Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

AREA
ISCRITTI OAR

50 ANNI DI PROFESSIONE

Malpeli Roberto
Malpeli Roberto
Malpeli Roberto

Roberto Malpeli nasce a Roma il 13 novembre 1930 e si laurea alla Facoltà di Architettura dell’Università di Roma “Sapienza” nel 1960; l’anno seguente consegue l’abilitazione all’esercizio della professione iscrivendosi all’Albo dall’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia con la matricola n. 1397.

All’inizio svolge prevalentemente attività di consulente tecnico per il Tribunale Fallimentare di Roma e per l’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti d’Italia (INPGI).
È del 1962 la progettazione, insieme ad altri professionisti, di 400 appartamenti di edilizia sovvenzionata a Taranto e di un centro sociale a Palombina Nuova (Ancona).

Dal 1963 al 1969 si occupa, insieme all’architetto A. Alieri, della progettazione del Piano Particolareggiato e di Esecuzione convenzionato denominato “Casal Torrino EUR Collinare” destinato alla Zona Torrino Sud di Roma, per il quale svolgerà anche la direzione lavori.

Sempre in quegli anni la sua specializzazione in Tecnica dell’architettura ospedaliera lo porta a progettare e seguire la direzione dei lavori di una clinica ortopedica in via Benevento a Roma, dell’ampliamento delle sale operatorie dell’ospedale di Tivoli (Roma), dell’edificio per malati cronici di Formia (Latina) oltre che dell’edificio per lungodegenti dell’ospedale di Canosa di Puglia (Bari) e del nosocomio di Urbino (Pesaro).

Dal 1969 al 1972 è impegnato nella progettazione di un cinema da 600 posti in Palombina Nuova, dell’Ospedale Generale di Catania, della trasformazione e restauro della residenza dell’Ambasciatore di Australia in via Salita Parioli a Roma.
Nel 1973 decide di trasferirsi in Spagna, dove, a Madrid, fonda lo Studio Estudios Ibelart con due colleghi, lo spagnolo Carlos Langdon e l’inglese Roland Lancon.
Nella capitale spagnola si occupa di progettazione di alberghi, centri commerciali (Carrefour) e residenze, come l’Ambasciata inglese, gli edifici per uffici e banche; nella provincia di Malaga segue i lavori di urbanizzazione della Costa del Sol.

Rientrato in Italia nel 1980 per esigenze familiari, ottiene l’incarico della ristrutturazione dello stabilimento Graphitalia di Paliano (Frosinone) e dell’Albergo Ambasciatori di Londra a Napoli.
Successivamente si occupa in prevalenza di direzioni lavori e direzione tecnica di importanti interventi su Roma. E’ sua la direzione lavori nei cantieri per la realizzazione di 84 alloggi in via Eroi di Cefalonia a Roma – Spinaceto, del Complesso residenziale per 53 alloggi in via Capitello a Fregene (Roma) e degli edifici per uffici nel Complesso Parco dei Medici a Roma.
È direttore tecnico della realizzazione di 18 alloggi per la Coop. Geroglifico in via di Grotta Perfetta e della realizzazione di 321 alloggi per la Coop. Triremi in via dell’Imbrecciato, entrambi a Roma.

Nel 1984, e per dieci anni, ricopre l’incarico di Direttore dell’Ufficio Tecnico e coordinatore dei lavori per l’Impresa di Costruzioni Leonardo Caltagirone, occupandosi dei lavori di urbanizzazione primaria e secondaria nei comprensori convenzionati in Roma.
Con questo ruolo si occupa: del comprensorio di 380 appartamenti “Casalbianco”, in località Settecamini; di due edifici per uffici e centro sportivo nel comprensorio “E1 – San Basilio”; del quartiere Nomentano Nord per 450 appartamenti; di un edificio per uffici e di una scuola elementare; nel Comprensorio M2 denominato “Carcaricola” in località Romanina di edifici per uffici, magazzini e centro commerciale; nel Comprensorio F1 “Montecervino” in località Corviale, di 180 appartamenti, di edifici non residenziali, di una palestra e della scuola materna.

Dal 1995 al 2010 lavora per il Consorzio Ponte di Nona come direttore dei lavori del Comprensorio convenzionato E1 Ponte di Nona – Roma, per le opere urbanizzazione primaria e secondaria destinate ad un insediamento di 16.500 abitanti.
Si occupa quindi della viabilità e dei parcheggi pubblici, della rete fognaria mista e separata, della rete elettrica MT e BT, della rete di illuminazione pubblica, della rete idrica potabile, della rete idrica di innaffiamento, della rete del gas; di due cavalcavia e di un viadotto su Fosso Benzone.
Per l’urbanizzazione secondaria, invece, segue i lavori di allaccio della viabilità del Comprensorio all’Autostrada A24 Roma – L’Aquila, del casello di esazione e rampe di raccordo, del restauro di un casale per adibirlo a museo-archivio per la Soprintendenza Archeologica di Roma, di due complessi per la scuola elementare con 15 aule e palestra, di una scuola materna di sei sezioni, di una scuola media con 15 aule e palestra, di una scuola parte asilo nido e parte scuola media con palestra, del parco pubblico attrezzato e del cavalcavia della via Collatina con la ricostruzione di parte dell’antica via romana sul lastrico solare.

Dal 2010, dopo essere andato in pensione, continua a dedicarsi all’attività professionale come consulente tecnico per il Consorzio Ponte di Nona al fine dell’espletamento dei collaudi delle opere di urbanizzazione e della loro consegna e presa in possesso da parte dell’Amministrazione comunale.

PHOTOGALLERY

ATTIVITÀ

DELL'ORDINE

POLITICA

DELL'ORDINE