Articolo
19 Maggio 2022

«Tutto devesi uniformare ad un’unica legge di armonia e di eleganza, tutto deve rispondere ad una medesima legge architettonica» – Angiolo Mazzoni

«Ogni edificio ferroviario[ … ] interna­mente – specie nella parte in cui accede o può accedere il pubblico -deve essere non solo decorato, ma arredato in armonia alla costruzione esterna conciliando le esi­genze dei vari servizi con le leggi della estetica».

«Pensiline, tettoie, panche, banconi, chioschi, lumi, quadri, réclame, mobilio, tutto devesi uniformare ad un’unica legge di armonia e di eleganza, tutto deve rispondere ad una medesima legge architetto­nica».

Angiolo Mazzoni

Angiolo Mazzoni – Architettura fer­roviaria, in “Architettura e Arti Decorative”, VI, gennaio- febbraio 1927, p. 193.

Angiolo Mazzoni – Palazzo delle Poste, Sabaudia (LT), 1932-34
Fotografia di Lorenzo Linthout Capirossi

Nell’immagine di copertina: Angiolo Mazzoni – Disegno della stazione ferroviaria di Trieste, 1936-37 Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto

A cura di Giuseppe Felici, Redazione AR Web

ALLEGATI
PHOTOGALLERY

TAG

CONDIVIDI

VEDI ANCHE
Aprile 22 2023
Atti del Convegno “Abitare la Terra” – A cura di Daniela Gualdi e Flavio Trinca Si ringraziano gli ospiti intervenuti...
articolo
Paesaggio
Aprile 8 2023
«Tradizione non significa chiusura, immobilismo. Al contrario, il valore delle tradizioni risiede nel loro essere aperte alle innovazioni.La tradizione non è l’opposto...
articolo
Architettura
Marzo 29 2023
«Architettore chiamerò io colui, il quale saprà con certa, et maravigliosa ragione, et regola, si con la mente, e con lo animo...
articolo
Architettura