monitor/d
 Francesco Canali 
Francesco Canali, nato a Roma il 19 maggio 1928, si
laurea nel 1955 - relatore il prof. Vincenzo Fasolo - con
una tesi sul recupero urbanistico ed edilizio di piazza
dei Mercanti e di piazza S. Cecilia in Trastevere e
sul progetto di recupero dell’Aerostazione di Ciampino
(Roma).
Nello stesso anno la Direzione Generale del Demanio
Aeronautico diretta dall’ing. Amici, lo incarica di predisporre
gli studi preliminari urbanistici per il nuovo Aeroporto
Leonardo da Vinci che dovrà sorgere a Fiumicino
(Roma).
Successivamente, data la notevole esperienza maturata
nel settore, la Sogene Immobiliare lo incarica, unitamente
ad un gruppo di prestigiosi professionisti (C.
Ligini, U. Luccichenti, A. Nervi, P.L. Nervi, D. Ortensi,
A. Vaccaro) di predisporre il progetto per la nuova Aerostazione
di Fiumicino (Roma) nell’appalto concorso
bandito dal Ministero dei Lavori Pubblici.
Nel 1957 il Comune di Roma bandisce due appalti
concorso: quello per la realizzazione dei nuovi Mercati
Generali al Prenestino e quello per la Linea B della
Metropolitana. Per la redazione di entrambi i progetti
la Manfredi Costruzioni lo incarica della progettazione
con gli architetti L. e M. Vagnetti e A. Giannini.
Il 1958 e il 1959 sono gli anni di due notevoli progettazioni
e realizzazioni nella provincia di Roma: il Centro
Internazionale Pio XII per un Mondo Migliore sulla via
dei Laghi a Rocca di Papa (circa 150.000 mc con 200
stanze per ospiti, sale convegni, ristoranti ed una chiesa
dotata di quaranta altari per concelebrazioni), e il
Centro Studi Villa Sorriso a Castel Gandolfo. Si tratta
della ristrutturazione di un piccolo villino esistente e
della costruzione di corpi nuovi per una cappella, un
ristorante, sale convegni e circa 50 stanze per ospiti.
Ma il richiamo dell’urbanistica e dell’assetto del territorio
è imperioso ed accetta l’incarico della società ALPI
per la progettazione di alcuni comparti a Punta Ala ed
a Castiglione della Pescaia (GR).
Nel 1960 partecipa e vince, insieme all’ing. Cudini, il
concorso comunale per la sistemazione dell’area della
Caffarella.
Nel quinquennio 1955-60 in campo edilizio progetta e
realizza molti edifici per civile abitazione sia per conto
di aziende private, sia su incarico dell’INA-Casa,
dell’INCIS e della GESCAL.
Nel 1961 la svolta. Il Comune di Roma, che deve provvedere
alla stesura definitiva del Nuovo Piano Regolatore,
si propone di assumere alcuni architetti urbanisti
presso l’Ufficio Speciale per il PRG.
Entrato nei ruoli, dal 1961 al 1983 si interessa di pianificazione
esecutiva predisponendo Piani Particolareggiati
delle zone di completamento, PEEP, Varianti
Circoscrizionali e Piani di Insediamenti Produttivi.
Sempre nello stesso periodo svolge i compiti di coordinatore
della Commissione Consiliare per l’Urbanistica.
Quando, nel 1984, è nominato dirigente superiore,
dopo un breve periodo alla Direzione dell’XI Circoscrizione,
viene chiamato a dirigere l’Ufficio Programmazione
presso il Gabinetto del Sindaco ininterrottamente
con due Sindaci ed un Commissario Prefettizio.
Nel 1989, conclusa la parentesi tecnico-politica è nominato
Direttore della V Ripartizione Lavori Pubblici
(oggi XII Dipartimento) che soprintendeva a tutta l’edilizia
romana.
Contestualmente, è anche membro della Commissione
SDO (Sistema Direzionale Orientale) e della Commissione
per la redazione del Piano del Commercio;
consigliere di Amministrazione del CAR (Consorzio
Agro-Alimentare); commissario per la redazione del
Parco di Monte Mario, per la realizzazione delle scuole
di cui alla legge Falcucci, per il sistema tangenziale
romano, per il programma edilizio di Ponte di Nona,
Commissario presso il Ministero Lavori Pubblici per il
programma residenziale.
Nel 1993 va volontariamente in pensione.
Nel periodo trascorso presso l’Ufficio del Piano Regolatore
non trascura l’attività didattica e formativa.
Infatti, negli anni dal 1970 al 1976 collabora con i proff.
Bonamico, Biscogli e Rolli presso le Cattedre di Urbanistica
nelle Facoltà di Ingegneria di Roma “La Sapienza”
e dell’Aquila.
Dal 1977 al 1985 ha, presso la Facoltà di Ingegneria di
Roma “La Sapienza”, la docenza del corso di Gestione
dei Complessi Urbani nella Specializzazione in Urbanistica
destinato a laureati ingegneri ed architetti.
Durante tutta la sua attività professionale e didattica
cura la comunicazione scritta pubblicando articoli su
“Urbanistica Romana”, “Europa due” e “A.R.”, codirigendo
anche una collana di “Didattica ed Informazioni
Urbanistiche”.
Tra le pubblicazioni più importanti si ricordano, oltre alle
relazioni tecniche per gli appalti concorso dell’Aerostazione
di Fiumicino (Roma) e dei Mercati Generali del
Prenestino a Roma, L’uomo e la città. Radiografia storico
critica sui mali di Roma, Roma 1978, due volumi su
Lo sviluppo industriale nel quadro dell’assetto territoriale
del Lazio, Roma 1982, ed un manuale sulle Norme
tecniche di Attuazione del Piano Regolatore di Roma.

 

 

   
 

progetti

profilo

elenco opere

 

 

credits