Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

AREA
ISCRITTI OAR

50 ANNI DI PROFESSIONE

Parodi Filippo
Parodi Filippo
Parodi Filippo

Filippo Parodi nasce a Roma nel 1934. Si laurea alla Facoltà di Architettura della “Sapienza” Università di Roma e, nel 1964, si iscrive all’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia con la matricola n. 1653. Dal 31 dicembre 1965 al 16 gennaio 1970 è assistente incaricato di Disegno tecnico presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi dell’Aquila.

Dal novembre 1962 al febbraio 1971 svolge attività professionale con il prof. ing. Dagoberto Ortensi e l’arch. Gianfranco Ortensi, partecipando a concorsi di progettazione, appalti concorso, pianificazioni urbanistiche e numerosi progetti di edilizia pubblica.
In questo periodo collabora prima alla redazione del progetto vincitore del concorso indetto dal Ministero per la Pubblica Istruzione di una scuola elementare di 24 aule a Catania, poi ai progetti del Palazzo dello Sport della Repubblica di San Marino e del Palazzo dello Sport di Firenze. Sempre con D. Ortensi e G. Ortensi partecipa, con l’Impresa Provera e Carrassi, all’appalto concorso per il Palasport di Milano, vincendo il secondo premio ex aequo e si occupa della progettazione esecutiva di numerosi edifici pubblici come i centri sportivi di Orvieto (Terni), Alanno (Pescara) e di Stigliano (Roma), le piscine comunali di Ferrara e Portomaggiore (Ferrara) e lo stadio per 1500 spettatori di Acireale (Catania). Redige inoltre il progetto per la concessione del Teatro della Fiera Internazionale di Damasco (Siria), il PRG e il PEEP di Pontecorvo (Frosinone) e il PRG di Amelia (Terni).
Nel 1972 partecipa al concorso nazionale di progettazione di una palestra polisportiva tipo per il CONI – Istituto per il Credito Sportivo, vincendo il primo premio e, l’anno successivo, sempre per il CONI realizza la palestra di scherma di Jesi (Ancona).

Dal 1971 al 1993 svolge l’attività professionale con l’arch. Roberto Bove, con il quale partecipa agli appalti concorso per otto edifici scolastici prefabbricati a Sassari e per l’Istituto Tecnico Industriale “Minuziane” di San Severo, per l’Amministrazione comunale di Foggia.
Negli stessi anni, lavora con l’ing. Lucio Lemmi con il quale partecipa ad appalti concorso, realizza edifici pubblici, abitazioni private, restauri conservativi e allestimenti. Insieme, nel 1975, progettano la sede degli uffici della Regione Abruzzo a L’Aquila; nel 1978 redigono il repertorio progetti per l’ANIACP della Regione Lombardia e, nel 1981, realizzano l’Istituto dei Motori del CNR di Napoli per Italedil – Imco – Ipisistem. Per Italposte realizzano alcuni edifici postali in Veneto, a Cologna Veneta (Verona) e ad Isola Vicentina (Vicenza); per la società EDIL.PRO, progettano le caserme del Comando dell’Arma dei Carabinieri di Cotronei (Crotone), Conflenti (Catanzaro) e Fontanarossa (Catania); per la Tirrenia Navigazione, a Napoli, conducono la ristrutturazione ed il restauro conservativo sia della stazione marittima (Molo Angioino e Centro di Elaborazione Dati) che del Palazzo Sirignano.
Tra il 1983 ed il 1987 con Lucio Lemmi progetta e realizza gli allestimenti dell’area espositiva delle industrie italiane ai Saloni Internazionali di Aeronautica e dello Spazio di Parigi – Le Bourget e di Londra – Farnborough, curando gli stand e le aree di rappresentanza di aziende quali Selenia SpA e Cirsea Consortium.
Nel campo dell’architettura degli interni allestiscono anche le sale riunioni, i locali di rappresentanza e la foresteria della sede romana del CNR così come uffici, laboratori ed auditorium della Facoltà di Agraria dell’Università della Tuscia e lo show room della Società italiana Radio Marittime a Roma, nel quartiere EUR.

Dal 1993 svolge l’attività professionale a Roma, in via Ugo De Carolis 101; ristruttura e arreda numerosi appartamenti nella città, cura il progetto esecutivo degli allestimenti della Sala NATO del Ministero della Difesa per conto dell’Impresa M. Damiani, e segue la trasformazione degli spazi connettivi della sede di Piazza del Popolo della Cassa Compensazione e Garanzia SpA in uffici, mediante l’installazione di pareti mobili.
In data 15 febbraio 2000 consegue l’attestato di frequenza al Corso di formazione per la Sicurezza del Lavoro nel settore edile ai sensi del decreto legislativo 494/96, articolato in 120 ore e rilasciato dall’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia.

Parallelamente alla carriera di architetto intraprende un percorso artistico pittorico che, dal 1978, lo porta a prendere parte a mostre e a pubblicazioni.
Proprio al 1978 risale la prima pubblicazione e quotazione di un’opera pittorica su Quotazione e prezzi degli artisti italiani contemporanei (edizioni Il Quadrato) mentre nel 1991 partecipa alla Prima Mostra Selettiva Regionale del Lazio e poi alla Mostra Mercato Nazionale di Arti Figurative nel Palazzo Comunale di Todi (Perugia), entrambe organizzate dal Comitato Regionale ANLA.
Nello stesso anno tiene la prima mostra personale dal titolo Non Solo Roma presso i locali Linea in via Bocca di Leone a Roma, seguita da quella del 1992 presso i locali Stella Mattutina in via Cecilio Stazio dal titolo Non Solo Roma 2, poi da quella del 1993 presso la Galleria Arte S. Lorenzo in via dei Latini dal titolo Lungotevere a Manhattan, e ancora dall’esibizione del 1995 tenuta presso il proprio Studio dal titolo Passeggiando per Roma, dialogo tra architettura e paesaggio.
Nel 1993 espone a Santa Maria in Cosmedin disegni e progetti nella mostra Dedicato a Roma – Architetture mai viste in mostra alla Bocca della Verità per una vendita di beneficienza per JDF.
Nel settembre del 1994 realizza la decorazione, con grafiche tematiche, delle pareti della Sala del Consiglio della Cassa di Compensazione e Garanzia SpA, nella sede romana di Piazza del Popolo.
Nel 1996 si classifica secondo al Premio di Arte Figurativa organizzato dall’Associazione culturale “Officina dell’arte”.
Le mostre personali continuano presso il suo Studio con l’esposizione del 1996 Fontane all’ombra delle cupole romane, a cui seguono la mostra Romamania (1998) che raccoglie circa duecento opere su Roma e l’esposizione Roma, tra architettura e paesaggio tenuta nel maggio 2001 presso la galleria del Centro artistico – culturale La Pigna e, nel 2004, la mostra personale allestita a Tivoli (Roma) con il patrocinio del Comune presso la chiesa sconsacrata di S. Michele Arcangelo, riproposta poi nel settembre 2005.
Nel 2003, inoltre, cura l’allestimento della scena presso la Sala dei Settecento nell’Auditorium – Parco della Musica di Roma con tre pannelli di 70×250 cm dal titolo Roma in Alto Adige, realizzati in occasione del concerto dei Coroanaroma per il quarantesimo anno dalla fondazione.

PHOTOGALLERY

ATTIVITÀ

DELL'ORDINE

POLITICA

DELL'ORDINE