Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

AREA
ISCRITTI OAR

Articolo
04 Maggio 2021

Digitalizzazione 3D – di Marco Amadio e Marco Capobianchi

Dalla nuvola di punti al processo di conversione in modelli BIM per il calcolo termico ed efficientamento energetico. Eco e sismabonus 110.

Considerazioni generali. Da diversi mesi sono stato incaricato della trasformazione di modelli da nuvole di punti in file digitali tridimensionali BIM. Questo processo, per molti sconosciuto, ritengo sia di vitale attenzione in questo momento dove, per poter sviluppare capitolati e valutazioni di impatto energetico e strutturale sul fabbricato risulti indispensabile avere un involucro tridimensionale digitalizzato in “information modeling”.

Il processo, per tutti poco chiaro, a mio modesto parere deve scindere le società di rilievo fotogrammetrico o ottico per nuvole di punti dal singolo utente finale che deve gestire questo enorme flusso di dati trasformandoli in architetture in nurbs o solidi parametrici.

Ad oggi questo processo si è molto semplificato e richiede l’utilizzo di plug in che permettono, utilizzando diversi software reperibili sul mercato, di convertire questi file normalmente molto grandi da 4 a 20 giga, in modelli in nuvole, interni al CAD.

Il processo successivo facilitato dalle applicazioni ricrea sezioni su infiniti piani di lavoro che permette la creazione di geometrie semplificate piane e, poi, estrusioni di muri e perimetri in matematiche IFC BIM.

Questo risultato permette la creazione di file che poi possono essere scambiati tra le diverse figure professionali coinvolte nel processo architettonico che vanno dalla redazione dei capitolati d’appalto, fino alla restituzione grafica e calcolo dell’efficientamento termico o sismico del fabbricato.

È quindi utile descrivere il percorso formativo dell’Ordine Architetti Roma proposto per questo tema, che si articola con diverse figure del Comitato Tecnico della Formazione (CTF) ed esperti esterni che mostrano dalle telecamere ottiche come Leica, all’acquisizione di nuvole di punti, fino al calcolo delle trasmittanze dell’edificio precedente convertito in matematiche BIM.

Di seguito la struttura del percorso, con tematiche di riferimento.

Introduzione: Alberto Giampaoli

A. La prima fase è un cappello introduttivo che descrive gli obblighi del committente per la realizzazione di disegni e modelli congrui e perfettamente attinenti alla realtà per la presentazione delle pratiche Enea Ecobonus e Sismabonus.

B. Descrizione analitica con esempi di disegni estratti da modelli 3D e planimetrie da inserire nella documentazione da protocollare, questo per far comprendere agli utenti la reale esigenza di restituire velocemente un fabbricato complesso, sia esternamente che interamente dove, con metodologie tradizionali, il rilievo con trilaterazioni sarebbe infinitamente lungo e poco curato nelle tolleranze e misurazioni.

Digitalizzazione: Marco Amadio – Marco Capobianchi

A. Rilievi 3D. Nuvola di punti con teotoliti 3D o fotogrammetria.

B. Trasformazione nuvola di punti in Mesh 3D.

C. Conversione in piante CAD 2D estratte da modello Mesh.

D. Ridisegno modello Nurbs e trasformazione in modello procedurale BIM 3D.

E. Estrazione dati (Piante-Sezioni-Abachi Infissi etc.)

F. Dimostrazioni pratiche in aula partendo da file Lies e trasformazione in Rhinoceros BIM, prove in aula sulla reale gestione di file molto grandi e semplicità di lavoro con PC tradizionali.

G. Analisi di tutti i competitor con caratteristiche, pregi ed eventuali difetti qualora vi siano.

Efficientamento: Ilaria Montella

A. Inserimento modello 3D BIM per calcolo efficientamento energetico, Ante e Post.

B. Simulazioni energetiche con prove pratiche.

C. Realizzazione dell’APE, Ante e Post.

D. Estrazione di grafici e tavole tecniche per pratiche Eco Bonus.

Analisi X Sismabonus: Roberta Bocca

A. Requisiti da rispettare per sisma bonus.

B. Analisi strutturali su edificio BIM.

D. Estrazione di grafici e tavole tecniche per pratiche Sisma Bonus.

Esempi Nuvola di punti:

Marco Amadio

Architetto

Componente CTF, Comitato Tecnico Formazione OAR

Esperto in BIM

Marco Capobianchi

Architetto

Referente OAR percorso formativo sulla Digitalizzazione

ALLEGATI
PHOTOGALLERY

TAG

CONDIVIDI

VEDI ANCHE
Dicembre 5 2022
[ Da AR Magazine 120 – Novembre 2018 ] Con AR MAGAZINE 120 tentiamo di analizzare il pensiero di Bruno Zevi attraverso...
articolo
Architettura
Ottobre 24 2022
Associazione culturale Canova22 – Via Canova 22. Roma, 5 – 28 maggio 2022 Nell’anno delle celebrazioni per il bicentenario di...
articolo
Architettura
Ottobre 10 2022
Promuovere nelle scuole la cultura urbana come disciplina fondamentale per la formazione dei giovani, che incentivi comportamenti per la cura...
articolo
Professione