Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

AREA
ISCRITTI OAR

ATTIVITà DELL'ORDINE

Architettura
05 Agosto 2021

Spam 2021. OAR al centro della scena: dal primo incontro tra i candidati sindaco per Roma al percorso verso una legge per l’architettura

di Redazione OAR

Più di 100 ospiti intervenuti, tra architetti di livello internazionale, amministratori, rappresentanti delle istituzioni, imprese, associazioni. Grande affluenza di pubblico per gli eventi dal vivo, al quale si sono aggiunte le persone che hanno seguito il programma in streaming. E una forte attenzione mediatica, con decine di testate giornalistiche coinvolte, numerosi articoli di stampa e uscite televisive. Senza contare le decine di migliaia di visualizzazioni per i contenuti diffusi sui canali social dell’Ordine. Sono solo alcuni dei numeri di SPAM Restart!, la terza edizione del Festival dell’Architettura di Roma organizzato dall’OAR, andata in scena dal 23 al 29 luglio scorsi alla Casa dell’Architettura.

Un successo che, tuttavia, va ben oltre i riscontri numerici: la manifestazione ha riportato gli architetti al centro della scena – sia romana che nazionale – su temi di grande interesse per i cittadini e per la professione: dal primo incontro tra i candidati sindaco per Roma al percorso verso una legge per l’architettura.

La giornata di chiusura del Festival – dedicata al tema «Architecture and Politics» – ha tirato le fila del percorso intrapreso dall’Ordine, focalizzando l’attenzione sul ruolo dell’architetto e dell’architettura, anche come strumento politico. Un punto di vista che si è esplicitato nei due momenti clou della giornata: l’incontro con i candidati sindaci per Roma – ai quali sono state poste domande elaborate in base agli spunti proposti dagli iscritti OAR, raccolti attraverso una apposita call – e il focus dedicato al dibattito e alle azioni da avviare per il varo di una legge per la qualità dell’architettura in Italia, in condivisione con l’esperienza attualmente in corso in Spagna.

Al Festival il primo incontro tra i candidati sindaco per Roma

La manifestazione organizzata dall’OAR è riuscita ad ospitare, nello spazio «restart Roma» dedicato alla Capitale, il primo incontro tra i candidati sindaco per Roma alle elezioni amministrative del prossimo ottobre: Virginia Raggi, Carlo Calenda, Roberto Gualtieri ed Enrico Michetti. Le questioni aperte sul futuro della città su cui si è deciso di incentrare il confronto sono state individuate attraverso il coinvolgimento degli iscritti all’Ordine, con una call lanciata prima del Festival.

Gli argomenti segnalati dagli architetti romani hanno spaziato dai temi più vicini alla professione, e non solo – come burocrazia, semplificazioni e funzionamento della Pa (in primis: tempistiche,   incertezze procedurali e malfunzionamento degli uffici pubblici capitolini, sui cui pesa una cronica mancanza di personale, a partire dal Dpau) – alle priorità per il futuro di Roma: servizi, infrastrutture, spazi pubblici, verde, manutenzione, pianificazione urbanistica e valorizzazione del patrimonio storico-artistico-cultruale. Con un richiamo di attenzione a diverse peculiarità del territorio romano, tra criticità da affrontare ed opportunità: dal Tevere all’agro romano, fino alle periferie.

La prima occasione di confronto dal vivo tra i candidati sindaco ha richiamato l’attenzione dei media nazionali e locali, con oltre 60 giornalisti accreditati presenti alla Casa dell’Architettura e più di 200 uscite tra pubblicazioni, agenzie e servizi televisivi.

Clicca sull’immagine per vedere sul canale YouTube OAR il dibattito tra i candidati sindaco: LINK

Legge per l’Architettura: puntare su un percorso partecipativo. Il modello spagnolo

L’altro appuntamento chiave dell’ultima giornata ha riguardato – in un contesto di rilievo nazionale e internazionale – la riflessione sulla necessità di varare una legge per l’architettura nel nostro Paese. Nel «focus urban», spazio quotidiano di Spam a carattere istituzionale incentrato sulla città sono state messe le basi per attivare – sul fronte della «qualità urbana e ambientale» – un percorso incentrato su partecipazione, qualità della progettazione, ruolo centrale degli architetti.

Un punto di riferimento , in questo senso, è rappresentato dall’esperienza in corso in Spagna con con il programma Peca – Propuestas sobre el Entorno Contruido y la Arquitectura (Proposte per l’Ambiente costruito e l’Architettura)  incentrato sull’attivazione di un processo partecipativo. All’incontro ha preso parte Iñaqui Carnicero Alonso-Colmenares, direttore generale Agenda Urbana y Arquitectura del Ministero spagnolo dei Trasporti, Mobilità e Agenda Urbana, che ha sottolineato come l’impostazione della legge spagnola sia «fortemente interdisciplinare, con l’obiettivo di tenere insieme temi che spaziano dal sociale all’ambiente, da innovazione e sviluppo al ruolo della Pa, fino alla cultura e – appunto – alla qualità dell’ambiente costruito».

Ha partecipato all’incontro il presidente del Consiglio nazionale degli Architetti PPC, Francesco Miceli, ribadendo come «la qualità di un progetto dipenda da un insieme di competenze, ma è necessario che ci sia una figura che coordini. Crediamo che la più adatta a farlo sia colui che il progetto lo ha ideato: l’architetto».

Qui il video della tavola rotonda: LINK

Rocchi: OAR a disposizione per progresso materiale e culturale di Roma

A tirare le somme è stato Christian Rocchi, presidente OAR: «Chiudiamo il Festival dell’Architettura dell’Ordine degli Architetti di Roma e provincia – ha detto – convinti che per la Capitale e per l’Italia serva una progettazione coraggiosa. Abbiamo avviato un dialogo anche con il Governo spagnolo per dare un contributo fattivo in vista di una legge di riforma del sistema economico tramite un percorso partecipativo». Il confronto tra i candidati sindaco organizzato dal nostro Ordine, ha proseguito, «ha arricchito il dibattito con tante idee di città presentante anche nel corso del laboratorio del Festival. Continua così la nostra azione politica, istituzionale, per chiedere ai quattro candidati di sviluppare un progetto organico per Roma, dove le singole parti concorrano a costruire la città più rispondente alle sfide attuali. L’Oar sarà sempre disponibile ad essere uno degli strumenti per realizzare le condizioni di una nuova epoca di progresso materiale e culturale per la nostra Capitale».

I workshop di SpamLab

Il Festival dell’Architettura di Roma si è chiuso con la presentazione dei risultati di Spam-Lab 03, workshop di profilo internazionale che si è svolto durante la settimana della manifestazione. Ai tre laboratori – guidati da Ute Schneider, architetto partner del gruppo Kcap; Kristina Knauf del gruppo Mvrdv; e il preside della facoltà di Architettura della Sapienza, Orazio Carpenzano – hanno partecipato 36 giovani provenienti da tutto il mondo. Le idee progettuali elaborate si sono concentrate su tre aree di proprietà militare ancora attive o in via di dismissione selezionate con la collaborazione del ministero della Difesa e del Demanio militare: a Roma, sull’Istituto storico e di cultura dell’Arma del Genio, all’insegna riuso e valorizzazione; a Cagliari con la rigenerazione urbana delle aree militari selezionate tra urban tourism e natura; a Merano per un distretto multifunzionale dai servizi sanitari al leisure fino all’housing. (FN)

Qui il video della presentazione risultati dei workshop: LINK

Rivedi le giornate, le video interviste, gli articoli pubblicati, la rassegna stampa

Sono state oltre 12mila visualizzazioni di contenuti e streaming sul canale YouTube dell’OAR relativi a Spam 2021.

Qui per rivivere le giornate del Festival: LINK

Scarica la rassegna stampa dedicata a Spam dall’area riservata: LINK

Forte il seguito sui canali social OAR: con 40mila visualizzazione dei 120 post pubblicati sulla pagina Facebook dell’Ordine in occasione del Festival. Circa 60mila visualizzazioni dei post Instagram dedicati a Spam. La diretta quotidiana Twitter che ha accompagnato tutta la durata della manifestazione, riportando le riflessioni e le lectures dei protagonisti.

Realizzate 40 pillole video, mini interviste agli ospiti del Festival pubblicate sui canali social OAR

Qui per rivederle dalla pagina Facebook dell’OAR: LINK

Qui gli articoli pubblicati sul sito OAR giornata per giornata: LINK

Scarica la rassegna stampa dedicata a Spam dall’area riservata: LINK

di Francesco Nariello
PHOTOGALLERY

TAG

POLITICA

DELL'ORDINE

NEWS

DELL'ORDINE