Newsletter Bulgaria Ottobre e Novembre 2017

 

BULGARIA n° 2 PER GLI INVESTIMENTI SU PIANO JUNCKER
La Bulgaria è il secondo Paese per la grandezza degli investimenti finanziati attraverso il Fondo Europeo per gli investimenti strategici (FEIS, ovvero Piano Juncker), superato soltanto dall'Estonia. Nella top 5 si posizionano anche Grecia, Portogallo e Spagna.
Secondo gli ultimi dati pubblicati dalla Banca Europea per gli Investimenti, il finanziamento destinato alla Bulgaria attraverso il FEIS ammonta a 344 milioni di euro. Il valore totale degli investimenti avviati, usufruendo delle garanzie finanziarie del Piano Juncker, è stimato a 1,561 miliardi di euro.
Il rapporto tra gli investimenti avviati e il PIL della Bulgaria classifica il Paese alla 2° posizione tra tutti i membri UE. Ben 6047 piccole imprese e start-up bulgare potranno usufruire dello strumento finanziario agevolato.


CRESCITA DEGLI INVESTIMENTI DI +140% NELLE ZONE INDUSTRIALI BULGARE
La Compagna Nazionale Zone Industriali ha annunciato una crescita del 140% degli investimenti nelle zone industriali statali. Solo nella zona economica Bozhurishte (vicino a Sofia) in un anno sono stati firmati 8 contratti con aziende bulgare e straniere per progetti con un valore complessivo di 134,7 milioni di euro. Durante il 2017 la zona economica Bozhurishte si è ingrandita di 11,5 ettari. Tra i progetti più importanti rientrano quelli di Jysk (102 milioni di euro), Multivac (18,9 milioni), Lulis Mel (9,2 milioni) e Agripres (3,3 milioni).
La seconda zona più attraente è quella di Burgas, dove hanno investito City Gas (2,5 milioni di euro), Olimp (1,7 milioni), Rotoplast (1,5 milioni), Hydrobeton (1,4 milioni).
Il focus nei prossimi anni sarà la creazione di nuove zone industriali a Varna, Vidin, Sandanski e Kardzhali.


AZIENDE-GIGANTI AMERICANE INTERESSATE PER LA BULGARIA
13 aziende americane con un fatturato annuo di 130 miliardi di dollari sono interessate a
investire in Bulgaria nei settori dell'agricoltura, del farmaceutico, del tecnologico e dell'alimentare, tra cui Coca-Cola, Motorola e altri giganti. La delegazione americana è stata ricevuta dal Primo Ministro Boyko Borisov e, successivamente, del Presidente della Repubblica Rumen Radev.
Il Primo Ministro ha presentato alle imprese americane le opportunità di investimento, gli incentivi disponibili per le aziende e anche le misure adottate dal Governo per migliorare l'ambiente imprenditoriale. Sono gia'in corso i preparativi per tre progetti, uno dei quali prevede un investimento di 150 milioni di euro nel terminale di grano a Tutrakan, da parte della società ADM.

 

INDUSTRIA TESSILE IN FORTE CRESCITA
Due fabbriche di sartoria a Plovdiv ed una a Panagyurishte, che lavorano per conto terzi, cuciono le ultime collezioni d?l brand italiano Armani. L'industria tessile in Bulgaria è in forte crescita, con più di 27 mila dipendenti impiegati in circa 1200 aziende.
Il settore è prevalentemente orientato all'esportazione. La maggior parte degli investimenti stranieri nel settore proviene dall'Italia, dall'Europa Occidentale e dagli Stati Uniti. Si cuce per conto di famosi brand come Armani, MaxMara, Marella, MAX&Co, Marina Rinaldi, ecc.


IN RIALZO LA CRESCITA DELL'ECONOMIA BULGARA

La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) ha rivisto in rialzo le sue previsioni per la crescita del PIL bulgaro.
Le nuove stime per il 2017 sono aumentate dello 0,3% fino a 3,5% per il 2017 e dello 0,2% fino a 3,2% per il 2018. La crescita economica sarà trainata dai consumi privati e dagli investimenti.
Fattori che rafforzano la crescita sono il mercato di lavoro, l'aumento dello stipendio medio del 10% circa e la maggiore fiducia dei consumatori.


CRESCITA DEGLI INVESTIMENTI E DELLE ESPORTAZIONI NEL SETTORE METALLURGICO

Uno dei settori chiave per l'economia bulgara, quello metallurgico, ha segnato valori record nel 2016. Gli investimenti nel settore ammontano a 3,5 miliardi di euro, creando 432 milioni circa di valore aggiunto.
Stando sulle parole del Presidente dell'Associazione Bulgara dell'Industria Metallurgica, Anton Petrov ci sono dei dati molto positivi anche per le esportazioni di metalli, che nell'anno scorso hanno raggiunto 2,5 miliardi di euro. I 13 mila occupati nel settore creano il 5% del PIL bulgaro. 

vedi anche:

Concorso aperto per progetto di giardino

International Open Architectural Competition

Il cibo e l'architettura

International Open Architectural Competition

Valorizzare piazza Sveta Nedelya

Urban Concept and Architectural Design and Development

Collider Activity Center a Sofia

International Open Architectural Competition

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Comune di Stara Zagora - Comune di Karlovo

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Municipalità di Plovdiv - Comune di Dobrich

Restauro di un palazzo a Burgas

Bando di gara - procedura aperta

Museo Nazionale"Vasil Levski" a Karlovo

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Ristrutturazione complesso residenziale

Avviso di gara - Sofia Municipality

Monumento di Re Simeon Veliki

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Complesso Metrologico Nazionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sottopassaggio tra le vie di Plovdiv

Sportello Bulgaria - avviso gara

Casa delle Arti a Pernik. Bulgaria

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sala sportiva multifunzionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso gara

Piazza centrale e zona pedonale

Sportello Bulgaria - avviso di gara

Firmato accordo con la Bulgaria

Ordine Arch. di Roma - OICE - Collegio Arch. di Sofia


data pubblicazione: giovedì 7 dicembre 2017
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Professione Progetto Internazionalizzazione Newsletter Bulgaria Ottobre e Novembre 2017