Sportello consulenze on-line

Mediazione

IL SERVIZIO è MOMENTANEAMENTE SOSPESO

leggi le risposte alle domande più frequenti.

07/09/2011: quesito

Gent. avvocato,
vorrei chiederle se è possibile ricorrere alla mediazione per problemi di mancato pagamento fatture professionali da parte di una P.A. a seguito di regolare disciplinare di incarico firmato dalle parti e lavoro consegnato nei tempi.
Potrei, nel caso, richiedere una mediazione presentando istanza presso l'ordine degli architetti? Sul disciplinare c'è, però, scritto che si fa ricorso, in caso di controversie, ad un collegio arbitrale oppure al tribunale.
Grazie

Egregio Architetto,

Il pagamento del compenso professionale non è fra le materie di cui all'art.5 comma 1 D.Lgs 28/2010, pertanto la mediazione è sempre esperibile in via volontaria e non quale condizione di procedibilità. La presenza di una clausola ove le parti stabiliscono il ricorso ad un collegio arbitrale o al Tribunale competente, non impedisce il ricorso preventivo alla mediazione, fatta salva la libertà della P.A. di non aderire.

avv. Scugugia

20/07/2011: quesito

Un architetto che ha superato le 50 ore di formazione ed è iscritto in un organismo di mediazione (quale ad esempio quello dell'ordine degli architetti), può cercare autonomamente clienti che hanno necessità di una mediazione? L'architetto mantiene la sua indipendenza di libero professionista? Qual'è il rapporto tra l'organo di mediazione è il mediatore dal punto di vista lavorativo?
Grazie

Egregio Architetto,
1)non può cercare clienti autonomamente come mediatore, ma potrà consigliare di presentare una istanza di mediazione presso l'ordine degli architetti, o altro organismo, considerato che il mediatore è un professionista che può operare per cinque organismi contemporaneamente. Sarà poi l'organismo nella persona del Responsabile che nominerà il mediatore. Le parti hanno però la possibilità di scegliere congiuntamente un mediatore presente nelle liste dell'Organismo.
2)Sì, può svolgere contemporaneamente la professione di archietetto e la professione di mediatore
3)Il rapporto che si instaura con l'organo di mediazione è un rapporto professionale e pertanto potrà essere retribuito a singola prestazione o con un contratto di collaborazione.
avvocato Scugugia



12/07/2011: le materie per le quali è prevista la mediazione

Quali sono le materie per le quali è prevista la mediazione?

L’art. 5 del DM n.180/2010 stabilisce chiaramente quali sono le materie per le quali sussiste l'obbligo di richiedere il procedimento della mediazione.
Ecco l'elenco delle materie obbligatorie dal 20.03.2011:
- Affitto di aziende
- Comodato (prestito di beni a titolo gratuito)
- Contratti assicurativi Contratti bancari Contratti finanziari
- Diritti reali: proprietà, usufrutto, servitù…
- Divisione: comproprietà, comunione tra coniugi…
- Locazioni
- Patti di famiglia
- Risarcimento danni da responsabilità medica
- Risarcimento danni da diffamazione a mezzo stampa o altro mezzo di pubblicità (es: internet)
- Successioni ereditarie

Sono ad esempio materie non obbligatorie:
- Condominio
- Contratti di vendita, trasporto, deposito…
- Pagamento somme
- Prestazioni d'opera e servizi
- Risarcimento danni da circolazione di veicoli e natanti
- in generale ogni altra materia non ricompresa tra quelle obbligatorie.

NOTA: il D.L. 225/2010 stabilisce che le controversie in materia di condominio e di risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti diventeranno obbligatorie a partire dal 21 Marzo 2012.

avv. Nadia Scugugia

12/07/2011: in quanti organismi di mediazione ci si può iscrivere

Una volta ottenuto l’attestato di mediatore, in quanti organismi di mediazione mi posso iscrivere?

La normativa prevede l’iscrizione presso cinque organismi tra pubblici e privati, a meno che uno degli organismi non preveda l’esclusività
avv. Nadia Scugugia

12/07/2011: requisiti per l’iscrizione ad un organismo di mediazione

Salve, vorrei sapere quali sono i requisiti previsti per l’iscrizione ad un organismo di mediazione. grazie.

Per l’iscrizione è necessario frequentare un corso per mediatori professionisti di 50 ore organizzato da un ente di formazione accreditato al ministero di giustizia il quale rilascera’ un attestato di partecipazione al corso con esito positivo

avv. Nadia Scugugia

12/07/2011: Durata della mediazione

Vorrei sapere quanto può durare una mediazione.

Il procedimento di mediazione ha una durata non superiore a quattro mesi, nel corso dei quali il mediatore organizza uno o più incontri tra le parti.
avv. Nadia Scugugia

12/07/2011: domanda di mediazione

Come si propone la domanda di mediazione?

Stabilisce l'art. 4 ("Accesso alla mediazione") del decreto legislativo 28/2010 sulla mediazione civile e commerciale che la domanda di mediazione relativa alle controversie e' presentata mediante deposito di un'istanza presso un organismo di mediazione. In caso di più domande relative alla stessa controversia, la mediazione si svolge davanti all'organismo presso il quale e' stata presentata la prima domanda. Per determinare il tempo della domanda si ha riguardo alla data della ricezione della comunicazione. L'istanza deve indicare l'organismo, le parti, l'oggetto e le ragioni della pretesa.

avv. Nadia Scugugia


architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Sportello consulenze on-line Mediazione