Social

Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1
Qt Svg DocumentGenerated with QtLayer 1

NOTIZIE

Concorsi
25 Ottobre 2021

Rigenerazione urbana, su Concorrimi bando per i laboratori della Scala al Rubattino (Milano)

Rigenerare l’area un tempo occupata dallo stabilimento Innocenti partendo dall’insediamento di una «grande funzione urbana», come previsto nel Piano di Governo del Territorio, e – allo stesso tempo – garantire una sede adeguata alle esigenze di una delle istituzioni culturali più importanti di Milano. Al via il concorso internazionale di progettazione «Magnifica Fabbrica» per la creazione dei nuovi laboratori e depositi del Teatro alla Scala e l’ampliamento del Parco della Lambretta, nel quartiere Rubattino di Milano. Il bando è stato lanciato su Concorrimi.


Obiettivo del Comune di Milano (ente banditore), d’intesa con la Fondazione Teatro alla Scala – si legge in una nota di presentazione del concorso – «è creare un nuovo polo culturale, artistico e produttivo attivo 24 ore al giorno, sette giorni su sette. La nuova sede, che raggrupperà quelle oggi dislocate in diverse parti della città, dovrà comprendere sia spazi parzialmente aperti al pubblico dedicati allo svolgimento di attività di carattere creativo e culturale (sale prove, eventi e laboratori) sia aree destinate al deposito dei materiali scenici. La progettazione dovrà avere un approccio orientato alla sostenibilità ambientale, puntando su soluzioni innovative e resilienti rispetto ai cambiamenti climatici». Nel contempo, «dovrà essere presentato un piano per l’ampliamento del Parco della Lambretta, che raddoppierà così la sua estensione, prevedendo la valorizzazione del fiume Lambro, la tutela e l’incremento della biodiversità, il rafforzamento delle connessioni ecologiche». La progettazione del parco, infine, dovrà prevedere il recupero, anche parziale, del «Palazzo di Cristallo»: l’edificio dovrà essere completamente integrato con la parte vegetazionale del nuovo parco. Il nuovo spazio verde del Rubattino dovrà diventare un punto di riferimento per il quartiere.

La procedura di concorso, in due gradi in forma anonima, è stata lanciata sulla piattaforma telematica Concorrimi (sviluppata dall’Ordine degli Architetti di Milano). Il vincitore del Concorso riceverà un premio, di 270mila euro, per l’elaborazione del progetto di fattibilità tecnico economica (Pfte), mentre a ciascuno dei successivi sei concorrenti selezionati nella prima fase verrà corrisposto, a titolo di riconoscimento di partecipazione, un contributo di 12.500 euro. Aggiudicazione finale entro maggio 2022. (FN)

Scadenza per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado: 21 gennaio 2022

Qui info e bando: LINK

di Francesco Nariello

PHOTOGALLERY

TAG

ATTIVITÀ

DELL'ORDINE

POLITICA

DELL'ORDINE