Newsletter Bulgaria Maggio 2018

CENTRALE NUCLEARE BELENE: QUATTRO AZIENDE IN CORSA
Quattro aziende straniere hanno espresso interesse a partecipare a una gara per la costruzione della centrale nucleare di Belene, in Bulgaria. Il Comitato per l'Energia del Parlamento bulgaro ha annunciato i nomi di tre delle aziende: si tratta della Chinese National Nuclear Corporation, della russa Rosatom e della francese Framatome, mentre il quarto nome non è stato reso noto. Il Parlamento di Sofia dovrebbe votare per revocare la moratoria, decisa nel 2013, sulla costruzione della centrale a Belene. Se il Parlamento dovesse dare luce verde, entro la fine del 2018 dovrebbe essere avviata la procedura per la selezione di un investitore strategico.

MONDI INVESTE OLTRE 600 MLN DI EURO IN UNO NUOVO STABILIMENTO
Il gruppo internazionale di imballaggi e produzione di carta Mondigroup intende investire oltre 600 milioni di euro nella costruzione di un nuovo stabilimento in Bulgaria.
Mondi ha circa 26.000 dipendenti in unità produttive in 31 paesi situati in quattro continenti. Serve mercati in tutto il mondo. Le principali unità produttive di Mondi sono situate in Europa centrale, Russia e Sud Africa.
La storia di Mondi Stamboliiski EAD, il più grande produttore di pasta e carta in Bulgaria, ha avuto inizio più di 60 anni fa quando la fabbrica fu fondata nel 1952 sulle rive del fiume Maritsa nella città di Stamboliyski. L'istituzione della società segna l'inizio dell'industria della carta e della cellulosa come una filiale indipendente in Bulgaria.
Oggi, la pianta è il più grande utilizzatore di legno tecnologico in Bulgaria, utilizzando il legno di conifere interamente bulgaro come materia prima principale. È di proprietà di Mondi dal 2006.
L'ultimo conto economico pubblicamente disponibile della società è del 2015. Secondo esso, durante l'anno l'azienda ha prodotto 89.106 tonnellate di carta artigianale. I ricavi da vendita sono pari a BGN 115,4 milioni. Il profitto di Mondi Stamboliyski EAD per il 2015 è di 30,6 milioni di leva.

FESTO RADDOPPIA L'ORGANICO IN BULGARIA
L'azienda tedesca pianifica la realizzazione della terza unita'produttiva presso la fabbrica a Sofia. La gigante tedesca nell'ambito della pneumatica ed automazione elettrica Festo investira' 50 milioni di BGN (EUR 25,6 mln) nella realizzazione di unita' produttiva per servomotori e motori passo-passo. Tra i piani aziendali e'anche il raddoppio dell'organico da 1000 a 2000 persone entro il 2020 con la realizzazione di terza unita'produttiva a Sofia.
La produzione di componenti elettronici come servomotori e motori passo-passo è più complicata rispetto alla creazione di motori meccanici e la Bulgaria è leader nel segmento dell'Europa sud-orientale.

L'AZIENDA TEDESCA LEONI APRE OLTRE DUEMILA POSTI DI LAVORO NELLA CITTA'DI PLEVEN
L'azienda tedesca Leoni investira' circa 32 milioni di euro nella regione di Pleven realizzando una nuova fabbrica con oltre 2.000 nuovi posti di lavoro.
I rapporti econimici bilaterali con la Germania si sviluppano sempre meglio: nell'arco di una settimana l'attenzione pubblica e'stata attirata da due importanti notizie per investimenti tedeschi: l'inaugurazine della fabbrica della Multivac a Bojurishte, e la realizzazione della nuova fabbrica con la partecipazione tedesca. Nel 2017 e'stato raggiunto un vero record nella storia dei rapporti commerciali della Bulgaria e Germania oltrepassando la cifra di 7,2 miliardi di euro di commercio bilaterale.
Leoni è un fornitore globale di prodotti e soluzioni e servizi per l'energia e la gestione dei dati nel settore automobilistico e in altri settori
L'azienda è il più grande fornitore per l'Europa dell'industria automobilistica nel suo settore.
Il più grande gruppo di clienti di Leoni è costituito dal settore dell'industria globale di forniture di automobili, camion e componenti.

LANCIO DI PROGETTO HUB PER GAS NATURALE CON IL SOSTEGNO DELL'UE
La società statale Bulgartransgaz ha firmato un contratto da 1,2 milioni di euro con un consorzio bulgaro-svizzero per uno studio di fattibilità per il quale l'Unione Europea si è impegnata a fornire 920.000 euro solo per il progetto.
Il vicepresidente della Commissione Europea Maros Sefcovic afferma che l'UE sostiene il piano della Bulgaria "da trasformarsi da Paese di transito in Paese di commercio di gas".
Il nuovo progetto arriva dopo che il gasdotto South Stream è stato demolito nel 2014. South Steam mirava a trasportare il gas dalla Russia attraverso il Mar Nero alla Bulgaria e poi ad altri paesi europei, scavalcando l'Ucraina.

vedi anche:

Concorso aperto per progetto di giardino

International Open Architectural Competition

Il cibo e l'architettura

International Open Architectural Competition

Valorizzare piazza Sveta Nedelya

Urban Concept and Architectural Design and Development

Collider Activity Center a Sofia

International Open Architectural Competition

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Comune di Stara Zagora - Comune di Karlovo

Due nuove gare per progetti in Bulgaria

Municipalità di Plovdiv - Comune di Dobrich

Restauro di un palazzo a Burgas

Bando di gara - procedura aperta

Museo Nazionale"Vasil Levski" a Karlovo

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Ristrutturazione complesso residenziale

Avviso di gara - Sofia Municipality

Monumento di Re Simeon Veliki

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Complesso Metrologico Nazionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sottopassaggio tra le vie di Plovdiv

Sportello Bulgaria - avviso gara

Casa delle Arti a Pernik. Bulgaria

Sportello Bulgaria - avviso concorso

Sala sportiva multifunzionale a Sofia

Sportello Bulgaria - avviso gara

Piazza centrale e zona pedonale

Sportello Bulgaria - avviso di gara

Firmato accordo con la Bulgaria

Ordine Arch. di Roma - OICE - Collegio Arch. di Sofia


data pubblicazione: lunedì 25 giugno 2018
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Professione Progetto Internazionalizzazione Newsletter Bulgaria Maggio 2018