Newsletter Bulgaria Gennaio 2018

 

AGRICOLTURA E FONDI SVILUPPO RURALE
Negli ultimi anni la Bulgaria ha registrato il più alto incremento del numero di terreni destinati all'agricoltura biologica nell'ambito dell'Unione Europea. Tra il 2010 e il 2016 i terreni sono aumentati del 35%, sulla base dei dati forniti dalla Commissione europea. Alla Bulgaria, posizionatasi al primo posto, segue la Croazia.
Al 30 dicembre 2017 i fondi assorbiti nell'ambito del Programma per lo sviluppo rurale hanno raggiunto l'8,94%, secondo quanto pubblicato sul sito del Fondo nazionale per l'agricoltura. I fondi comunitari corrisposti ammontano a 154,3 milioni di euro e insieme al cofinanziamento nazionale raggiungono l'importo di 179,8 milioni di euro.
Alla fine dello scorso anno sono stati accordati altri 734 milioni di euro tra fondi UE (595 mln. di euro) e cofinanziamento nazionale (139 mln. di euro). I fondi complessivi disponibili nell'ambito del Programma per lo sviluppo rurale 2014-2020 ammontano a 2,8 miliardi di euro.


471,5 MILIONI DI EURO NEL SETTORE FERROVIARIO

L'Unione europea ha investito 471,5 milioni di euro, tratti dai fondi di coesione, per lo sviluppo del tratto ferroviario tra le città di Elin Pelin e Kostenets, nella Bulgaria occidentale. Lo rende noto un comunicato della Commissione Europea.
Il tratto fa parte della linea ferroviaria ad alta velocità tra le due città più grandi della Bulgaria- Sofia e Plovdiv, lungo il corridoio Orient/East-Med della rete transeuropea dei trasporti (Ten-T). Il corridoio attraversa sei paesi, partendo da Berlino ed arrivando fino ad Atene, creando importanti connessioni ferroviarie nei paesi dell'Europa Centrale e Meridionale. "I Collegamenti ferroviari senza interruzioni per i passeggeri e per le merci stimoleranno lo sviluppo regionale in Bulgaria, e contribuiranno a costruire per le future generazioni nel Paese un'economia a basse emissioni, più competitiva", ha sottolineato il commissario UE per la Politica Regionale, Corina Cretu.
Circa 100 milioni di euro, tratti dai fondi di coesione sono stati investiti nella linea Sofia-Plovdiv nel periodo tra il 2007 e il 2013 per costruire una nuovo tratto tra le città di Septemvri e Plovdiv. Il tratto tra Kostenets e Septemvri è attualmente finanziato con 151,5 milioni di euro tramite la Connecting Europe Facility (Cef).
Una volta completati i lavori sulla linea Sofia-Plovdiv i passeggeri potranno viaggiare tra le due città in meno di 80 minuti.

DISOCCUPAZIONE STABILE A QUOTA 6,2%

Resta stabile il tasso di disoccupazione in Bulgaria che a novembre si attesta a 6,2%, come nei due mesi precedenti, restando al di sotto della media UE pari al 7,3%. A dirlo sono i dati diffusi da Eurostat.
Secondo le stime dell'ufficio statistico europeo, i senza lavoro nel Paese sono stati 210 mila, 8.000 in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. In particolare a calare è stata la disoccupazione giovanile, che a novembre è stata del 12,6%, in calo rispetto al 15,8% registrato nel novembre 2016.
Nel complesso, il tasso di disoccupazione dell'UE dei 28, indica Eurostat, a novembre 2017 è stato il più basso registrato da ottobre 2008, con 18.116 milioni di disoccupati di cui 14.263 milioni nella zona euro. Tra i Paesi dell'UE, i tassi di disoccupazione più bassi a novembre 2017 sono stati registrati nella Repubblica Ceca (2,5%), a Malta e in Germania (entrambi al 3,6%). Mentre quelli più alti sono stati osservati in Grecia (20,5% a settembre 2017) e in Spagna (16,7%).
Il tasso della disoccupazione giovanile dei 28 è calato dal 18,2% di novembre 2016 al 16,2% di novembre 2017. Il tasso più basso è stato osservato in Repubblica Ceca (5%) e Germania (6,6%), mentre il tasso più alto è stato registrato in Grecia (39,5% a settembre), Spagna (37,9%) e Italia (32,7%).

COCA-COLA APRE UN CENTRO DI SVILUPPO IT A SOFIA
Coca-Cola apre un nuovo centro di sviluppo per la tecnologia dell'informazione a Sofia. L'obiettivo è di fornire soluzioni aziendali ad alte prestazioni per Coca-Cola a livello globale con un forte focus su Europa, Medio Oriente ed Africa. Le principali aree di attività saranno per le soluzioni software per l'analisi del sistema e lo sviluppo programmi, l'analisi dei dati, le applicazioni mobili, la formazione, la robotica, l'infrastruttura e la sicurezza delle informazioni, nonché le soluzioni tecnologiche per le funzioni di marketing, finanziarie e tecniche dell'azienda.
L'unità fa parte della struttura tecnologica globale della Coca-Cola, che riunisce 5 centri di sviluppo negli Stati Uniti, in Messico, in India, a Singapore e in Giappone. All'interno di questa rete globale il centro di sviluppo di Sofia sarà il secondo più grande per volume, servizi e numero di dipendenti. Questo passo strategico dimostra la missione dell'azienda di continuare con i suoi investimenti sostenibili in Bulgaria, contribuendo allo sviluppo economico del Paese.
"Sono lieto che Sofia e' stata scelta per creare un centro di sviluppo IT regionale della Coca-Cola per fornire i servizi per l'Europa, il Medio Oriente e l'Africa e per una serie di nostre iniziative globali.Abbiamo in programma di aprire 130 nuovi posti di lavoro e offrire ai nostri dipendenti la formazione, lo sviluppo e il riconoscimento professionale.
"Sofia dispone di personale talentuoso al quale possiamo offrire straordinarie opportunità di carriera a livello globale. I diversi ruoli e posizioni che offriamo pongono un forte focus sullo sviluppo di tutti coloro che iniziano un lavoro nuovo ed entusiasmante al Centro di Sofia, commenta Samir Bajaj, il Direttore delle risorse umane presso la rete globale di tecnologie intelligenti di The Coca-Cola Company.
"La Bulgaria si trova in una zona di fuso orario molto comoda che ci aiuta nel nostro lavoro con le zone EMEA (Europa, Medio Oriente ed Africa) ed APAC (Asia-Pacifico). Ci sono inoltre 4 università orientate alla tecnologia, che ci consentono di assumere giovani talentuosi e dare loro l'opportunità di uno sviluppo professionale globale. Il vantaggio geografico a favore di un viaggio facile e veloce tra tutte le regioni EMEA, il clima imprenditoriale, la gestione stabile e gli incentivi per le nuove imprese sono tra i principali vantaggi di Sofia come luogo strategico per le imprese.", ha sottolineato il Direttore Zhelyazko Petrov.
La Coca-Cola ha una lunga storia in Bulgaria. Oggi, il sistema di Coca-Cola fornisce il 40% dei posti di lavoro nel settore produzione di bevande non alcoliche ed è un datore di lavoro diretto di 2.100 persone, con un impatto totale sull'occupazione di 19.200 posti di lavoro, pari allo 0,6% della forza lavoro del Paese.
Nel corso degli anni, il sistema della Coca-Cola ha investito oltre 550 milioni di dollari nell'economia bulgara.

vedi anche:

Concorso aperto per progetto di giardino

International Open Architectural Competition

Il cibo e l'architettura

International Open Architectural Competition

Valorizzare piazza Sveta Nedelya

Urban Concept and Architectural Design and Development

Collider Activity Center a Sofia

International Open Architectural Competition

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Comune di Stara Zagora - Comune di Karlovo

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Municipalità di Plovdiv - Comune di Dobrich

Restauro di un palazzo a Burgas

Bando di gara - procedura aperta

Museo Nazionale"Vasil Levski" a Karlovo

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Ristrutturazione complesso residenziale

Avviso di gara - Sofia Municipality

Monumento di Re Simeon Veliki

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Complesso Metrologico Nazionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sottopassaggio tra le vie di Plovdiv

Sportello Bulgaria - avviso gara

Casa delle Arti a Pernik. Bulgaria

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sala sportiva multifunzionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso gara

Piazza centrale e zona pedonale

Sportello Bulgaria - avviso di gara

Firmato accordo con la Bulgaria

Ordine Arch. di Roma - OICE - Collegio Arch. di Sofia


data pubblicazione: venerdì 9 febbraio 2018
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Professione Progetto Internazionalizzazione Newsletter Bulgaria Gennaio 2018