensile (6,4 milioni di euro a giugno 2014 contro gli 11,6 milioni nello stesso mese del 2013).

 

Bulgaria: revocata tassa 20% sui ricavi da impianti fotovoltaici ed eolici

La Corte costituzionale della Bulgaria ha abolito la tassa del 20%, introdotta dal parlamento bulgaro all'inizio del 2014.

È stato il presidente della Repubblica, Rosen Plevneliev, a sottoporre, lo scorso 13 gennaio, la causa alla Corte, con parere motivato circa l'illegittimità delle disposizioni adottate in quanto in contraddizione con i principi costituzionali fondamentali e la libera iniziativa imprenditoriale (art. 19 della Costituzione), con conseguente riduzione del flusso di investimenti nel settore.

La decisione della Corte non ha valore retroattivo: non è previsto nessun risarcimento delle somme corrisposte.

vedi anche:

Concorso aperto per progetto di giardino

International Open Architectural Competition

Il cibo e l'architettura

International Open Architectural Competition

Valorizzare piazza Sveta Nedelya

Urban Concept and Architectural Design and Development

Collider Activity Center a Sofia

International Open Architectural Competition

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Comune di Stara Zagora - Comune di Karlovo

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Municipalità di Plovdiv - Comune di Dobrich

Restauro di un palazzo a Burgas

Bando di gara - procedura aperta

Museo Nazionale"Vasil Levski" a Karlovo

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Ristrutturazione complesso residenziale

Avviso di gara - Sofia Municipality

Monumento di Re Simeon Veliki

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Complesso Metrologico Nazionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sottopassaggio tra le vie di Plovdiv

Sportello Bulgaria - avviso gara

Casa delle Arti a Pernik. Bulgaria

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sala sportiva multifunzionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso gara

Piazza centrale e zona pedonale

Sportello Bulgaria - avviso di gara

Firmato accordo con la Bulgaria

Ordine Arch. di Roma - OICE - Collegio Arch. di Sofia


data pubblicazione: domenica 12 ottobre 2014
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Professione Progetto Internazionalizzazione Newsletter Bulgaria Settembre 2014