Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

AREA
ISCRITTI OAR

attivitàOAR

AR Web
29 Marzo 2022

“L’Alba dell’Uomo”. Il rapporto dell’uomo con l’abitare la terra alle origini dell’umanità.

immagine_abitare la terra_
Atti del Convegno “Abitare la Terra” – A cura di Daniela Gualdi e Flavio Trinca Si ringraziano gli ospiti intervenuti per la preziosa partecipazione. Si ringraziano Simona De Sanctis, Antonietta...
Attività dell'Ordine
29 Giugno 2021

La lente dell’OAR sul 110% a quasi un anno dall’emanazione del Decreto 34/2020

politiche oAR
“Molte le semplificazioni succedutesi in maniera confusa e che non affrontano il tema alla radice – dichiara Christian Rocchi, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Roma nell’introduzione all’evento Il Superbonus 110%:...
AR Web
06 Maggio 2021

Un’occasione unica – di Christian Rocchi, Presidente OAR

editoriale_presidente OAR
[ Editoriale ] – Il mondo intero sta vivendo un momento particolarmente drammatico. La pandemia ha scosso tutti, ha letteralmente demolito concezioni alla base di un modo di pensare che,...
Attività dell'Ordine
29 Aprile 2021

SPAM Restart! Azioni per ripartire. Dal 23 al 29 luglio la terza edizione del Festival dell’Architettura di Roma

Spam Restart!
di Redazione OAR Si svolgerà dal 23 al 29 luglio la terza edizione della Settimana del Progetto di Architettura nel Mondo, il Festival dell’Architettura di Roma organizzato dall’OAR: SPAM Restart!...
Attività dell'Ordine
24 Gennaio 2020

Memoria, l’OAR annulla la cancellazione dei professionisti colpiti dalle leggi razziali

Memoria Pietre Inciampo
di Redazione OAR - Angelo Di Castro, Romeo Di Castro, Umberto Di Segni e Davide Pacanowsky. Sono i professionisti di cultura e religione ebraica il cui nome fu cancellato dall’albo dell’Ordine degli Architetti di Roma al tempo delle leggi razziali. Il 27 gennaio, in occasione del Giorno delle Memoria, si terrà presso la Casa dell’Architettura (ore 14.30) un cerimonia simbolica con la quale l’OAR annullerà la cancellazione dall’albo di quei professionisti, alla presenza dei loro familiari