Domande di esonero per la formazione continua


ESONERI TRIENNIO 2017-2019

L'Ordine acquisirà le domande di esonero esclusivamente attraverso la Piattaforma iM@teria e, pertanto, preghiamo di inoltrare le richieste utilizzando tale modalità.


 

PROCEDURA 
(Consulta la procedura per inviare la richiesta di esonero tramite la Piattaforma iM@teria)

 
  • Autenticarsi con nome utente e password nell'area iscritti del sito dell'Ordine.
  • Tra i vari servizi cliccare su "Gestisci l'ufficio e la posizione formativa" per accedere alla Home page della Scrivania Virtuale, accedere al menu di gestione "Formazione";
  • Entrare nella sezione "Le mie certificazioni" e redigere una "Nuova istanza" (in alto a sinistra) con oggetto "Richiesta esonero obbligo formativo" dal menù a tendina;
  • Scegliere "Tipologia" e "Anno di riferimento" dai menù a tendina 
    (NB: compilare UNA istanza PER OGNI ANNO di riferimento)     
  • Compilare la richiesta telematica in ogni sua parte allegando in PDF i documenti richiesti (obbligatori, senza i quali l'istanza verrà annullata in Piattaforma) a seconda della casistica.

    ATTENZIONE: il sistema consente il caricamento di soli 2 files e quindi in presenza di più pagine occorre accorparli in un unico documento; per caricarli cliccare sul pulsante "Upload", una spunta verde segnalerà il corretto inserimento.

  • Procedere con l'invio della certificazione. 

    Lo status di "Istruttoria in corso" verrà aggiornato dopo il parere espresso in delibera        di Consiglio (tempi istruttoria circa 45 giorni). 


 

CASISTICHE DI ESONERO secondo nuovo Regolamento della Formazione_vigenti dal 01.02.2018

LE ISTANZE PRESENTATE PRECEDENTEMENTE A TALE DATA SARANNO ISTRUITE E VALUTATE SECONDO LE DIRETTIVE VIGENTI ALLA DATA DI PRESENTAZIONE.


  • Maternità, paternità e adozione

    - 20 cfp per ciascuna maternità (paternità e adozione) nel triennio formativo di          riferimento, ivi compresi i 4 cfp in materia di discipline ordinistiche; quindi i cfp complessivi da acquisire sono 40, anziché 60.

    Non esiste un periodo esatto di esonero ma è prevista la riduzione dell'obbligo formativo di -20 cfp; dunque, l'iscritta esonerata dovrà acquisire complessivamente 40 cfp anzichè 60 cfp, nel triennio formativo e i crediti maturati nel periodo di maternità hanno validità per l'assolvimento dell'obbligo di aggiornamento professionale.

    Nel caso di maternità o adozione gemellare, la riduzione sarà pari a - 40 cfp, ivi compresi gli 8 cfp in materia di discipline ordinistiche, quindi i cfp complessivi da acquisire sono 20.

    L'esonero per paternità/adozione/affido è ammesso solo nel caso in cui non ne abbia già usufruito l'altro genitore architetto, iscritto ad un Ordine professionale in Italia.

    N.B.: per necessità di individuare uno specifico anno per il riconoscimento, si precisa che i 20 cfp saranno assegnati nell'anno del parto/adozione.

    In caso di genitorialità (maternità, paternità e adozione) riguardante architetti che hanno già acquisito i crediti formativi obbligatori nel triennio di riferimento, i genitori possono chiedere di traslare la riduzione nell'anno successivo cambiando triennio.

    Alla domanda è necessario allegare: 
    modulistica predisposta dall'OAR + fotocopia documento identità e certificato di nascita/provvedimento adozione oppure autocertificazione comprovante tale dichiarazione come consentito dall'art.46 del D.P.R. 28.12.2000  n. 445 per nascita/provvedimento adozione secondo modello specifico (Allegato 1)

  • Malattia grave, infortunio

    che determinino l'interruzione dell'attività professionale* per almeno sei mesi continuativi
    *Per attività professionale non si intende solo il libero professionista ma anche i dipendenti pubblici e privati con ruoli tecnici affini all'architettura, i collaboratori con qualsiasi modalità di contratto in studi professionali, i docenti di materie tecniche in scuole di qualsiasi ordine e grado, i ricercatori, i dottorandi e i tutor.

    Alla domanda è necessario allegare: 
    modulistica predisposta dall'OAR + fotocopia documento identità e documentazione comprovante (certificato medico).
    NB: nel caso in cui il certificato medico fosse a cavallo di due anni l'esonero può essere concesso, a discrezione del richiedente, in uno solo dei due anni.

  • altri casi di documentato impedimento derivante da cause di forza maggiore e situazioni di eccezionalità

      • Invalidità o disabilità rivedibile (maggiore del 50%) dell' iscritto, la quale consente tuttavia di poter svolgere, al contempo, l'attività professionale:
        si ha diritto alla riduzione del 50% dei cfp da acquisire nell'arco del periodo interessato. 
        Invalidità o disabilità permanente, la quale consente tuttavia di poter svolgere, al contempo, l'attività professionale:
        si ha diritto alla riduzione del 50% dei cfp, senza scadenza, da acquisire nell'arco del triennio formativo.

        Alla domanda è necessario allegare: 
        modulistica predisposta dall'OAR + fotocopia documento identità e documentazione comprovante (certificato medico).
      • Assistenza continuativa a coniuge, genitore o figlio, affetto/i da grave malattia (per almeno sei mesi continuativi), invalidità o disabilità rivedibile (maggiore del 50%) pur continuando a svolgere l'attività professionale:
        si ha diritto alla riduzione del 50% del numero dei cfp da acquisire nell'arco del periodo interessato.
        Assistenza continuativa a coniuge, genitore o figlio, affetto/i da invalidità o disabilità permanente pur continuando a svolgere l'attività professionale:
        si ha diritto alla riduzione del 50% del numero di cfp, senza scadenza, da acquisire nell'arco del triennio formativo fino al permanere delle condizioni.

        Alla domanda è necessario allegare:
        modulistica predisposta dall'OAR + fotocopia documento identità e documentazione comprovante (certificato medico e certificato di necessità assistenza).
        NB: nel caso in cui il certificato medico fosse a cavallo di due anni l'esonero può essere concesso, a discrezione del richiedente, in uno solo dei due anni.
      • Permanenza all'estero per almeno sei mesi continuativi in un Paese con oggettive restrizioni di connessione internet (tra cui, a titolo di esempio, Cina, etc.) e conseguente impossibilità a seguire corsi/eventi formativi in modalità FAD.

        Alla domanda è necessario allegare: 
        modulistica predisposta dall'OAR + fotocopia documento identità e  autocertificazione comprovante tale dichiarazione come consentito dall'art.47 del D.P.R. 28.12.2000 n.445 secondo modello specifico (Allegato 2).
        NB: nel caso in cui il periodo interessato fosse a cavallo di due anni l'esonero può essere concesso, a discrezione del richiedente, in uno solo dei due anni.
  • Docenti

      • a tempo pieno (ordinari, associati, ricercatori), iscritti nell'elenco speciale, ai quali è precluso l'esercizio della libera professione (Legge n. 382/1980)
        N.B.: I docenti non iscritti nel detto elenco e i docenti di scuole medie o superiori non possono ottenere l'esonero.

        Alla domanda è necessario allegare: 
        modulistica predisposta dall'OAR + fotocopia documento identità e autocertificazione comprovante tale dichiarazione come consentito dall'art.46 del D.P.R. 28.12.2000 n.445 secondo modello specifico (Allegato 3).
      • a tempo pieno (ordinari, associati, ricercatori) all'estero che dichiarano di non esercitare la libera professione
        N.B.: I docenti di scuole medie o superiori non possono ottenere l'esonero.

        Alla domanda è necessario allegare: 
        modulistica predisposta dall'OAR + fotocopia documento identità, autocertificazione comprovante tale dichiarazione come consentito dall'art.46 del D.P.R. 28.12.2000 n.445 secondo modello specifico (Allegato 4) e lettera d'incarico.
        NB: inoltrare istanza per l'anno in corso, non è possibile anticipare la richiesta per gli anni successivi.
  • Gli iscritti che non esercitano la professione neanche occasionalmente per tre anni  
    (da intendersi che l'iscritto non debba aver esercitato la professione per i tre anni antecedenti alla data in cui viene presentata la richiesta di esonero).

    L'iscritto sotto la propria responsabilità dichiara di:
    - non essere in possesso di partita IVA, personale o societaria, né soggetto al relativo obbligo in relazione ad attività rientranti nell'oggetto della professione;
    - non essere iscritto alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza, né soggetto al relativo obbligo;
    - non esercitare l'attività professionale* neanche occasionalmente e in qualsiasi forma (sia in forma di libero professionista che di dipendente).

    Il richiedente deve essere in possesso di tutti i requisiti sopra elencati, che devono persistere alla data in cui viene fatta la richiesta di esonero.

    * Per attività professionale non si intende solo il libero professionista ma anche i dipendenti pubblici e privati con ruoli tecnici affini all'architettura, i collaboratori con qualsiasi modalità di contratto in studi professionali, i docenti di materie tecniche in scuole di qualsiasi ordine e grado, i ricercatori, i dottorandi e i tutor.

    Alla domanda è necessario allegare: 
    modulistica predisposta dall'OAR + fotocopia documento identità e autocertificazione comprovante tale dichiarazione come consentito dall'art.47 del D.P.R. 28.12.2000n.445 secondo modello specifico (Allegato 5).
    N.B.: inoltrare istanza per l'anno in corso, non è possibile anticipare la richiesta per gli anni successivi.

  • Si ricorda che per gli architetti con almeno 20 anni di iscrizione all'albo, l'obbligatorietà formativa cessa al compimento del 70° anno di età, senza necessità di presentare alcuna richiesta. Nulla vieta naturalmente di continuare a svolgere attività di aggiornamento professionale.

 

LE ISTANZE PRESENTATE PRECEDENTEMENTE PER GLI ANNI 2017-2018-2019 SONO NUOVAMENTE IN LAVORAZIONE.
RICORDIAMO CHE NON E' PIU' RICHIESTO IL RISPETTO DELLE ANNUALITA' PERTANTO NON ESISTE ALCUNA SCADENZA AL TERMINE DEL SINGOLO ANNO.

 

Leggi il regolamento e le linee guida sull'aggiornamento professionale e sviluppo continuo (Testo con delibera CNAPPC in data 21 Dicembre 2016).

 

 

 


data pubblicazione: giovedì 27 marzo 2014
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Ordine Domande di esonero per la formazione continua