Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

ARCHIVIO STORICO DELL'ORDINE

Presentazione

L’Ordine degli Architetti PPC di Roma e provincia ha svolto un importante lavoro di archiviazione degli elaborati grafici degli architetti romani: una ricerca lunga e complessa, che coinvolge studi di progettazione, istituti di cultura, accademie, Università ecc., e che, nel tempo, confluirà in una grande raccolta di uno straordinario, quanto poco noto, patrimonio culturale, specificamente legato alla nostra professione e alla nostra città.

 

Un tale, eccezionale lavoro, pur evidentemente di grande interesse, richiede qualche considerazione più specifica. In primo luogo, ricordiamo che la parte autografica del lavoro di un architetto è, evidentemente, limitata a quella progettuale e si esplica, per lo più, attraverso disegni. Diversamente da quanto avviene per le altre arti, come la pittura e in gran parte la scultura, l’architettura non è prodotta direttamente da chi l’ha progettata: questione estremamente delicata, che rende di conseguenza fondamentali le operazioni di conservazione, censimento, catalogazione, digitalizzazione e comunicazione di tali disegni. Presupposto essenziale, nel loro insieme, per altre operazioni, ancora molto diverse: si tratta, naturalmente, di un dovere che abbiamo nei confronti delle generazioni di progettisti che ci hanno preceduto, ma anche di quelle che seguiranno.

 

Accanto al patrimonio in gran parte costituito da elaborati grafici giunti all’Ordine grazie a cessioni o depositi da parte di professionisti o dei loro eredi, vi è una sezione dell’Archivio composta da documenti che l’istituzione stessa ha prodotto fin dall’insediamento della prima Giunta nella seduta del 16 ottobre 1930, e ancor prima per effetto della legge 24 giugno 1923, n. 1395 sulla “Tutela del titolo e dell’esercizio professionale degli ingegneri e degli architetti” e del relativo regolamento di attuazione. Si tratta, nello specifico, dei verbali delle sedute dell’Organo direttivo e delle Assemblee degli iscritti e dei fascicoli che contengono i documenti che le norme prevedevano per l’iscrizione all’Ordine professionale. Documenti amministrativi dunque, ma anche e soprattutto resoconti di un arco temporale che, per la parte che interessa questo volume, è stato segnato da vicende storiche di particolare rilevanza per il nostro Paese e, in tale contesto, per la nostra professione.

 

Nei verbali, oltre alle deliberazioni direttamente collegate con la tenuta dell’Albo, non mancano cenni, più o meno diretti, a quanto stava storicamente segnando gli anni a cavallo del secondo conflitto mondiale, con tutta la complessità la drammaticità e le difficoltà di tale periodo. Ai primi anni di esordio della nuova struttura professionale, con tutte le problematiche connesse alla definizione delle competenze e del campo d’azione, seguono anni di delicato rapporto con il potere statale, in cui fu inevitabile “scegliere la parte” dalla quale stare, con conseguenti decisioni che oggi non si possono non giudicare inaccettabili – e ci si riferisce in particolare alla scelta, comunque obbligata, di applicazione della legge n. 1054 del 1939. Vengono poi gli anni della ricostruzione, con le aspettative e le speranze che la categoria professionale ha nutrito davanti allo scenario di un Paese che degli architetti aveva bisogno come non mai.

 

Dalla lettura dei verbali emergono i nomi dei protagonisti della scena romana di quegli anni, in quanto appartenenti all’Organo direttivo o, comunque, attivamente presenti nelle Assemblee e nelle emanazioni dell’Ordine stesso (le varie Commissioni); se ne ricavano aspetti nuovi e, a volte inaspettati, di figure che hanno segnato la storia dell’architettura italiana sullo sfondo di un periodo storico che andrebbe, per molti versi, approfondito.

 

Più in dettaglio, tornando alla ricerca, catalogazione e archiviazione dei disegni d’architettura, rileviamo che questa è fondamentale per una lunga serie di ragioni, relative a considerazioni che riguardano almeno tre grandi ambiti: lo stesso disegno, il restauro e la storia. Sul primo campo va detto che il disegno degli architetti è parte integrante e imprescindibile dell’identità italiana, dal punto di vista artistico in generale e architettonico in particolare. Gli architetti italiani hanno sempre disegnato molto e bene e il patrimonio grafico da essi elaborato ha sempre costituito una solida base di partenza per ogni successiva ricerca architettonica. Hanno peraltro anche spesso utilmente e diffusamente teorizzato sul tema. Il disegno è stato dunque, da sempre, linguaggio privilegiato per la comunicazione dell’architettura, sia di quella realizzata, che procede cioè dall’architettura, com’è nel caso del rilievo, sia di quella da realizzare, che precede quindi l’architettura, com’è nel caso del progetto. Ma il disegno ha avuto anche una forte tensione verso l’ideazione, la sperimentalità e l’utopia, e gli elaborati prodotti, anche nei casi in cui non è effettivamente derivata la costruzione di un edificio, hanno spesso fortemente influenzato la produzione successiva e, nei casi migliori, sono a buon diritto entrati a far parte della storia dell’architettura.

 

De Fusco, dal suo punto di vista eminentemente semiotico, ha utilmente definito il disegno d’architettura, nei suoi tre momenti del rilievo, della progettazione preliminare e di quella esecutiva, come “… un’attività che rimanda ad altro, designa altre cose ed è in funzione dei vari interpreti: il committente, i tecnici, le maestranze. Cosicché il disegno architettonico va considerato come un linguaggio, una comunicazione attraverso segni che determinano un comportamento …1 . E ciò gli ha consentito, vista la natura linguistica della stessa architettura e la nozione di metalinguaggio introdotta da Morris – “… un linguaggio che significa nei confronti di altri linguaggi …2 – di considerare il disegno d’architettura “… come un metalinguaggio rispetto al linguaggio dell’architettura. Non solo, ma di sottolineare la funzione strumentale, pragmatica ed eteronoma di tale metalinguaggio …3 . Funzione che tuttavia non ha nulla di secondario né di subalterno, ma che coglie anzi l’essenza strutturale del disegno, in tutta la sua complessità e in tutta la sua forza ideativa, prescrittiva, interpretativa, comunicativa. Nell’ambito del restauro, il secondo fra i tre sopra identificati, le considerazioni cui si è accennato in apertura sono alla base di alcune posizioni recenti particolarmente interessanti. Diversamente dalla pittura, dalla scultura e da altre arti, l’architettura non è, come s’è anticipato, un’arte autografa; e l’autenticità storica della materia di cui essa è fatta non è altrettanto importante, dal momento che progetto e realizzazione sono opera di professionisti, tecnici ed esecutori diversi.

 

La questione è stata analizzata nel dettaglio da molti. Fra tutti, si ricorda sull’argomento ciò che ne ha scritto di recente Franco Purini: “… L’edificio non è fatto dalle mani dell’architetto, come accade invece nella pittura e, in modo diverso, nella scultura. Esso è il frutto del lavoro di numerosi operatori, depositari di una pluralità di competenze tecniche, i quali svolgono un lavoro collettivo all’interno di un piano complessivo – il progetto – messo a punto dall’architetto. È dunque il progetto il vero luogo dell’autografia, o meglio, ciò che maggiormente si avvicina a essa. …4. Un tema delicato, sul quale si discute oggi molto in Europa e in particolare in Italia; un tema, inoltre, chiaramente utilizzato da Paolo Marconi nelle sue ultime, interessanti teorizzazioni “contro” Brandi e l’ortodossia della Carta di Venezia. In esse, ogni eventuale operazione di ricostruzione dell’architettura “dov’era, com’era”, non può che poggiare saldamente sui rilievi e, soprattutto, sugli elaborati progettuali: operazione evidentemente possibile nella misura in cui essi siano stati opportunamente conservati e archiviati. Prevedibilmente caratterizzate da grande chiarezza espressiva sono infine, a proposito del terzo e ultimo ambito identificato, quello storico, le posizioni espresse da Bruno Zevi, che ha così spiegato l’indipendenza qualitativa del disegno dall’opera architettonica: “… Il pregio degli schizzi architettonici è indipendente dall’edificio che eventualmente potrà derivarne dando luogo ad un’altra opera, affatto distinta … anche un progetto apparentemente anodino può derivare un’opera splendida, e viceversa …5. Per poi concludere: “… i disegni degli architetti interessano dunque la storiografia in tre sensi: a) se gli edifici sono realizzati, ne documentano una tappa della vicenda creativa; b) se sono artisticamente raggiunti, appartengono alla storia dell’arte, non a quella specifica dell’architettura, in quanto sono immagini compiute, non prefigurazioni o ‘sostituti’; c) se sono di grandi maestri, che hanno dimostrato in altre opere di saper passare dallo spunto alla realtà edilizia con piena coerenza, indicano un dato della loro vita, una ‘intenzione’, un’occasione perduta…6. Il disegno svolge dunque un ruolo essenziale nei confronti della storiografia architettonica: per una storiografia (come “storia-studio”) che provi a rifondarsi scientificamente dal suo interno: soltanto così riusciremo, forse, a comprendere, nei limiti in cui ciò sia effettivamente possibile, la complessità della storia (come “storia-realtà”)7.

 

L’attenzione riservata dunque al disegno da parte dei progettisti – analogamente a quanto d’altra parte accade in ogni ambito contemporaneo nei confronti di tutto ciò che rientra nella sfera della rappresentazione – legittima ulteriormente l’interesse di critici e storici dell’architettura per ciò che si va sempre più configurando come un sofisticato linguaggio, ricco di connotazioni e di valenze che vanno al di là della pura e semplice comunicazione di un messaggio architettonico a fini costruttivi e che, in una parola, assume un ruolo culturale nel senso più ampio e inclusivo del termine.

 

Di qui l’interesse ad approfondire la storia del disegno e la storia dell’idea di disegno: ricerche possibili solo attraverso la consultazione di archivi costruiti e puntualmente organizzati ad hoc. I risultati di tali ricerche sono tutt’altro che scontati. Il disegno ha attraversato di recente momenti di alterna fortuna critica – ci riferiamo segnatamente alla vicenda dell’ultimo mezzo secolo, cioè grosso modo dalla ripresa postbellica a oggi – al punto da rendere necessaria la più attenta riconsiderazione di un tema che sembra percorrere diagonalmente tutta la vicenda contemporanea e per il quale l’avvento e la diffusione del digitale non ha che portato a un ulteriore accrescimento dei suoi diversi livelli interni di complessità, sia dal punto di vista effettivo sia da quello interpretativo. L’avvento del digitale, rivoluzionando la pratica professionale, ha anche inciso fortemente sulla tradizionale elaborazione grafica: il disegno manuale è oggi passione di pochi, quello dal vero è considerato occupazione d’altri tempi e i fondamenti geometrici del disegno sono sempre meno noti, insegnati e praticati. La stagione dell’architettura disegnata che, producendo forme fortemente innovative, portò per circa un ventennio la creatività architettonica italiana, e romana in particolare, alla ribalta internazionale, e che, parallelamente alla fuoriuscita dalla modernità storica, consentì all’architettura italiana di esperire “… la fuoriuscita del disegno dai suoi ambiti strettamente strumentali e la sua riproposizione come luogo strategico della ricerca disciplinare …8 è insomma lontana. Ma è anche vero che l’Italia sta tuttavia attraversando, a dispetto di ogni difficoltà, di ogni crisi, una fase di gran- de rinnovamento: il gap fra il nostro Paese e quelli più avanzati in Europa, si è per molti aspetti ridotto; la circolazione europea degli studenti è, nonostante tutto una realtà acquisita e sta provocando, a catena, un’analoga circolazione dei nostri professionisti all’estero. In un simile, rinnovato quadro, il disegno, nella sua nuova maturità digitale, deve tornare a svolgere quel ruolo di garante della tensione verso la sperimentalità (creativa, propositiva, utopica se si vuole) che, anche e soprattutto in assenza di una realizzazione (evento sempre difficile per tutta una serie di ragioni chiaramente evidenti, soprattutto nel nostro Paese), resta il principale obiettivo del lavoro dell’architetto.

 

Con la pubblicazione di questo prezioso materiale, unitamente all’accurato lavoro eseguito sul lascito dei professionisti romani – che va poi, ovviamente, inquadrato all’interno del più ampio Piano nazionale per la tutela del patrimonio documentario dell’architettura del Novecento – si è dato un nostro contributo locale a un disegno più generale che coinvolga, per intera, l’architettura italiana.

 

 

Livio Sacchi

Note

1 DE FUSCO R., Il disegno di architettura, in «Op. cit.», n. 6, maggio 1966

2 cfr. MORRIS Ch., Segni, linguaggio e comportamento, Longanesi, Milano 1963, p. 175

3 DE FUSCO R., ibidem

4 PURINI F., Comporre l’architettura, Laterza, Roma-Bari 2000, p. 138

5 ZEVI B., Architectura in nuce, Sansoni, Firenze 1972, pp. 131-132

6 ZEVI B., op. cit., p. 134

7 cfr. DE FUSCO R., Restauro. Verum factum dell’architettura italiana, Carocci, Roma 2012, p. 14

8 PURINI F., Proclamandone l’isolamento, in «XY Dimensioni del disegno», n. 10, dicembre 1989

ATTIVITÀ

DELL'ORDINE

POLITICA

DELL'ORDINE

CONTATTI

Piazza Manfredo Fanti 47 – 00185 Roma
Telefono: 06 97604560

Email: protocollo@architettiroma.it
PEC: ordine@pec.architettiroma.it
C.F: 80053110583

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO - COVID
previo appuntamento protocollo@architettiroma.it
Lunedì 09:00 - 13:00 | 14:30 - 16:30
Mercoledì 09:00 - 13:00 | 14:30 - 16:30

Le immagini introduttive sono di Moreno Maggi – Tutti i diritti sono riservati

INFORMATIVA SULLA PRIVACY | COOKIE  POLICY | © 2019 Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia

AREA FORMAZIONE

AREA ISCRITTI OAR

IN DETTAGLIO

TSPOON S.R.L.

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 13527901006

Iscrizione Camera di Commercio: RM 1454116

Sede: Via Campo Carleo 25, 00184 Roma (RM)

Email PEC: tspoon@legalmail.it

Numero iscrizione: 3

Data iscrizione: 05/10/2015

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Orsola Nina ARTIOLI

Architetto

n° di iscrizione: 18456

Nata nel 1979
MILANO (MI)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 17/05/2007

Prima iscrizione all’Albo: 17/05/2007 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2006 (NAPOLI)

Dati professionali

Sito WEB: http://www.tspoon.org

Email PEC: o.artioli@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Tasso, 39
00185 ROMA (RM)

Indirizzo Studio:
Via Campo Carleo, 25
00184 ROMA (RM)

Telefoni:
Ufficio: 0664002063

Componente della Società tra Professionisti:
TSPOON S.R.L.

Arch. Alessandra GLORIALANZA

Architetto

n° di iscrizione: 18457

Nata nel 1979
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 17/05/2007

Prima iscrizione all’Albo: 17/05/2007 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2006 (NAPOLI)

Dati professionali

Sito WEB: http://tspoon.org

Email PEC: a.glorialanza@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
via alessandro serpieri 13
00197 ROMA (RM)

Indirizzo Studio:
via campo carleo, 25
00184 ROMA (RM)

Telefoni: 
Ufficio: 0664002063

Componente della Società tra Professionisti:
TSPOON S.R.L.

Arch. Eliana SARACINO

Architetto

n° di iscrizione: 18752

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 24/01/2008

Prima iscrizione all’Albo: 24/01/2008 (RM)

Dati professionali

Sito WEB: http://www.tspoon.org

Email PEC: e.saracino@pec.archrm.it

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
TSPOON S.R.L.

IN DETTAGLIO

Studio tecnico Iacoacci Società tra professionisti Srl

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 06050961009

Iscrizione Camera di Commercio: RM RM 1413088

Sede: via Nettunense 246, 00041 Albano Laziale (RM)

Email PEC: studioiacoacci@pec.it

Numero iscrizione: 16

Data iscrizione: 09/07/2019

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Giancarlo IACOACCI

Architetto

n° di iscrizione: 7343

Nato nel 1955
ALBANO LAZIALE (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 20/06/1985

Prima iscrizione all’Albo: 20/06/1985 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 1984 (ROMA)

Dati professionali

Email PEC: giancarlo.iacoacci@pec.archrm.it

Indirizzo Studio:
Via della Stazione, 3 – località Cecchina
00041 ALBANO LAZIALE (RM)

Telefoni: 
Ufficio: 06/9341001 
Fax: 06/9341812

Componente della Società tra Professionisti:
Studio tecnico Iacoacci Società tra professionisti srl

IN DETTAGLIO

PI.FR.ARCH STP Srl

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 12606021009

Iscrizione Camera di Commercio: RM 1387356

Sede: Via Casilina 1914, 00132 Roma (RM)

Email PEC: pifrarchsrl@pec.it

Numero iscrizione: 4

Data iscrizione: 22/03/2016

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Francesca CARROZZO

Architetto

n° di iscrizione: 16196

Nata nel 1974
LECCE (LE)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 05/07/2004

Prima iscrizione all’Albo: 05/07/2004 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2003 (NAPOLI)

Dati professionali

Email PEC: francesca.carrozzo.arch@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Quintilio Varo, 171
00173 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
PI.FR.ARCH

Profilo professionale: apri scheda

Arch. Pietro DI MARCO

Architetto

n° di iscrizione: 13418

Nato nel 1970
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 04/09/2000

Prima iscrizione all’Albo: 04/09/2000 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato I sessione 2000 (NAPOLI)

Dati professionali

Email PEC: pietro.dimarco@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Quintilio Varo 171
00174 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
PI.FR.ARCH

IN DETTAGLIO

OBICUA STP Srl

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 13118391005

Iscrizione Camera di Commercio: RM 1425422

Sede: Piazza Santa Astanasia ,7, 00186 ROMA (RM)

Email PEC: bicuadroarchitecture@pec.it

Numero iscrizione: 1

Data iscrizione: 09/03/2015

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia

Arch. Massimiliano BRUGIA

Architetto

n° di iscrizione: 17890

Nato nel 1980
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 18/10/2006

Prima iscrizione all’Albo: 18/10/2006 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato I sessione 2006 (ROMA)

Dati professionali

Sito WEB: http://www.bicuadro.it

Email PEC: m.brugia@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via L. Calori, 49
00189 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
BICUADRO ARCHITECTURE S.R.L.

Arch. Valerio CAMPI

Architetto

n° di iscrizione: 18963

Nato nel 1980
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 01/04/2008

Prima iscrizione all’Albo: 01/04/2008 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2007 (ROMA)

Dati professionali

Sito WEB: http://www.bicuadro.it

Email PEC: v.campi@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via cassia 36
01019 VETRALLA (VT)

Domicilio professionale:
via vitorchiano 48
00189 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
BICUADRO ARCHITECTURE S.R.L.

Arch. Lucia CATENACCI

Architetto

n° di iscrizione: 18967

Nata nel 1981
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 16/04/2008

Prima iscrizione all’Albo: 16/04/2008 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2007 (ROMA)

Dati professionali

Sito WEB: http://www.bicuadro.it

Email PEC: lu.catenacci@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Gran Bretagna 14
00196 ROMA (RM)

Indirizzo Studio:
via Vitorchiano 48
00189 ROMA (RM)

Telefoni: 
Ufficio: 0699922755

Componente della Società tra Professionisti:
BICUADRO ARCHITECTURE S.R.L.

IN DETTAGLIO

Materica Group Srl

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 14943231002

Iscrizione Camera di Commercio: RM 1556935

Sede: via Raffaele Battistini 9, 00151 Roma (RM)

Email PEC: materica-srl@legalmail.it

Numero iscrizione: 12

Data iscrizione: 04/12/2018

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Valentina FRASCHETTI

Architetto

n° di iscrizione: 13332

Nata nel 1972
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 31/05/2000

Prima iscrizione all’Albo: 31/05/2000 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 1999 (ROMA)

Dati professionali

Email PEC: arch.v.fraschetti@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Montana, 9/B
00055 LADISPOLI (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
Materica STP a RL

IN DETTAGLIO

Mastrantonio Archingegneria srl

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 14565251007

Iscrizione Camera di Commercio: RM 1530521

Sede: via San Sotero 38, 00165 Roma (RM)

Email PEC: mastrantonio.archingegneria@pec.archrm.it

Numero iscrizione: 13

Data iscrizione: 29/01/2019

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Edoardo MASTRANTONIO

Architetto

n° di iscrizione: 17890

Nato nel 1980
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 18/10/2006

Prima iscrizione all’Albo: 18/10/2006 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato I sessione 2006 (ROMA)

Dati professionali

Sito WEB: http://www.bicuadro.it

Email PEC: m.brugia@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via L. Calori, 49
00189 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
BICUADRO ARCHITECTURE S.R.L.

IN DETTAGLIO

M2 ARCHITETTURE srl Società tra professionisti

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 13951241002

Iscrizione Camera di Commercio: RM RM 1485098

Sede: via Lucca 12, 00161 Roma (RM)

Email PEC: m2architetturesrlstp@legalmail.it

Numero iscrizione: 7

Data iscrizione: 06/02/2017

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Francesco MANGANO

Architetto

n° di iscrizione: 22871

Nato nel 1987
CARIATI (CS)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 20/07/2015

Prima iscrizione all’Albo: 20/07/2015 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2014 (ROMA)

Dati professionali

Email PEC: f.mangano@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Giovanni Amendola 05
87065 CORIGLIANO CALABRO (CS)

Domicilio professionale:
Via Lucca 12
00161 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
M2 ARCHITETTURE srl Società tra professionisti

IN DETTAGLIO

INGENIUS 2000

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SNC

Codice fiscale/Partita IVA: 14657741006

Iscrizione Camera di Commercio: RM 1536469

Sede: VIA GASPERINA 304, 00173 ROMA (RM)

Email PEC: ingeniussnc@pec.it

Numero iscrizione: 10

Data iscrizione: 03/07/2018

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Adela BEKTESHI

Architetto

n° di iscrizione: 20146

Nata nel 1983
DURAZZO – ALBANIA

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 08/06/2010

Prima iscrizione all’Albo: 08/06/2010 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2009 (ROMA)

Dati professionali

Email PEC: a.bekteshi@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Tito Labieno,68 Sc.C int9
00174 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
INGENIUS 2000 DI FORZA P. & C. snc STP

IN DETTAGLIO

Gravity Srl TP

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 13453831003

Iscrizione Camera di Commercio: RM RM 1448388

Sede: via dei Gracchi 123, Roma (RM)

Email PEC: gravity-srl@legalmail.it

Numero iscrizione: 6

Data iscrizione: 18/01/2017

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Stefano LATTANZIO

Architetto iunior

n° di iscrizione: 23749 (ex B648)

Nato nel 1985
ROMA (RM)

Titoli

sezione: B, titolo: Architetto iunior

Iscrizione all’Albo di Roma: 08/04/2013

Prima iscrizione all’Albo: 08/04/2013 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2012 (ROMA)

Dati professionali

Email PEC: s.lattanzio.arch-j@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Dei Velieri 140
00121 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
Gravity srl TP

IN DETTAGLIO

FORMA URBIS srl Società tra professionisti

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 15280621002

Iscrizione Camera di Commercio: RM RM-1579795

Sede: via di Monte Sacro 22, 00141 Roma (RM)

Email PEC: formasurbissrl@legalmail.it

Numero iscrizione: 15

Data iscrizione: 10/06/2019

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Emanuele Giuseppe DE VINCI

Architetto

n° di iscrizione: 10088

Nato nel 1957
CATANZARO (CZ)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 02/04/1993

Prima iscrizione all’Albo: 02/04/1993 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 1991 (ROMA)

Dati professionali

Email PEC: e.devinci@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Montesacro,22
00141 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
FORMA URBIS srl Società tra professionisti

IN DETTAGLIO

DATA Architects - Società tra professionisti a responsabilità limitata

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 14399251009

Iscrizione Camera di Commercio: RM 1518062

Sede: via Arturo Calza 8, 00157 Roma (RM)

Email PEC: posta@pec.dataarchitects.it

Numero iscrizione: 11

Data iscrizione: 23/10/2018

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Silvia AUSTERI

Architetto

n° di iscrizione: 22394

Nata nel 1987
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 20/10/2014

Prima iscrizione all’Albo: 20/10/2014 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato I sessione 2014 (CAMERINO)

Dati professionali

Email PEC: s.austeri@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Viale Bruno Pelizzi 281
00173 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
DATA – Società tra professionisti a responsabilità limitata

IN DETTAGLIO

CDP snc società tra professionisti di Di Cioccio Daniela & C.

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SNC

Codice fiscale/Partita IVA: 14061611001

Iscrizione Camera di Commercio: RM 1493342

Sede: largo Nino Franchellucci 65, 00100 Roma (RM)

Email PEC: cdp.snc@legalmail.it

Numero iscrizione: 5

Data iscrizione: 19/12/2016​​

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Daniela DI CIOCCIO

Architetto

n° di iscrizione: 7822

Nata nel 1957
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 10/09/1986

Prima iscrizione all’Albo: 10/09/1986

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 1985 (REGGIO DI CALABRIA)

Dati professionali

Email PEC: d.dicioccio@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Viale Tirreno 187 E/2
00141 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
CDP snc società tra professionisti di Di Cioccio Daniela & C.

Arch. Pierluigi PANCI

Architetto

n° di iscrizione: 7289

Nato nel 1956
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 29/05/1985

Prima iscrizione all’Albo: 29/05/1985

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 1984 (REGGIO DI CALABRIA)

Dati professionali

Email PEC: pierluigi.panci.arch@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Val Santerno,13
00141 ROMA (RM)

Indirizzo Studio:
Via Val Santerno,13
00141 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
CDP snc società tra professionisti di Di Cioccio Daniela & C.

Profilo professionale: apri scheda

IN DETTAGLIO

AUT AUT Architettura STP a RL

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 15250961008

Iscrizione Camera di Commercio: RM RM-1577922

Sede: via Lorenzo Valla 25, 00152 Roma (RM)

Email PEC: autautarchitettura@pec.it

Numero iscrizione: 14

Data iscrizione: 14/05/2019

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia

Arch. Gabriele CAPOBIANCO

Architetto

n° di iscrizione: 24171

Nato nel 1989
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 23/01/2017

Prima iscrizione all’Albo: 23/01/2017 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato I sessione 2015 (ROMA)

Dati professionali

Email PEC: g.capobianco@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Piazza Irnerio, 57
00165 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
AUT AUT Architettura STP a RL

Arch. Edoardo CAPUZZO DOLCETTA

Architetto

n° di iscrizione: 24136

Nato nel 1989
FIRENZE (FI)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 09/01/2017

Prima iscrizione all’Albo: 09/01/2017 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2015 (ROMA)

Dati professionali

Sito WEB: http://www.autautarchitettura.it

Email PEC: e.capuzzodolcetta@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Aventina, 3A
00153 ROMA (RM)

Telefoni: 
Cellulare: 3338073362

Componente della Società tra Professionisti:
AUT AUT Architettura STP a RL

Arch. Jonathan LAZAR

Architetto

n° di iscrizione: 22953

Nato nel 1984
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 02/11/2015

Prima iscrizione all’Albo: 02/11/2015 (RM)

Titolo abilitativo:
Nulla Osta M.I.U.R. del 29/10/2015

Dati professionali

Email PEC: j.lazar@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Antonio Cerasi, 5B
00152 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
AUT AUT Architettura STP a RL

Arch. Damiano RANALDI

Architetto

n° di iscrizione: 24170

Nato nel 1988
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 23/01/2017

Prima iscrizione all’Albo: 23/01/2017 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato I sessione 2016 (ROMA)

Dati professionali

Sito WEB: http://www.aut–aut.it

Email: damianoranaldi@gmail.com

Email PEC: d.ranaldi@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Francesco Gentile, 89
00173 ROMA (RM)

Telefoni: 
Ufficio: 065806320 
Cellulare: 3395392867

Componente della Società tra Professionisti:
AUT AUT Architettura STP a RL

IN DETTAGLIO

AMT Studio Società tra professionisti srl

Tipo Società: STP

Tipologia Giuridica: SRL

Codice fiscale/Partita IVA: 14344711008

Iscrizione Camera di Commercio: RM RM – 1514018

Sede: via Parenzo 8/A, 00198 Roma (RM)

Email PEC: studio.amt@pec.it

Numero iscrizione: 9

Data iscrizione: 16/01/2018

Componenti iscritti all'Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Arch. Corrado MARTINEZ

Architetto

n° di iscrizione: 19977

Nato nel 1982
ROMA (RM)

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 15/03/2010

Prima iscrizione all’Albo: 15/03/2010 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato II sessione 2009 (ROMA)

Dati professionali

Sito WEB: http://www.amtstudio.it

Email PEC: c.martinez@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via San Marino 28
00198 ROMA (RM)

Indirizzo Studio:
via Parenzo 8/a
00198 ROMA (RM)

Telefoni:

Componente della Società tra Professionisti:
AMT Studio Società tra professionisti srl

Arch. Marco TIUS

Architetto

n° di iscrizione: 19252

Nato nel 1982
Dubai – EMIRATI ARABI UNITI

Titoli

sezione: A, titolo: Architetto

Iscrizione all’Albo di Roma: 17/11/2008

Prima iscrizione all’Albo: 17/11/2008 (RM)

Titolo abilitativo:
Esame di Stato I sessione 2008 (ROMA)

Dati professionali

Email: marco.tius@gmail.com

Email PEC: m.tius@pec.archrm.it

Indirizzo Residenza/Domicilio professionale:
Via Tino Buazzelli, 51
00137 ROMA (RM)

Telefoni:
Cellulare: 328 8278321

Componente della Società tra Professionisti:
AMT Studio Società tra professionisti srl

Profilo professionale: apri scheda