Sportello consulenze on-line

Statica e strutture

leggi le risposte alle domande più frequenti.

18/06/2018: quesito

Buogiorno Architetto,
un cliente mi ha richiesto di sanare di una relazione a struttura ultimata non presentata. Il piccolo ampliamento in oggetto è stato regolarmente progettato con rispettive comunicazioni al Genio Civile e al Comune per la parte urbanistica, ma per essendo stati completati i lavori nel 2014, il D.L. non ha mai provveduto ai provini sui materiali ed a inoltrare la relazione a struttura ultimata entro i 60 gg. di legge. Il D.L. è all'estero e non più rintracciabile, cosa posso fare per portare a termine l'incarico.
Grazie e cordiali saluti

Gentile architetto,
si tratta evidentemente di dare una revoca di incarico contestuale ad un nuovo incarico . Varie ragioni possono essere la causa che determina la impossibilità a concludere il mandato professionale del dl : problemi di salute , personali , decesso , ecc.
Sulle procedure dei vari casi , come purtroppo ben possiamo immaginare , ogni genio civile regionale può indicare quali ; e non mi risulta siano scritte da qualche parte .
Le consiglio però di documentare detta impossibilità nei modi formali più opportuni : ricerca con pec o altro del dl incaricato , autocertificazioni , ecc .
Ovviamente il genio civile interessato può meglio riferirle la documentazione attesa del suo caso specifico .
Cordiali saluti
Architetto Picchi

28/05/2018: quesito

Buongiorno,
sono stata incaricata per fare una ristrutturazione, si tratta di una SCIA per manutenzione straordinaria perchè oltre alla variazione interna con tramezzi, si farà una nuova apertura di vano in muro portante da 0,80 m x 2,10 m (una porta) .
Io sono direttore Lavori e progettista, un ingegnere farà la redazione degli elaborati di calcolo e le tavole strutturali costruttive, da depositare al genio civile , il quesito è:
sono iscritta all'albo da 4 anni quindi non posso fare il collaudo statico ma visto che si tratta di intevento locale in base al D.lgs n°222 del 25 novembre 2016 decreto SCIA 2 con integrazione del TUE art 67 sul collaudo statico che ha introdotto la possibilità di depositare una dichiarazione di regolare esecuzione, quando depositerò il fine lavori al genio civile posso non fare il collaudo statico ma questa dichiarazione ?

Cordiali saluti
arch.j. Ramona Masanotti

gentile architetto ,
non mi sembrano esserci problemi in quanto la normativa regione Lazio del 2016 esplicita chiaramente la non necessità di collaudo per gli interventi locali ma la semplice dichiarazione da inserire nella RSU .
ciò mi sembra ben esplicitato nell'art 11 del regolamento della regione lazio n 14 del 13 luglio 2016 .
cordiali saluti architetto picchi

12/07/2017: distinzione tra colladautore e direttore lavori

Salve.
Sono in procinto di elaborare uno strutturale per il progetto di ampliamento di una casa residenziale esistente mediante il Piano Casa. Si tratta del progetto di un annesso in parte abitabile di circa 40 mq al piano terra e 40 mq al piano superiore (soffitta) in muratura poroton.
Avrei due domande da porre:
- in quanto solo progettista della parte strutturale (non dell'architettonico) e direttore dei lavori, potrei anche collaudare l'opera ?
- l'opera può essere costruita tramite una ditta il cui titolare è il committente / proprietario stesso ?

Ringraziando anticipatamente.
Cordiali saluti.

Gentile architetto , la prima no la seconda si.
il collaudatore ( con 10 anni di iscrizione ...........) non deve essere intervenuto in nessuna fase della progettazione o direzione lavori
( per inciso non ci sarebbe invece incompatibilità con il responsabile della sicurezza ).
il proprietario può sicuramente costruire direttamente salvo che la nomina del collaudatore delle strutture viene fatta dal roprietario/costruttore scegliendolo da una terna di professionisti fornitagli dall'ordine degli architetti o ingegneri
cordiali saluti
architetto Picchi

23/05/2017: perizia statica vasca jacuzzi

Buongiorno, mi e' stata commissionata una perizia statica per una vasca Jacuzzi (2,00x 2,00) m montata su un solaio di una terrazza privata. Volevo chiedere se io come architetto sono abilitata per queste perizie e se puo' darmi indicazioni su come procedere.

Grazie
Cordiali saluti

Gentile architetto, sicuramente lei può redigere perizie , calcoli e dirigere i lavori .
Nel merito deve assicurarsi mediante indagini conoscitive sulla struttura del solaio esistente e seguenti verifiche statiche
che la vasca possa essere installata senza accorgimenti specifici o ( come spesso succede ) debba avere una piccola struttura di ripartizione , o altro .
Cordiali saluti architetto Picchi

18/04/2017: certificati idoneità statica e sismica

Buongiorno, scrivo la presente per avere delucidazioni in merito alla redazione dei certificati di idoneità SISMICA e STATICA relativamente alle procedura di condono edilizio Lg. n. 47/85, Lg. n. 724/94 e L.R. n. 12/04. Sono iscritto all'Ordine Architetti di Roma da meno di 10 anni. Posso redigere detti certificati di idoneità statica e/o sismica? Da come leggo nei post precedenti mi sembra di si. Relativamente ai materiali utilizzati nella costruzione da sottoporre a certificato, ci sono differenze o meno?
Cordialmente

Gentile architetto per i certificato di idoneità statica e sismica non necessitano i dieci anni di iscrizione. Per i certificati le differenze sono notevoli ( più semplici ) e comunque deve attenersi alle prescrizioni contenute nel decreto ministeriale del 15 maggio 1985.
Cordiali saluti - architetto Picchi

01/04/2017: pratica genio civile nella compravendita immobile

Buongiorno
ho eseguito la divisione di un villino in due unità immobiliari per il quale mi hanno fatto redigere una C.I.L.A. ed ho collegato verticalmente tagliando due travetti il solaio di due livelli; nei controlli cartacei fatti ripetutamente visionare al Municipio non mi hanno detto nulla per quanto riguardava la situazione del Genio Civile: Chiudendo il tutto compreso il catasto mi sono trovato in sede notarile alla richiesta della pratica al Genio Civile. Ora mi trovo in forte difficoltà anche perché trattasi di bene familiare. Come posso risolvere la situazione ? Grato della vostra opportunità, ed in attesa di vostro gentile riscontro, porgo distinti saluti.

Gentile architetto,
sembra davvero incredibile ............................
comunque le allego stralcio di una sentenza di cassazione in merito.
…………Cass. 11628 del 26.3.2012
……….secondo un condivisibile orientamento interpretativo è corretta l’esclusione di un obbligo giuridico a carico del pubblico ufficiale rogante di verificare la corrispondenza al vero di quanto dichiarato dal venditore, nel caso di specie, della conformità del bene compravenduto agli strumenti urbanistici …………….
…………………. nessun obbligo riguarda il notaio, tenuto solo a verificare che, per dichiarazione dell’alienante , risultino gli estremi della conformità agli strumenti urbanistici o della concessione rilasciata in sanatoria, o come prescritto dalla legge 28 febbraio 1985 n. 47, art. 17 e art. 40, comma 2° nel testo poi sostanzialmente riprodotto dal D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, art. 46”………………………………….
recepita la dichiarazione del privato in ordine all’esistenza e agli estremi della concessione, l’atto notarile, redatto con le prescritte formalità , è perfettamente valido e corrispondente al canone formale dell’atto pubblico………………..
sembra alquanto chiaro che il notaio oltre a non dover verificare la validità statica non debba verificare neanche la rispondenza urbanistica !
recependo solo la dichiarazione del venditore .
cordiali saluti Arch Picchi

22/03/2017: elenco professionisti ricostruzione sisma 2016

Salve,
un committente di cui ho seguito la ristrutturazione del casale, mi ha detto che il Comune di appartenenza, in seguito ad una perizia giurata di un architetto incaricato da un loro vicino, ha indetto lo sgombro anche dei loro immobili. Vorrebbe che facessi io con il mio ingegnere, il progetto per la messa in sicurezza, i lavori e la D.L., ma mi ha riferito che chi si occupa di questo, secondo l'architetto della perizia, dovrebbe essere iscritto ad una non meglio identificata associazione, di cosa sta parlando?
Cordialità

Gentile architetto , da quello che capisco potrebbe riferirsi all'elenco dei professionisti del commissario straordinario per la ricostruzione sisma 2016, iscrizione aperta a tutti i professionisti .
Può consultare il sito sisma 2016.gov.it.
Diversamente non mi vengono in mente altre situazioni professionali .
Cordiali saluti - Arch Giuseppe Picchi

19/03/2017: DIA in sanatoria per abuso antecedente L.1086, L. 64, ecc.

Gentile Arch. Picchi
Dovrei presentare una DIA in sanatoria ai sensi dell’ art. 37 comma 5 del DPR 380/01, per un balcone facente parte di un appartamento che è difforme alla Licenza Edilizia rilasciata per realizzazione dell’edificio. Faccio presente che tale difformità del balcone in oggetto è una riduzione della metratura prevista dal progetto approvato.
La licenza e la realizzazione del fabbricato è del 1964/1965,per il quale è stato rilasciato anche il certificato di agibilità da parte del Comune di Roma nel 1967.
Essendo quindi l’abuso antecedente all’entrata in vigore delle leggi n°1086 del 1971, legge n°64 del 1974, DPR 380/01 e regolamento regionale della Regione Lazio n°2 del 2012 e regolamento regionale della Regione Lazio n°14 del 2016, volevo chiederle se ero esente dalla presentazione del Genio Civile in Sanatoria, e nel caso potesse essere sostituita da una dichiarazione di non pregiudizio statico dell’opera.
Grazie

Gentile architetto, a tirarla per i capelli , se la struttura rientra nel condono edilizio della legge 47 era previsto il solo deposito di un certificato di idoneità statica ; ma questo peraltro era necessario solo per opere con cubatura superiore ai 450 mc .
Ho comunque chiesto lumi agli uffici del nostro genio civile , in particolare sull'articolo 12 del regolamento 2016 che potrebbe interessare casi analoghi al suo ,o comunque sulle possibili procedure alternative, ma non ho ancora ricevuto risposta .
Cordiali saluti architetto Giuseppe Picchi

1 2 3 4 5 6 7 8 9 avanti

architettiroma è su twitter architettiroma è su facebook le istruzioni per iscriversi al feed RSS Iscriviti alla newsletter di architettiroma.it
Sportello consulenze on-line Statica e strutture