Protezione Civile nella Regione Lazio

Una "task-force" regionale contro le emergenze

Cari Colleghi,

come previsto, stamattina è stato  firmato il protocollo d'intesa tra la Regione Lazio e gli Ordini e Collegi tecnici "per le attività di prevenzione, monitoraggio, verifica e mitigazione dei rischi insistenti sul territorio regionale".

Nato da una richiesta del nostro "Gruppo di Protezione Civile dell'Ordine degli Architetti di Roma" per una regolamentazione che permettesse ai tecnici di operare in tranquillità, si è poi esteso agli altri Ordini delle professioni tecniche, per volere della Regione. Sono stati coinvolti pertanto i Geometri e Geometri Laureati, gli Ingegneri, i Geologi della Provincia di Roma.

Si tratta del primo esempio di accordo in cui i professionisti volontari presso gli Ordini professionali sono autorizzati ad operare in emergenza e, in tal modo, si pongono le basi perché anche altre Regioni si adeguino a questo modello collaborativo.

Ben 130 Colleghi hanno assistito alla firma del protocollo a testimonianza dell'importanza che il Gruppo pone all'evento.

Durante la riunione abbiamo ribadito al dott. Fegatelli la nostra disponibilità, molto gradita dallo stesso, ad intervenire immediatamente sul campo dell'Emilia.

Teniamoci all'erta, quindi, e seguite le evoluzioni sempre su questo sito: www.architettiroma.it/protezionecivile/

Pasquale Zaffina

 

alcuni comunicati apparsi sul web

H24notizie | 29 maggio 2012

Protezione Civile,
Polverini firma protocollo intesa con ordini professionali per emergenze

Al via al protocollo d'intesa tra la Regione Lazio e gli Ordini e Collegi professionali degli Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti Industriali: da oggi, in caso di emergenza e calamità naturali, ma anche per attività di prevenzione, monitoraggio e verifica della mitigazione dei rischi esistenti sul territorio regionale, la Protezione Civile regionale potrà avvalersi delle competenze dei professionisti di Roma e provincia.

È quanto prevede l'intesa sottoscritta questa mattina dalla presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, dal presidente dell'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma, Amedeo Schiattarella, dal presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, Francesco Duilio Rossi; dal presidente dell'Ordine dei Geologi della Regione Lazio, Roberto Troncarelli; dal presidente del Collegio provinciale dei geometri e Geometri laureati di Roma, Marco D'Alesio e dal presidente del Collegio professionale Periti Industriali di Roma e Provinciali, Giuseppe Guerriero. Presente anche il direttore regionale del Dipartimento Istituzionale e Territorio, Luca Fegatelli.

Il protocollo, il cui schema è stato approvato dalla giunta Polverini lo scorso 18 maggio, avrà durata di 2 anni e stabilisce che all'interno di ciascun Ordine o Collegio professionale venga creato un "Gruppo di Protezione Civile", da attivare su espressa richiesta della Direzione regionale Protezione Civile, cui resta demandato il coordinamento per tutta la durata dell'intervento richiesto.

Il Gruppo di Protezione Civile ha sia funzioni di supporto tecnico-scientifico, sia operativo nella fase di emergenza, con particolare riguardo alla agibilità dei fabbricati, al primo intervento tecnico, alle prime valutazioni per il ripristino delle normali condizioni di vita e alle eventuali stime dei danni subiti.

L'accordo stabilisce che la Regione Lazio possa avviare progetti formativi e programmi di aggiornamento periodico aperti ai tecnici facenti parte del "Gruppo di Protezione Civile", impegnandosi altresì a farsi carico di assicurare i professionisti che operano in forma volontaria con polizze infortuni relative ai rischi, oltre ad assicurare i veicoli privati, nel caso venissero utilizzati durante l'attività mezzi non di proprietà della Regione Lazio.

 

OnLine-News | 29 maggio 2012

Lazio, una "task-force" regionale contro le emergenze

Una task force che mette insieme i professionisti anti-emergenza. Da oggi la Protezione civile del Lazio potrà avvalersi, in caso di allarme, della collaborazione degli ordini professionali tecnici. Lo prevede il protocollo di intesa che è stato siglato stamattina in Regione dal presidente Polverini e dal numero uno dell'Ordine degli Architetti di Roma Amedeo Schiattarella, degli Ingegneri della Provincia di Roma Francesco Duilio Rossi, dei Geologi del Lazio Roberto Troncarelli, del collegio provinciale dei Geometri di Roma Marco D'Alesio del collegio professionale Periti industriali di Roma e provinciali Giuseppe Guerriero, alla presenza del direttore regionale del Dipartimento istituzionale e Territorio Luca Fegatelli.

Il protocollo, il cui schema era stato approvato in giunta la scorsa settimana, durerà 2 anni. All'interno di ogni Ordine e Collegio sarà creato un ‘Gruppo di Protezione civile, da attivare su espressa richiesta della direzione regionale di Protezione Civile. Il Gruppo avrà funzioni di supporto tecnico, in particolare per l'agibilità dei fabbricati, per i primi interventi tecnici, le prime valutazioni sul ripristino ed eventualmente la stima dei danni.

La Regione, da parte sua, potrà avviare progetti formativi e di aggiornamento rivolti ai tecnici che fanno parte del Gruppo e garantirà la copertura assicurativa per i professionisti impegnati in questa attività. Polverini e Fegatelli hanno poi sottolineato che il protocollo potrà essere replicato anche con i Comuni e le Province, che saranno sollecitati a partecipare, e che ci sarà un numero telefonico dedicato.

«È un protocollo che nasce da una sperimentazione nel corso dell'emergenza neve di febbraio - ha spiegato Polverini - quando abbiamo chiesto ai cinque ordini di collaborare con la nostra Protezione civile per far rientrare i bambini nelle scuole controllando tutti gli edifici pubblici. Oggi, sulla base di una legge del 2002, questo protocollo diventa strutturale e ci sarà la collaborazione gratuita, con il rimborso soltanto delle spese, di tutti i professionisti che saranno chiamati a un coordinamento interno agli Ordini che verrà allertato dalla Protezione civile regionale in caso di emergenza ma che soprattutto lavorerà in termini di prevenzione.

Per questo la Regione mette in campo corsi di formazione, e gli ordini la professionalità dei loro iscritti. È quindi una collaborazione istituzionale che sicuramente darà un contributo importante di controllo del territorio. Da oggi siamo già operativi: se è necessario - ha concluso - il Gruppo è già a disposizione dell'Emilia Romagna».

 

vedi anche:

Regione in sicurezza

Gruppo di Protezione Civile dell'Ordine di Roma


data pubblicazione: martedì 29 maggio 2012
architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Professione Protezione Civile nella Regione Lazio