Newsletter Bulgaria Maggio 2016

SEMINARIO CONSERVARE E RESTAURARE LA MATERIA

Al restauro, settore dove l'Italia e' leader a livello mondiale, e' stato dedicato il seminario Conservare e restaurare la materia: dalle superfici decorate agli edifici storici, il 30 maggio al Museo Archeologico di Sofia e il 31 maggio all'Accademia di Belle Arti. Le prospettive di collaborazione tra Italia e Bulgaria nel settore del restauro e della conservazione, sono stati i temi centrali del seminario. Un contributo per valorizzare il ricchissimo patrimonio archeologico e artistico bulgaro. Uno scambio di esperienze e metodologie tra i due Paesi per la conservazione dei mosaici, affreschi e opere monumentali, con la partecipazione di docenti universitari, architetti specializzati nel recupero di edifici storici, e di otto aziende italiane all'avanguardia nel restauro per tecnologia, metodologie, diagnostica e nuovi materiali.
Una collaborazione tra ICE-Agenzia e tre Regioni - Veneto, Emilia Romagna e Marche - e con il prezioso supporto del Museo Archeologico di Sofia e dell'Accademia di Belle Arti.

 

SOFIA TECH PARK

Oltre 80 milioni di leva (quasi 41 mln di euro) sono stati investiti nella costruzione del primo parco tecnologico di Sofia, finanziati nel quadro del PO Competitività 2007-2013. 
E' il laboratorio l'investimento piu' sostanzioso: vi sono diverse stampanti 3D per la prototipazione rapida, di cui una macchina enorme, di grandissimo valore per l'industria meccanica, che consente la lavorazione ibrida dei metalli con estrema precisione, levigando e uniformando le superfici. Nel mondo ci sono solo sei esemplari e la Bulgaria è uno dei due Paesi in Europa ad avere una tale stampante. La macchina è in fase di prova da scienziati dell'Università Tecnica di Sofia; il primo elemento sviluppato è un distributore idraulico per l'industria automobilistica, con il prototipo fisico sara' avviata la produzione in serie.
Nel complesso sara' operativo anche un laboratorio di sicurezza informatica dove gli esperti di computer di diverse università e le aziende potranno verificare l'efficienza dei loro sistemi alle varie cyber minacce attraverso simulazioni di attacchi informatici e certificazione dei dispositivi. Il laboratorio e' dotato anche di una gabbia di Faraday per eliminare le influenze elettrostatici ed elettromagnetici.
Un'altra gemma del Parco e' il centro biofarmaceutico, con vari laboratori per la fecondazione in vitro, l'estrazione di prodotti naturali e la sintesi di composti bioattivi, il calcolo ad alte prestazioni nella realtà virtuale, l'intelligenza artificiale e le micro nanotecnologie.

C'è grande interesse da parte delle imprese, bulgare e straniere, verso l'attivita' di ricerca e sviluppo nel parco tecnologico. Ogni azienda potra' utilizzare l'infrastruttura e l'esperienza dei gruppi di ricerca, ha detto Elitsa Karadjova, capo del complesso del laboratorio. Termini e condizioni saranno resi noti entro un mese.
Sono 50 le start-up interessate ad unirsi a Sofia Tech Park, di cui 12 gia' presenti ed attivi. Per poter far parte del Polo tecnologico, le aziende devono operare nei settori dell'informatica, dell'energia verde, delle scienze naturali (prodotti farmaceutici, biofarmacia, microbiologia, biotecnologie) o dell'assistenza sanitaria. Il 30% del loro lavoro sarà focalizzato sulla ricerca. Dovranno realizzare il loro business concept sul mercato nel giro di 3/5 anni e poi lasciare lo spazio a nuove aziende.
Vari saranno i servizi a disposizione delle start-up: contabilità, consulenza legale e di marketing, formazione. Entro un mese sara' scelta anche la societa' incaricata della selezione e della gestione delle start-up. Visto il grande interesse, il CEO del Parco, Julien Ivanov, ha prospettato l'idea di creare un consorzio internazionale.

 

NUOVA LEGGE SUGLI APPALTI PUBBLICI

Il 15 aprile scorso e' entrata in vigore la nuova normativa in materia di appalti pubblici. Gli emendamenti sono in linea con le direttive europee, volte all'ottimizzazione dei processi. Tra le novita':

- definizione dettagliata dei vari tipi di Committenti, dei loro raggruppamenti e dei subcontractor
- nuove procedure (tra cui procedura competitiva con negoziazione, procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara, dialogo competitivo, partenariato per l'innovazione)
- nuove soglie per indire gli appalti (per lavori - oltre 2,6 milioni di euro, per i servizi - oltre 133 mila)
- non sono ammessi i candidati con morosita' fiscale
- pagamento diretto dei subcontractor da parte del Committente
- criteri di capacita' economico-finanziaria a secondo della tipologia, del volume e delle caratteristiche dell'appalto
- unico criterio di valutazione - l'offerta economicamente piu' vantaggiosa
- digitalizzazione
- ricorsi giurisdizionali piu' veloci

Si segnala che, in quanto viene predisposta la nuova modulistica, attualmente, vengono lanciati pochissimi appalti.

 


MINISTRO ESTERI MITOV: RAPPORTI BILATERALI ECCELLENTI E DIVERSE OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO

Eccellenti rapporti bilaterali e diverse opportunità per incrementarli ulteriormente, sia sul piano economico-commerciale sia a livello culturale: così il ministro degli Esteri bulgaro, Daniel Mitov, ha descritto in un'intervista le relazioni fra l'Italia e la Bulgaria in occasione della sua recente visita a Roma, in concomitanza con la festività dei Santi Cirillo e Metodio. "Quando parliamo di relazioni bilaterali, ci riferiamo anche all'apertura di istituti culturali, al trovare la migliore struttura possibile per ospitare l'Istituto Italiano in Bulgaria e viceversa qua in Italia. Ci sono relazioni commerciali che possiamo ulteriormente migliorare, l'Italia è già il secondo maggiore partner commerciale della Bulgaria ed investitore nel paese, e ci stiamo muovendo per avere una ancora maggiore cooperazione. Credo che chiunque possa apprezzare il fatto che l'Italia e la Bulgaria siano due dei partner più stretti nell'ambito europeo", ha detto Mitov.
Secondo il ministro bulgaro sul piano economico-commerciale "ci sono molte opportunità in Bulgaria, che è probabilmente il Paese che offre le migliori condizioni per gli investimenti". Grazie a "una flat tax del 10 per cento e una aziendale sempre del 10 per cento", ha spiegato Mitov, la Bulgaria ha una "legislazione formulata per attrarre gli investimenti: molte aziende italiane sono attratte da queste condizioni e vogliono investire in Bulgaria."

 

INAUGURAZIONE STAZIONE CENTRALE FERROVIARIA DI SOFIA

Il 26 aprile e' stata aperta la Stazione centrale, ristrutturata ed ammodernata ad opera del consorzio bulgaro GBS-Centralna gara Sofia, per un totale di 62 milioni di leva a valere sul Programma Operativo Trasporti 2007-2013.
E' stato il primo intervento massiccio da 40 anni, con l'obiettivo di migliorare l'efficienza energetica, ivi incluso il montaggio di panelli solari sul tetto e sui binari, nonche' l'accesso delle persone disabili in ottemperanza alla normativa europea. 
Sono previste numerose aste per l'affitto degli spazi commerciali, in totale 11 mila metri quadri.

vedi anche:

Concorso aperto per progetto di giardino

International Open Architectural Competition

Il cibo e l'architettura

International Open Architectural Competition

Valorizzare piazza Sveta Nedelya

Urban Concept and Architectural Design and Development

Collider Activity Center a Sofia

International Open Architectural Competition

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Comune di Stara Zagora - Comune di Karlovo

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Municipalità di Plovdiv - Comune di Dobrich

Restauro di un palazzo a Burgas

Bando di gara - procedura aperta

Museo Nazionale"Vasil Levski" a Karlovo

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Ristrutturazione complesso residenziale

Avviso di gara - Sofia Municipality

Monumento di Re Simeon Veliki

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Complesso Metrologico Nazionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sottopassaggio tra le vie di Plovdiv

Sportello Bulgaria - avviso gara

Casa delle Arti a Pernik. Bulgaria

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sala sportiva multifunzionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso gara

Piazza centrale e zona pedonale

Sportello Bulgaria - avviso di gara

Firmato accordo con la Bulgaria

Ordine Arch. di Roma - OICE - Collegio Arch. di Sofia


data pubblicazione: martedì 14 giugno 2016
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Professione Progetto Internazionalizzazione Newsletter Bulgaria Maggio 2016