Social

Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

ATTIVITà DELL'ORDINE

Professione
05 Dicembre 2019

Bilancio, incontro con gli iscritti: occasione di condivisione e formazione

Continua il percorso intrapreso dall’OAR per la condivisione con gli iscritti delle scelte di bilancio, all’insegna di trasparenza, partecipazione e formazione professionale. Si è svolto lo scorso 2 dicembre, infatti – presso la Casa dell’Architettura -, il terzo incontro organizzato nel corso dell’attuale mandato, durante il quale la discussione del bilancio preventivo è stata accompagnata da una parte più strettamente formativa dedicata a temi come le recenti novità fiscali per l’architetto e le responsabilità in ambito deontologico, civile e penale, in riferimento all’obbligatorietà della copertura assicurativa professionale.

Stimolare la partecipazione

“L’incontro con gli iscritti per la condivisione del terzo bilancio preventivo di questo mandato – spiega Marco Alcaro, tesoriere OAR – prosegue nella linea tracciata. L’idea è stata quella di coinvolgere il più possibile gli iscritti e renderli più consapevoli di come vengono spese le quote versate all’Ordine. Per stimolare la partecipazione, abbiamo affiancato alla parte più tecnica, relativa al bilancio, una parte formativa su argomenti di attualità e interesse per gli architetti”.

Sul fronte dell’aggiornamento professionale, in particolare, si è puntato su obblighi tributari e  regime fiscale dell’architetto, con un approfondimento sulle recenti novità fiscali per i professionisti, a partire dalle possibili modifiche contenute nella finanziaria (in particolare per quanto riguarda il regime forfettario). A seguire, un focus sull’assicurazione professionale, sulle responsabilità dell’architetto in ambito deontologico, civile e penale, alla luce del recepimento della Legge 148/2011 sull’obbligatorietà della copertura assicurativa e relativi ambiti di applicazione. Un tema, quest’ultimo, di grande importanza e su cui manca ancora una consapevolezza diffusa su argomenti come tutela legale, attenzione alle coperture effettive, retroattività: tematiche su cui l’Ordine mette a disposizione degli iscritti, presso la propria sede, un servizio di consulenza gratuito.

L’analisi del bilancio preventivo

La giornata si è poi incentrata su presentazione e analisi del bilancio preventivo 2020. Sono stati illustrati obiettivi e finalità, con l’esame dei vari capitoli di spesa e delle strategie che indirizzano l’azione del Consiglio. In generale, ha spiegato Alcaro, “si sta consolidando una fase in cui – dopo decenni di continuo incremento degli iscritti – si registra una progressiva diminuzione delle iscrizioni e una crescita delle cancellazioni. Quest’ultime connesse anche all’introduzione dell’obbligo formativo, che ha spinto molti architetti che non praticano la professionale a cancellarsi”.

Circa il 60% del bilancio dell’OAR è rappresentato da spese fisse: personale, sede, consumi, consiglio di disciplina, mentre il resto si dirige soprattutto verso tre direttrici principali: la formazione – con il Pof, programma offerta formativa, per la prima volta strutturato in diversi percorsi; la comunicazione, nella quale, tra l’altro, rientrano realizzazione e messa a punto del nuovo sito web dell’OAR; e i servizi agli iscritti, con una offerta sempre più completa. A questi campi si aggiungono, inoltre, una serie di progetti su temi specifici, dalle tariffe ai concorsi. (FN)

Redazione OAR

di
PHOTOGALLERY

TAG

POLITICA

DELL'ORDINE

NEWS

DELL'ORDINE