Il Decreto Legge 63/2013 e la normativa regionale di attuazione della L.R. 6/2008

LA LEGGE 90/2013 DI RECEPIMENTO NAZIONALE
DELLA DIRETTIVA 2010/31/UE
SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

Aspetti tecnici e normativi

Seminario tecnico | mercoledì 2 ottobre 2013 ore 14.30 - 18.30 |
Casa dell'Architettura, piazza Manfredi Fanti 47 - Roma


# PROGRAMMA |# INVITO | # LOCANDINA | # PRESENTAZIONE del SEMINARIO


vai al MODULO DI REGISTRAZIONE


mercoledý 2 ottobre 2013 ore 14.30 - 18.30

SALUTI
Livio Sacchi
Presidente Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia

RELAZIONE INTRODUTTIVA
arch. Bruno Salsedo
Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia | Sportello consulenze on-line “Progettazione sostenibile e certificazione energetico-ambientale”

Alcuni aspetti della Legge 90/2013:
- la metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche, secondo UNI/TS 11300 e la Raccomandazione CTI 14/2013;
- i prossimi Decreti Attuativi, alla luce del Regolamento Unione Europea 244/2012 di definizione della metodologia comparativa di calcolo per i requisiti minimi di prestazione energetica;
- le disposizioni in materia di edifici a energia quasi zero.
INTERVENTI
Prof. Giovanni Riva
Direttore del Comitato Termotecnico Italiano

L’adeguamento delle UNI/TS 11300, confermate Norme di riferimento dalla L. 90/2013.
- La revisione in corso delle parti 1 e 2.
- L’inserimento del raffrescamento nella determinazione della prestazione energetica, l’adeguamento della Parte 3, con particolare riferimento alla ventilazione.
Lo Studio del Ministero dello Sviluppo Economico: "Applicazione delIa metodologia per il calcolo dei livelli ottimali in funzione dei costi per i requisiti minimi di prestazione energetica" - Sintesi a cura dell'Arch. Bruno Salsedo
- La definizione degli edifici di riferimento rappresentativi del parco immobiliare nazionale.
- Le categorie individuate, le caratteristiche tipologiche e dimensionali, i caratteri tecnologici dell’involucro edilizio e degli impianti.
- Le misure di progetto per gli edifici di riferimento, i calcoli dei fabbisogni energetici, dei costi globali, la derivazione di misure cost optimal.
- I valori ottimali dei parametri energetici di progetto, i costi ottimali e i valori ottimali di energia primaria per gli edifici di riferimento.
Ing. Roberto Moneta
Ministero dello Sviluppo Economico

I risultati dello Studio "Applicazione delIa metodologia per il calcolo dei livelli ottimali per i requisiti minimi di prestazione energetica".
- Il confronto tra i valori ottimali dei parametri energetici di progetto, determinati con la metodologia e gli attuali limiti di legge.
- Il passaggio alla fase applicativa della verifica dei requisiti minimi con l’uso dell’edificio di riferimento o target (artt. 2 e 4 della L. 90/2013).
- La determinazione dei parametri relativi alla prestazione termica (trasmittanze, ponti termici, efficienza impianti ecc.).
Prof. Giuliano Dall’O Presidente del Sottocomitato 1 "Trasmissione del Calore e Fluidodinamica" del Comitato Termotecnico Italiano
Gli edifici a energia quasi zero. Gli aspetti essenziali ai fini della loro definizione e implementazione.
- Le modalitÓ di effettuazione del bilancio energetico.
- I coefficienti di trasformazione dell’energia rinnovabile prodotta in loco in energia primaria.
- Il calcolo dell’energia esportata.

CONCLUSIONI
Arch. Patrizia Colletta
Consigliere Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia,
Presidente della Consulta per il Progetto Sostenibile e l'Efficienza Energetica


vai al MODULO DI REGISTRAZIONE


Il Convegno riconosce crediti formativi per l'aggiornamento professionale obbligatorio
per gli iscritti all'Ordine degli ArchitettI

seminario tecnico promosso da

Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia
Consulta per il Progetto Sostenibile e l'Efficienza Energetica