Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

AREA
ISCRITTI OAR

NOTIZIE

Bandi
19 Settembre 2022

Regione Lazio, tutela patrimonio rurale con risorse del Pnrr: domande entro il 30 settembre

Sono aperti fino al 30 settembre i termini per presentare proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale del Lazio, da finanziare nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

In qualità di soggetto attuatore della missione I, componente 3, Investimento 2.2 del Pnrr, riferita alla rigenerazione del patrimonio culturale, religioso e rurale, la Regione Lazio ha diramato un avviso volto a dare impulso ad un vasto e sistematico processo di conservazione e valorizzazione di una articolata gamma di edifici storici rurali.

L’avviso pubblico è finalizzato alla selezione di proposte di intervento, da ammettere a finanziamento, volte al restauro e alla valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale. Le risorse a disposizione, assegnate alla Regione nell’ambito del Pnrr, ammontano a più di 48 milioni di euro (per la precisione a 48.024.154, 4 euro), che «consentono di finanziare almeno 320 progetti», riferisce l’Ente in una nota con la quale si ricorda che per la raccolta delle domande è stata messa a disposizione da Cassa depositi e prestiti un’apposita piattaforma che chiude, a seguito della riapertura dei termini avvenuta lo scorso luglio, il 30 settembre 2022.

I beneficiari sono persone fisiche e soggetti privati profit e non profit, compresi gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, gli enti del terzo settore e altre associazioni, fondazioni, cooperative, imprese in forma individuale o societaria, che siano proprietari, possessori o detentori a qualsiasi titolo dei beni appartenenti al patrimonio culturale rurale (si veda la definizione di cui all’articolo 2 dell’avviso pubblico).

Il contributo è concesso, fino ad un massimo di 150mila euro, come forma di cofinanziamento per un’aliquota pari all’80%. Il contributo è portato al 100% se il bene è oggetto di dichiarazione di interesse culturale, fermo restando la soglia massima di 150mila euro.

Per i dettagli si rimanda alla documentazione e all’avviso pubblicati sul sito della Regione Lazio al seguente link progetti.regione.lazio.it

di Mariagrazia Barletta

PHOTOGALLERY

TAG

ATTIVITÀ

DELL'ORDINE

POLITICA

DELL'ORDINE