Meno è più 1

i vincitori del concorso internazionale

Concorso internazionale di progettazione (art. 59 – Dpr 554/99): Servizi e spazi pubblici nei programmi urbanistici definiti dalla Delibera di Consiglio Comunale 53/2003 di compensazione del comprensorio Tor Marancia. "Meno è più 1"

 

Il 25 e 26 gennaio 2007 presso il Dipartimento - VI U.O.11 - “Interventi di qualità”, si sono svolti i lavori della Giuria, di “Meno è più 1”, Concorso internazionale per la progettazione preliminare di servizi e spazi pubblici a Roma, per la valutazione e scelta del vincitore in relazione ai progetti presentati dai progettisti selezionati nella fase A di questa procedura concorsuale, rispettivamente per i programmi Colle delle Gensole e Divino Amore.

Si tratta di un Concorso internazionale a procedura ristretta con fase di prequalifica, che si è chiusa il 2 marzo 2006, con la selezione sulla base di curriculum dei 5 gruppi di progettisti per ogni area di intervento, che invitati alla seconda fase del concorso, hanno predisposto il progetto preliminare degli interventi, oggetto della suddetta valutazione finale.

Giuria: Giacomo Borella, Francesco Cellini, Giampiero Coletti, Chiara Cecilia Cuccaro, Stefano Mastrangelo, Loredana Mozzilli, Carlo Terpolilli,

Membri supplenti: Laura Negrini, Spartaco Paris

Dopo la comunicazione da parte di Chiara Cecilia Cuccaro dell’impossibilità di poter partecipare ai lavori della giuria Laura Negrini è stata nominata membro effettivo in sua sostituzione.

 

Maggiori informazioni sul sito web: www.urbanistica.comune.roma.it/iconcorsi

 

Programma COLLE DELLE GENSOLE
Oggetto del concorso è stata la progettazione di un complesso scolastico, su un’area di circa 7.000 mq, che comprende una scuola materna di 3 sezioni ed un asilo nido per 60 bambini, la progettazione di un parco pubblico per una di superficie di circa 28.000 mq, con i parcheggi pubblici di accesso.

Progettisti prequalificati: Francesco Garofalo (Garofalo Miura Architetti); Manuel Gausa Navarro (Actar Architecture + Nabito); Gianfranco Gianfriddo; Flora Ruchat Roncati; Antonello Stella (n!studio).

 

Progettista vincitore:
Gianfrando Gianfriddo (capogruppo)

La giuria ha formulato le seguenti motivazioni per il progetto vincitore:

"La giuria ha apprezzato l’originalità interpretativa del tema, l’appropriatezza, la semplicità dell’impianto generale e in particolare del progetto dell’edificio scolastico, nel quale l’attenzione all’esposizione, agli affacci sul paesaggio, ai rapporti con l’ambiente e complessivamente agli aspetti energetici e climatici vengono sostanziati con rigore e inventiva nella dimensione architettonica e costruttiva.

Allo stesso tempo si ritiene necessaria una verifica sia dell’organizzazione interna degli spazi -più aderente ai modi d’uso specifici delle due differenti scuole, fra le quali si auspica anche una maggiore continuità interna-, sia delle modalità di accesso alla copertura, attualmente non sufficientemente evidenziate e valorizzate dal punto di vista architettonico”.

Colle delle Gensole - Gianfrando Gianfriddo (capogruppo)



Programma DIVINO AMORE
Oggetto del concorso è stata la progettazione di uno spazio pubblico attrezzato, con un'area adiacente destinata a parcheggio pubblico con un livello interrato e uno a raso.


Progettisti prequalificati:
Vitangelo Ardito; Stanislao Fierro; Luigi Franciosini; Isabella Pasqualini (+ topotek1); Fabrizio Toppetti

Progettista vincitore:
Luigi Franciosini (capogruppo)
La giuria ha formulato le seguenti motivazioni per il progetto vincitore:

“Il progetto interpreta con sensibilità e intelligenza il carattere del luogo, la sua articolazione e i suoi dislivelli, dialogando con le differenti parti urbane che lo contornano e con il paesaggio circostante. La giuria ha apprezzato la notevole coerenza nello sviluppo delle diverse scale di progetto, dall’impianto generale fino al disegno delle soluzioni costruttive e di dettaglio, progettate con solida perizia.
Contemporaneamente si ritiene che, nelle successive fasi di approfondimento del progetto, la proposta dovrà essere ulteriormente calibrata, valutando l’opportunità di una semplificazione del sistema dei percorsi pedonali e verificando l’agibilità e sicurezza degli spazi del parcheggio interrato, così come la correttezza del suo sistema di accesso carraio”.



data pubblicazione: martedì 30 gennaio 2007
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Meno è più 1