Social

Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

NOTIZIE

Archiviati
14 Gennaio 2021

Pubblicate le Ordinanze 109, 110, 111 e 112 sul sito del Commissario Straordinario per il Sisma

L’Ordinanza 109 impone che le stazioni appaltanti debbano affidare incarichi di progettazione entro il 31 marzo 2021, anche utilizzando procedure semplificate previste dal DL Semplificazioni o procedure aperte incluse nel DL Sbocca cantieri.

I professionisti possono essere selezionati o in appositi elenchi o tramite manifestazione di interesse, sempre garantendo il principio di rotazione.

La 109 stabilisce inoltre che ogni stazione appaltante trasmetta, entro il 31 dicembre 2020, un cronoprogramma delle fasi di appalto e di esecuzione degli interventi.

Le Regioni devono invece istituire una Centrale Unica di Committenza, che può essere coadiuvata anche da Invitalia.

Stanziati anche 100 milioni di euro per la rimozione e lo smaltimento delle macerie pubbliche in seguito a crolli o demolizioni, finora affidate alla Protezione Civile.

Per affrontare l’emergenza scolastica, è consentito l’utilizzo del 10% dei contributi destinati alla ricostruzione di edifici scolastici nei Comuni del cratere sismico, per soluzioni temporanee che consentano la continuità dell’attività didattica.

L’Ordinanza 110 stabilisce procedure attuative per il potere conferito al Commissario in materia di opere pubbliche prioritarie e particolarmente complesse e per gli interventi in centri storici maggiormente danneggiati.

L’Ordinanza 111 completa il quadro della ricostruzione degli edifici privati in seguito al sisma del Centro Italia e modifica alcune ordinanze precedenti: semplifica gli interventi unitari sugli aggregati (Ordinanza 19) e chiarisce la sovrapposizione dei danni derivanti da terremoto del 2009 e da quello del 2016 (Ordinanza 51).

Inoltre stabilisce che le agevolazioni del superbonus 110% possono essere fruite per l’importo eccedente il contributo per la ricostruzione, anche per edifici delocalizzati.

Viene imposta la demolizione, o comunque la messa in sicurezza, dei ruderi o degli edifici collabenti che costituiscono pericolo per la pubblica incolumità o che impediscono l’avvio della ricostruzione, pena la rimozione forzata, con rivalsa sulla proprietà.

L’Ordinanza 111 definisce anche il calendario per l’integrazione delle domande semplificate di contributo per i danni lievi presentate entro il 30 novembre scorso e proroga sia le richieste per danni gravi al 31 dicembre 2021 (che però devono essere precedute da una dichiarazione di manifesta volontà di presentare domanda entro il 31 luglio 2021), che la domanda di adesione al regime semplificato al 31 gennaio 2021.

L’Ordinanza 112, completa di allegati A e B, rinnova le convenzioni con Fintecna e Invitalia, che forniscono parte del personale addetto alla ricostruzione.

(GV)

di

PHOTOGALLERY

TAG

ATTIVITÀ

DELL'ORDINE

POLITICA

DELL'ORDINE